Avversario di turno

Akragas, con il Catanzaro la prima di tredici finali

Luca Pagano
Scritto da Luca Pagano
Al “Ceravolo” arriva l’Akragas, in difficoltà societaria ma reduce dalla splendida vittoria contro il Catania. I siciliani sono in lotta con i giallorossi per la salvezza
 

Domani alle 16:30, Catanzaro e Akragas scenderanno in campo per la 26^ giornata del campionato di Lega Pro.

Ads336x280

Entrambe le squadre sono invischiate nella lotta per la salvezza, ma arrivano a questa gara con morali differenti. Il Catanzaro ha avuto il quinto cambio in panchina, con Erra che è tornato al suo posto dopo l’esonero di agosto, l’Akragas dopo il duro periodo di calciomercato è ripartito da una squadra formata da molti giovani che ha trovato una grande gioia nella vittoria contro il Catania di domenica scorsa.

Gli agrigentini si trovano attualmente in sedicesima posizione con 24 punti ottenuti grazie a 5 vittorie, 9 pareggi e 11 sconfitte, conditi da 21 gol fatti e 37 subiti.

Le due squadre si sono incontrate cinque volte al “Ceravolo”, 3 sono le vittorie del Catanzaro, 1 quella dell’Akragas (ottenuta nella scorsa stagione) e una volta la sfida è terminata in pareggio.

La formazione agrigentina guidata da Lello Di Napoli si presenterà al “Ceravolo” con il 3-5-2.

A difendere i pali troveremo Pane, la difesa a 3 sarà formata da Riggio, Mileto e Sepe (che potrebbe non scendere in campo per un problema accusato in settimana).

A centrocampo Pezzella e Longo agiranno sulle ali, con Coppola, Palmiero e Bramati al centro.

In avanti spazio al duo formato da Cochis e Salvemini.

Come detto precedentemente questa è la prima delle tredici finali che aspettano le due squadre da qui al termine del campionato. Il Catanzaro, fresco di cambio in panchina, avrà l’onore di condurre la partita cercando fin da subito di trovare la via del gol per sbloccare la contesa. L’Akragas, nonostante i problemi societari, ha dimostrato di essere una squadra molto coriacea, capace di mettere in difficoltà qualsiasi avversario.

I giallorossi dovranno cercare di impensierire sulle fasce la squadra di Di Napoli costringendo le ali avversarie ad abbassarsi sulla linea della difesa. Sarà comunque una partita aperta a tutti i risultati da cui probabilmente dipenderanno le ambizioni di salvezza di entrambe le squadre.

Ads336x280

Probabile formazione (3-5-2): Pane; Riggio, Mileto, Sepe; Pezzella, Coppola, Palmiero, Bramati, Longo; Cochis, Salvemini. All. Di Napoli

Luca Pagano

A proposito dell’autore

Luca Pagano

Luca Pagano

7 Commenti

    • Concordo correggere lo striscione anziché cinese vattene scrivere " Cinese vafanculu"….. Perché scusate in questa situazione chi ci ha portato….Forse io con i miei post!!!!!!….Forza Aquile sempre!!!!!…… anche sulla sedia elettrica!!!!!!!

  • A leggere i 22 convocati del Catanzaro uno per uno, a me da l’impressione di una squadra nettamente superiore alla media. Sono dell’idea che se Erra, lui di solito è bravo in questo, riesce a sistemarli bene in campo e farli RENDERE al meglio fisicamente e soprattutto mentalmente (concentrazione e determinazione) non c’è scampo per le squadre avversarie. Sembra che giocherà Giovinco dietro le punte e Basrak con Gomez, già queste sono scelte intelligenti, poi sarà il campo a dargli eventualmente ragione.Forza Aquile !!!!

Lascia un commento