La Striscia

Catanzaro incerottato contro l’Andria, solo 19 i convocati

Convocati, ma non in perfette condizioni Sirri e Letizia. Dubbi su chi giocherà in difesa e in attacco
 
aiai

Sarà un Catanzaro con molte defezioni quello che domani alle 18:30 sfiderà l’Andria al Ceravolo per l’XI giornata d’andata del torneo serie C, girone meridionale.

Ads336x280

E’ vero che fra i diciannove convocati ci sono i recuperati Sirri e Letizia, ma è altresì vero, che visti i prossimi impegni ravvicinati (dopo l’Andria si andrà Francavilla e poi il Monopoli nel turno infrasettimanale) difficilmente si rischieranno quegli elementi che in settimana hanno lavorato di meno a causa delle precarie condizioni fisiche.

Il resto degli elementi convocati da Dionigi, sono in pratica gli stessi che hanno pareggiato a Trapani, meno Infantino squalificato.
Anastasi, Icardi, Maita, Falcone e Van Ransbeeck proseguiranno nel loro percorso di recupero.
La formazione per nove undicesimi potrebbe essere identica a quella schierata al Provinciale. Due i dubbi, uno in difesa e uno in attacco. Lo schieramento iniziale dipenderà molto dall’utilizzo o meno di Sirri e Letizia.

Nel caso in cui per il difensore e per l’attaccante si decida la panchina, i tre dietro saranno Gambaretti, Di Nunzio e Riggio.

La linea mediana dovrebbe rimanere invariata rispetto all’ultimo match. In attacco, se Letizia non partirà fra i titolari, potrebbero giocare due fra Cunzi, Puntoriere, Lukanovic e Kanis.
Mister Loseto dopo la settimana di lavoro e dopo aver letto di tanti problemi sulle condizioni degli infortunati, ha deciso di convocare tutti i componenti della rosa, compreso quei calciatori, che fino a ieri erano in dubbio.
Pertanto, solo domani quando le squadre scenderanno in campo sul manto erboso del Ceravolo, sapremo chi saranno i ventidue che si contenderanno punti vitali per il seguito del torneo.

Salvatore Ferragina

A proposito dell’autore

Salvatore Ferragina

4 Commenti

  • Palanca ci sono ci sono. Ma sto ancora pensando alla proposta di Otto47 di tornare alla difesa con marcature ad uomo. Non riesco a smettere di ridere

  • Io vorrei capire perchè ti viene tanto da ridere, la marcatura a uomo è un sistema di gioco che molti praticano per esempio sui calci d’angolo, e fanno sì che si responsabilizzi il difensore con un compito preciso.<br />
    Te lo ricordi a Reggio quando Sirri ha lasciato l’attaccante (che poi ha segnato) per andare in una zona diversa?

    • Condivido, la marcatura a zona è sicuramente una buona cosa, ma va attuata se vi sono signori calciatori che tra l’altro hanno un’ottima visione di gioco e sono perfettamente sincronizzati, anche per attuare il fuorigioco, altrimenti in difesa si balla che è una bellezza. Stessa considerazione se si vuole far partire l’azione della difesa palleggiando continuatamente, se non sei un calciatore TECNICAMENTE forte rischi di IMPAPOCCHIARTI e perdere la palla a favore degli avversari. A quel punto meglio il lancio lungo facendo salire la squadra.

Lascia un commento