La Striscia

Catanzaro-Vibonese, Ci siamo

Francesco Panza
Scritto da Francesco Panza
Gli esami sono finiti. Ognuno si gioca il futuro. Stavolta c’è in palio la salvezza della città e della società
 

La vigilia di Catanzaro-Vibonese scorre via veloce, aiutata dal vento che in queste ore soffia forte sui tre colli. Alle 16.30 di domani sarà calcio giocato. In palio c’è il presente, ma ancora di più il futuro. Ne è consapevole mister Erra che ha parlato ai microfoni ribadendo concetti semplici. 

Ads336x280

Gli esami sono finiti. Ognuno si gioca il futuro. Stavolta c’è in palio la salvezza della città e della società“.

Inevitabile un passaggio sui numerosi messaggi di supporto arrivati negli ultimi giorni dalle vecchie glorie del Catanzaro. “Chi indossa questa maglia è consapevole del passato. Vedere tanti personaggi così carismatici tenere alle sorti della società fa piacere, ma ora è il momento di agire“.

Pochi indizi sulla possibile formazione di domani. Di certo non sarà dell’incontro Cunzi, aggregato al resto della squadra ma indisponibile. Stessa situazione per Campagna, mentre Patti dovrà scontare l’ultima delle tre giornate di squalifica inflitte dopo l’episodio nel match di campionato a Vibo.  

Dal punto di vista tattico, molto dipenderà dagli interpreti a cui il tecnico sceglierà di affidare una maglia da titolare. Nel corso della conferenza stampa, Erra ha dichiarato che potrebbe esserci un maggior tasso di esperienza ma non si è sbilanciato sulla scelta dei moduli, anche se è intuibile che la scelta sia fra il 4-4-2 e il 3-5-2. 

Al netto della pretattica, la sensazione è che quella di domani sarà una partita giocata sul filo del rasoio, magari decisa da un episodio. “Nelle 38 partite di campionato, il Catanzaro ha sempre tenuto a livello tattico, siamo mancati a livello mentale in alcuni frangenti – ha ribadito Erra – . Si giocherà sull’episodio. Ci siamo allenati molto sulle distanze e stare qui al Ceravolo ci ha consentito di ambientarci meglio“.

Ads336x280

(Le parole di mister Erra alla vigilia)

 

BIGLIETTI –  Erano circa 3000 i tagliandi staccati alle 17 di oggi. Un numero incoraggiante se si pensa che ieri la prevendita si era chiusa a poco più di 1000 biglietti venduti. si ricorda che domani i botteghini dello stadio saranno aperti dalle 11 fino ad inizio gara. 

 

CAMPILONGO – ” ambientale potrebbe anche essere uno stimolo più che un fatto che possa condizionarli. Poi la squadra avrà solo l’obiettivo di correre più del Catanzaro e fare risultato. Siamo anche consapevoli di avere il ritorno in casa. Ma ci penseremo dopo. Ora è come se giocassimo una gara unica. 

Andremo con rispetto e umiltà, ma anche con forza, intensità, corsa, concentrazione ed equilibrio tattico. Non siamo sprovveduti. Abbiamo una squadra che sa stare bene in mezzo al campo. Siamo consapevoli che sarà iffiicle perché vogliono vincere a tutti i costi con un risultato consistente per stare più al sicuro. Ma la nostra è una squadra che può fare male se gli lasci spazio. ha recuperato ma non sta al 100%, non ho ancora deciso se schierarlo o meno.

Ho scelto le porte chiuse perché credevo che in questo momento la squadra avesse bisogno di concentrAbbiamo lavorato bene nel corso di queste due settimane. Dopo la gara col Messina, i ragazzi erano consapevoli che si sarebbe azzerato tutto quello che era stato fatto durante il campionato. Ora conta solo il raggiungimento dell’obiettivo. Ho seguito gli interventi dei grandi ex giallorossi, ma alla fine in campo ci vanno i giocatori attuali. Abbiamo grande rispetto per questa città e per la tifoseria. Credo che il fattoreazione e tranquillità.

Credo che nessuno possa contestare chi in passato sia stato tifoso del Catanzaro e lo è ancora oggi,  è normale che noi abbiamo creato un gruppo di giocatori che negli ultimi tempi ha fatto avvicinare tanti tifosi alla squadra. Questo credo che abbia contribuito a creare un po’ di “vibonesità”. 

Adotteremo il nostro collaudato 3-5-2, potrà cambiare qualche interprete ma l’approccio tattico sarà il solito, con la possibilità di variare in base alle circostanze della partita. 

Non ho ancora deciso per quanto riguarda alcuni ruoli in avanti ma anche in difesa sul settore destro. Molto dipenderà da chi mi darà più garanzie sotto il profilo fisico e tattico. Ma alcune scelte dipenderanno anche da come scenderà in campo il Catanzaro. 

I ragazzi sono consapevoli dell’importanza. Vogliamo salvarci perché non possiamo buttar via un lavoro del genere. Abbiamo una società che ci fa star bene, si lavora con grande serenità anche sotto il profilo economico.” 

Salvatore Ferragina

A proposito dell’autore

Francesco Panza

Francesco Panza

9 Commenti

  • E’ importante che Erra non faccia stupidaggini e a centrocampo schieri gli unici che hanno dato affidamento sempre. Icardi, Maita, Van Rasbeek. Domani si puoò giocare con un 4-3-1-2 , perché si deve vincere, magari con Giovinco dietro Sarao e Zanini. Peccato per le assenze di Cunzi e Patti.

  • Ha le spalle strette.<br />
    E nn credo che, comunque vada, il ragazzo si farà.<br />
    Cammina in punta di piedi non per educazione, ma perchè nn sa usare il tallone: il "calcagno"!<br />
    Mah…speriam bene.<br />
    <br />

  • Vuoi vedere che questo mette in campo Carcione per rallentare il gioco e dare qualche possibilità di vittoria alla squadra avversa? Ma, che DIO ci dia una grande mano…………………………….

  • Ricordate anconetani Sibilia e rozzi che spargevano sale in campo. Con tutti i menestrelli chevsi son visti bisognerebbe pensarci

  • D’accordo sul fatto che è in gioco la salvezza della società. Per salvare la città invece credo che occorra molto di più e che ha poco a vedere col calcio. Non carichiamo questi ragazzi di responsabilità che dovrebbero competere ad altri. Loro possono solo salvare la categoria. Altrimenti sarà solo un’altra delle amare sconfitte che la città sta subendo.

  • Non sono un menagramo e non mi voglio sostituire agli intenditor du pallone che si aggirano nel capoluogo calabrese. Dico solo che se oggi il Catanzaro non batte la vibonese con almeno tre gol di scarto sarà dura pensare di salvarsi senza passare dalla già nota formula del ripescaggio…<br />
    Sempre avanti aquile

Lascia un commento