Dalla Redazione

Catanzaro – Vibonese 3-2

Tony Marchese
Scritto da Tony Marchese
Girandola di emozioni nel primo dei due Derby salvezza, doppietta di “Zorro” Sarao

Derby fratricida tra Catanzaro e Vibonese con tantissimi tifosi della vicina Vibo che sono da sempre anche tifosissimi delle Aquile. Il Ceravolo e’ gremito come lo era stato solo alla prima giornata di campionato contro il Cosenza. In curva Mammi importante presenza degli ospiti con circa cinquecento unita’.

Erra ripropone il duo di centrocampo Carcione-Maita, con Icardi a destra e Zanini a sinistra, ma come era facile prevedere la scelta si e’ rivelata sbagliatissima. Nonostante tutto parte bene il Catanzaro che aggredisce subito la Vibonese e trova il vantaggio al 4′ quando Sarao oggi in campo con la classica maschera da “Zorro” a protezione del setto nasale, carambola il calcio d’angolo battuto da Giovinco sul primo palo, e nonostante i tentativi dei difensori, fa finire la palla in rete.

La Vibonese reagisce e come previsto si prende il centrocampo. Carcione e Maita non contrastano i centrocampisti avversari che prova e riprova trovano la palla giusta per Bubas che al 20′ taglia alle spalle della difesa e deve solo appoggiare in rete. Il Catanzaro accusa il colpo e fatica ad imbastire un’azione degna di nota. Il giro palla di centrocampisti e difensori e’ stucchevole quanto improduttivo.

Ads336x280

La ripresa ricomincia con qualche correttivo tattico apportato da Erra. Carcione viene arretrato in posizione di play basso, Icardi e Maita fanno le mezzale, mentre Zanini viene mandato a destra e Giovinco largo a sinistra. Il Catanzaro prende campo, ma non produce palle gol, la VIbonese prova invece a ripartire in contropiede. Ed e’ proprio su una ripartenza che Viola (58′) da 35 metri abbondanti tira in porta, la palla e’ velenosa, rimbalza e s’infila a fil di palo alla destra di De Lucia. Vibonese in vantaggio, per il Catanzaro si spalanca il baratro della retrocessione. Il Ceravolo che fino a quel momento e’ stato una bolgia ammutisce, si sentono solo i canti degli ospiti.

Erra rinsavisce. Dentro Van Ransbeeck e Basrak fuori lo spento Carcione e lo svagato Icardi. Le Aquile ci provano ancora, per inerzia, con la forza dei nervi. Zanini riceve una corata respinta dal limite e tira, palo interno e gol (63′), lo Stadio esplode, e’ di nuovo una bolgia.

Giuffrida entra da dientro su Sarao, l’arbitro e’ inflessibile e’ rosso diretto. La partita si innervosisce ma l’arbitro e’ bravo a tenere tutto sul piano di un sano agonismo. Il Catanzaro forte del vantaggio numerico ci prova ancora, ed e’ ancora Zorro (Sarao, 74′) a far esplodere il Ceravolo ed a regalare il biglietto di ritorno dall’inferno, quando di testa devia in rete il cross di Sabato dalla sinistra.

Nel finale il Catanzaro potrebbe rendere il risultato piu’ rotondo ma il portiere ospite vola in cielo a prendere un pallone maldestramente deviato verso la propria porta da un difensore su un traversone in area scagliato dall’angolo di Palanca.

Non accade piu’ nulla ed il Catanzaro giochera’ a Vibo con il vantaggio di due risultati utili su tre. Bastera’ non perdere, ma non c’e’ piu’ spazio per sbagliare. Ogni errore di Allenatore e Calciatori costera’ caro, tanto caro quanto una retrocessione.

