Intervistiamo

Alla “Giornata Mondiale del Rifugiato e Migrante” c’è anche il Catanzaro calcio

Redazione
Scritto da Redazione
La società giallorossa parteciperà a questo appuntamento grazie all’iniziativa organizzata dall’ufficio “Migrantes” dell’Arcidiocesi Catanzaro-Squillace e dalla “Fondazione Città Solidale” con il patrocinio del Comune capoluogo
 

Oggi si celebrerà in tutto il mondo la “Giornata Mondiale del Rifugiato e Migrante” finalizzata a far riflettere sui temi dell’integrazione.

Ads336x280

Anche il Catanzaro Calcio parteciperà a questo appuntamento grazie all’iniziativa organizzata dall’ufficio “Migrantes” dell’Arcidiocesi Catanzaro-Squillace e dalla “Fondazione Città Solidale” con il patrocinio del Comune capoluogo.

Nel “campo B” dello stadio ”Nicola Ceravolo”, l’8 alle 10, si disputerà una partita che vedrà di fronte i ragazzi della Berretti e i giovani ospiti nelle strutture d’accoglienza gestite dalla Fondazione, sia quelle attivate nell’ambito nell’ambito del progetto Sprar del Comune di Catanzaro (Sprar che si trova a Squillace), sia nella gestione di strutture facenti capo ad altri Enti Locali (Girifalco e Gasperina).

Siamo molto contenti – ha commentato il responsabile della gestione aziendale del settore giovanile Frank Santacroce – di poter sostenere questa iniziativa e ringrazio il presidente Floriano Noto per la sensibilità nell’aver accettato, subito, l’idea di far disputare alla nostra Berretti questa particolare partita. Il calcio è forse il mezzo più potente per far diffondere i messaggi di integrazione, tolleranza e rispetto e i colori giallorossi non potevano che sposare la causa di questa importante giornata sostenuta anche da papa Francesco”.

Mi auguro che – ha concluso Santacroce – anche in concomitanza con la chiusura delle scuole, molti ragazzi possano essere presenti per assistere alla gara”.

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Lascia un commento