La Striscia

Allenamento intenso per il Catanzaro. Ancora lunga la lista degli indisponibili

Con Dionigi il Catanzaro punta tutto su corsa e intensità ma ci vorrà tempo e lavoro. Nel frattempo si cerca di recuperare almeno due fra Cunzi, Sirri e Maita
 

È un Catanzaro incerottato quello che prosegue la preparazione in vista del prossimo impegno di campionato. L’obiettivo è quello di recuperare più infortunati possibili per la gara di lunedì prossimo al “Provinciale” di Trapani.

Ads336x280
L’incontro si disputerà in notturna (ore 20.45) e sarà trasmesso in diretta su Rai Sport. La sfida in terra siciliana è valida per la decima giornata d’andata del girone C di serie C. 

Prima di entrare nel merito del lavotro odierno è corretto fare una considerazione, perché il lavoro che ogni componenente del Catanzaro calcio svolge dev’essere rispettato.

Mister Dionigi è arrivato in città da una settimana. È bastato poco per capire che il suo credo calcistico è diverso da quello dei suoi predecessori.

Pertanto lo staff dei preparatori atletici, che prima operava in un certo modo e in comune accordo con i tecnici (Somma escluso) che si sono alternati alla guida dei giallorossi, oggi dovrà lavorare seguendo altre direttive.

È pertanto naturale che nei primi giorni di lavoro si possa pagare qualcosa in termini d’infortuni e risentimenti muscolari.

Il Catanzaro di prima era impostato su un tipo di calcio diverso, più ragionato e compassato.

Sono bastati i novanta minuti visti cotro il Matera e i primi allenamenti a cui abbiamo assistito per capire che il calcio che il mister vuole inculcare ai propri atleti è basato, invece, su corsa, velocità e dinamismo.

Per tale motivo in un certo senso i calciatori del Catanzaro stanno quasi facendo una nuova preparazione e i segnali arrivano proprio dal nuovo format di preparazione che prevede allenamenti alternati a bassa e ad alta intensità, con i primi che si svolgono su porzioni di campo ridotte, i secondi a tutto campo.

Ancora lungo l’elenco degli assenti: Anastasi, Marin, Falcone, Spighi, Icardi e Van Ransbeeck.

Maita, Cunzi e Sirri hanno lavorato a parte e si spera di recuperare gli ultimi due con qualche lieve speranza anche per il centrocampista.

La prima parte del lavoro odierno si è basata sul lavoro fisico, poi squadra divisa a gruppi da cinque con partitella a metà campo giocata a ritmi elevati.

Domani la squadra si allenerà a Giovino, venerdì e sabato la si trasferirà al Federale e domenica partenza alla volta di Trapani, la trasferta più lunga del torneo.

Salvatore Ferragina

A proposito dell’autore

Salvatore Ferragina

20 Commenti

  • Un bollettino di guerra!!! sembra la sconfitta di Caporetto! Non oso immaginare L intensità dell’allenamento, con sicuramente aggregati gli under della berretti, sarà stato un ritmo degno di una buona 1 categoria a scendere!!

  • Salvatore permettimi una chiosa. Palancaforever sara’ lungo e a volte polemico verso i pezzi che scrivete, ma esprime delle sue idee. Ma continuare a far scrivere straniero 1 e 2, che provocano e offendono non sta in piedi. E’ una vergogna leggere post cin terapie a base di camomilla e fiori di Bach. Cacciali a pedate nel culo

  • "Cambio di tipo d’allenamento ….." Salvatore la cosa diventa più accettabile, altrimenti sarebbe inspiegabile una debacle atletica simile. Abbiamo mezza squadra fuori e oltre il danno calcistico c’è pure il danno economico per il Presidente, come dire che ha 20 operai sul libro paga ma ne lavorano solo 10. L’azienda a lungo andare fallisce. Speriamo che questo stillicidio finisca presto.

  • Caro sapientone di palanca forever tu hai letto il curriculum dei giocatori che sono venuti a Catanzaro a cominciare dal tanto criticato Nordi eletto miglior portiere dell’anno con il Trapani. Se poi sono fenomeni e a Catanzaro cessi bisogna capire il motivo.

  • Bisogna trovare un portiere che dia sicurezza alla difesa, peccato per la perdita di prestia, siamo sicuri che Sabato sia peggio degli attuali difensori?

Lascia un commento