Aquilotti

Berretti e Allievi ancora vivi. Giovanissimi non pervenuti

Redazione
Scritto da Redazione
La Berretti si impone 3-0 in casa del Melfi. Gli Allievi impattano 0-0 contro il Catania. Passivo tennistico per i Giovanissimi che ne prendono 6 dal Palermo
 
La formazione Berretti del Catanzaro

Non ci eravamo preoccupati più di tanto, dopo la sconfitta della scorsa settimana. Sapevamo che la Berretti aveva avuto una settimana difficile, e non era stato semplice scendere in campo con una grande pena. I nostri ragazzi, però, non solo hanno giocato per il loro compagno momentaneamente fermo, ma hanno vinto e lo hanno fatto per Giacinto Barbieri, non a Melfi perché in convalescenza, ma finalmente a casa, e con loro, col cuore e anche con la testa (e che testa!). 3-0 al Melfi, in trasferta, con carattere e personalità, tre reti di Lionetti, Molinaro e Tedesco, a riprova che questa Berretti, anche quest’anno non intende restare indietro, malgrado ancora ci sia da recuperare la gara contro il Catania.

Ads336x280

Un set a zero invece, segna lo score dei Giovanissimi. Un 6-0 subito a Palermo, che obbliga la dirigenza a rivedere l’impostazione iniziale della squadra, che non può essere giustificata solo in virtù della poca esperienza dei più giovani giallorossi. Urge correre ai ripari.

 A reti inviolate, invece, l’unica partita interna, quella degli Allievi, giocata tra Catanzaro e Catania al Federale. Chi ha assistito all’incontro può certamente ritenersi soddisfatto: in campo due squadre ottimamente schierate, pronte a fronteggiarsi a viso aperto, senza timore e affatto disposte a cedere il passo all’avversario.

La cronaca dice che é stata colpita una traversa per parte, che forse c’era  un rigore per il Catanzaro, che entrambe le squadre hanno avuto almeno un paio di buone occasioni, ma che, chiunque avesse vinto, avrebbe tolto all’altro la soddisfazione di vedere il risultato raccontare una verità ben diversa dai valori espressi in campo. Per fortuna, questo non è accaduto, e la partita di domenica può rappresentare un raro caso in cui lo 0-0 può star bene a tutti quanti, perché tutti sono stati vincitori.

 

 

Gea Brescia

 

  

 

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

10 Commenti

  • Catanzaro, se salterà D’Urso, contattati due tecnici<br />
    <br />
    <br />
    13.10.2015 15:30 di Luca Esposito per tuttolegapro.com articolo letto 111 volte <br />
    <br />
    <br />
    La prossima partita che il Catanzaro (ultimo in classifica) affronterà con il Martina Franca potrebbe essere importante se non decisiva per il futuro dell’allenatore D’Urso: le ultime indiscrezioni riferiscono che i candidati in caso di risultato non positivo sarebbero essenzialmente due, Alessandro Erra (proposto dal dg Donnarumma) e Giacomo Tedesco (per il quale il presidente Cosentino spingerebbe). Tutti e due questi allenatori hanno guidato club calabresi nella scorsa stagione: Erra allenava la Vigor Lamezia e Tedesco la Reggina.<br />

    • Gabriè e poi cosa cambierà? Scuffia si deciderà a parare? Orchi Finalmente fermerà un attaccante? Squillace tornerà quello di 3 anni fa? Selavtico salterà finalmente un uomo e proverà una conclusione da fuori? Non credo che il cambio dell’allenatore gioverebbe a qualcosa, anche se sembra ormai la cosa più ovvia.. Vuoi che cambi qualcosa? cominciamo dalla nostra mentalità menefreghista e arrendevole nei confronti della squadra della nostra amata Catanzaro. Tifare nel bene e nel male

  • Scusa Straniero ma se non erro negli ultimi anni hai definito molto forti i vari: agnello, priola. Moi, agodirin, barraco, morosini, pagano. Sto sbagliando???

Lascia un commento