 

TM

A proposito dell’autore

Tony Marchese

Tony Marchese

15 Commenti

  • E’ un anno che scrivo che a centrocampo devono giocare fissi Icardi, Maita e Van Rasbeek. Ed è un anno che non ho il piacere di vederli giocarli tutti e tre. In compenso di volta in volta tutti gli allenatori ci hanno riproposto Carcione che oggi in 60 minuti ha toccato una palla spedendola dall’out destro direttamente in tribuna ovest. Contentissimo della sua prestazione Erra ha preferito togliere Icardi che comunque è stato uno dei più positivi giocatori di questa annata maledetta e soltanto sull’1-2 temendo una insurrezione popolare ha spedito negli spogliatoi il fantastico numero 5. Nonostante le idiozie di Erra abbiamo il misero vantaggio di un goal che a Vibo dovremo difendere coi denti e forse sarebbe il caso di affidare la squadra a Giampà o a Spelta ritirando ogni possibilità decisoria a questo pseudo allenatore. Loro finché sono stati in 11 si sono dimostrati una squadra coesa e temibile soprattutto in attacco. E sarò il primo a dispiacermi di una eventuale retrocessione che cmq spero non avvenga così noi ci vedremo un altro derby ed il Rende uno col Cosenza

  • Ci è andata di lusso: finchè ha giocato in 11 la Vibonese ha fatto Brasile (quello di una volta). La squadra ha onorato la maglia, i limiti tecnici sono evidenti. Domenica prossima occorrerà un altro miracolo: teniamo comunque presente che siamo ancora in credito con la sorte. Forza Catanzaro e grazie a Petilia Policastro per lo striscione. P.S. Non sono un estimatore del presidente, ma oggi, con quella posta in palio, era il caso di perseverare a sbandierare "Cosentino vattene"?

    • ma se non si sente da 1 anno. si nasconde, non fa iniziative per incentivare il publico. che gli costava abbassare i prezzi per la partita di oggi o ridurre il prezzo del biglietto per gli abbonati? ci sarebbe stato il doppio della gente oggi allo stadio. se ne deve andare. al gol del 2-1 per la vibonese è rimasto inerme in panchina. ormai è finito

  • erra ma sei rincoglionito o cosa?? ma si capisce benissimo che non è cazzo di carcione, che ci sta remando contro! quando lo capisci che devi far giocare a tutti i costi van rasbeck e basrak? a vibo col sangue agli occhi, come hanno fatto loro con noi oggi. FORZA MAGICO

  • Caro Erra, sono stato sempre un tuo grande estimatore, ma con molta franchezza ora è arrivato il momento di dirti che non capisci un cazzo, sei un presuntuoso e soprattutto recidivo. Ancora non hai capito che a centrocampo non si può giocare con due lumache come Carcione e Maita. Il primo, è proprio da non farlo sedere neanche in panchina poiché influenzerebbe anche gli altri, quanto al secondo sarebbe il caso che gli venga affiancato un giocatore veloce non un altro morto. Inoltre caro Erra, questa squadra è priva di tutto, è formata da gente svogliata ma questa è solo colpa tua, non sai inculcare un gioco, stimoli. niente, hai avuto capacità di rendere una qualsiasi squadra. insignificante, il Barcellona. Riesci a far apparire un calciatore dalle qualità eccelse, vedi ICARDI, uno quasi inutile. Comunque vada forza giallorossi sempre

  • Mettiamo da parte qualsiasi polemica: sarebbe inopportuna ed intempestiva in questo momento molto delicato. Pensiamo alla partita di domenica prossima a Vibo.

  • concordo con te fratello giallorosso Saro ma molti pseudo tifoni ancora non mettono da parte bighe e beghe….da farle dopo che ci si è salvato e trovo anche io inopportuno ora sbandierare cosentino vattene

  • Si però fratelli giallorossi spiegatemi COME CAZZOOOOO gli è venuto in mente a Erra di far giocare Carcione.<br />
    E’ incredibileeee una cosa del genere. A salvezza acquisita dobbiamo mandare a casa anche Erra che, stimavo, ha perso l’intelletto, non capisce più niente.

  • era ora che vi accorgeste di che razza di incompetente è erra. peggio di quelli che lo hanno preceduto. Se vogliamo salvarci devono mandarlo via da subito

  • Stiamo calmi pensiamo solo a questa benedetta salvezza e venite a Vibo con Carcione o cu a buonanima e jeje’ salviamoci e poi mandiamo a fare in kulo tutti sti lordo il! Forza Aquile

  • Mi pare sia stato chiarissimo il commento di un tifoso nel post partita con la Vibonese. "Domenica prossima lasciate perdere comunioni e cresime e precipitatevi a Vibo con la squadra! Chiedete al vescovo di posticipare le cerimonie. C’è IL CATANZARO DA SALVARE".

Lascia un commento