Il Punto

Cinquina Catanzaro! Terno per Nocerina, Perugia e Paganese

Cadono Carrarese e Prato. Solo un pari per Frosinone e Benevento

Bastano 2 minuti al “Curi”, per regalare un importante record al centravanti Perugino Ciofani. Perugia subito in vantaggio dunque sulla Paganese, e centesimo gol in carriera per il bomber biancorosso.Gol nato da una manovra del solito Politano, ottimo in avvio di gara e trascinante sulla fascia. Paganese mai pericolosa a parte in una circostanza, con Orlando che conclude in modo troppo debole su Koprivec.

La gara prosegue più come una partita a scacchi, con i centrocampi che tengono bene e pochissime occasioni da gol da entrambe le parti. Si va all’intervallo con i grifoni in vantaggio per 1 a 0.Inizia la ripresa con lo stesso copione del primo tempo. Al 57′, lo straripante Politano ruba palla sul fondo, e con un sinistro impegna Robertiello che non trattiene, sulla ribattuta ancora Ciofani insacca il 2 a 0. La gara procede tutta in favore degli Umbri, ed al 75 la Paganese resta anche in 10, per la perdita di Calvarese per infortunio (quando il club campano aveva già esaurito le sostituzioni).

Sullo scadere, c’è ancora tempo per il Politano-Ciofani show, con il centravanti biancorosso che sigla la personale tripletta e chiude il match. 3-0 per il Perugia, e grifoni che salgono a 21 punti e scavalcano gli azzurrostellati fermi a 20.

Perde ancora in trasferta il Sorrento, nel derby contro la Nocerina. Padroni di casa in vantaggio con Mazzeo al 18 e padroni del campo in lungo e largo. Al 47 è Daffara a trovare il raddoppio per i molossi.

Passa appena un quarto d’ora e Negro cala il tris. Notte fonda per il Sorrento, che trova il gol della bandiera (primo gol in trasferta per la compagine sorrentina) solo su calcio di rigore.

Bernardo s’incarica della trasformazione e fissa il punteggio sul 3-1. Nocerina che agguanta così la zona playoff a 23 punti, Sorrento sempre più distante dal resto del gruppo a quota 8.

Quota 8 anche per il Barletta.Biancorossi vicino al colpaccio e raggiunti solo nel finale dal Benevento fra le mura amiche. Gara impantanata sullo 0 a 0 per tutto il primo tempo, con il Benevento che sembra veramente la bruttissima copia della squadra super quotata dei pronostici di inizio stagione.

A trovare il gol è proprio la squadra biancorossa, che passa al minuto 52 con Burzigotti. La festa dura poco però, e gli ospiti trovano subito il pari dopo appena 5 minuti con Mancosu.

Nel finale Barletta ancora in vantaggio, a 10 minuti dal termine. Questa volta è Carretta a riportare in vantaggio i pugliesi. Quando il risultato sembra acquisito, Montini al minuto 89 firma il 2 a 2. Punto inutile per il Barletta, che resta ultimo a quota 8. Benevento sempre in zona pericolo con una classifica sempre più corta a quota 19.

1 punto più giù il Catanzaro, assolutamente straripante sul Gubbio.

Il Catanzaro parte abbastanza bene, ma sono gli ospiti a trovare il vantaggio con Guerri al 26. 2 minuti più tardi però, il Sig. Lanza espelle Boisfer per doppia ammonizione.

Sul calcio di punizione che ne consegue, Fioretti svetta più alto di tutti e beffa il portiere eugubino per il pari.Passano appena 8 minuti e uno strepitoso Russotto trova il gol del 2-1 per i giallorossi. Rimonta completata prima dello scadere del primo tempo.In avvio di ripresa, il Catanzaro trova subito il terzo gol. Con Fiore bravo ad approfittare su una bellissima azione del solito Russotto.

Il Catanzaro spreca tanto, e il Gubbio punisce i giallorossi e riapre la gara con Galabinov al minuto 67. Ma le aquile hanno un Russotto in più, e dopo solo 3 minuti calano il poker.

All’89 c’è tempo anche per la prima marcatura stagionale di D’Alessandro, che supera il portiere ospite ed insacca per il definitivo 5-2.Catanzaro sempre più vicino alle squadre fino a qualche settimana fa lontanissime a 18 punti, e Gubbio fermo a 22.

Vince anche l’Andria BAT, che stende il Prato con un secco 2-0. A segno per i pugliesi Innocenti, che trasforma al 43 ed al 45 due calci di rigore.

Prato fermo a 22 ed Andria che sale a 17 e non perde il gruppo delle inseguitrici. Cade la Carrarese in casa del Latina.

Toscani costretti ad arrendersi ad un gol di Agorodin al 14 minuto. Gialloblù sempre giù a 10 punti, e Latina solitaria al secondo posto a 27.2 punti più su la capolista Avellino, che sbanca Pisa nell’anticipo di Venerdì con un rotondo 3 a 0.

A segno per gli irpini Biancolino e Castaldo (su calcio di rigore) e Bariti che in pieno recupero arrotonda il risultato per i biancoverdi.Nell’altra gara, pareggio per 1 a 1 fra Frosinone e Viareggio.Canarini in vantaggio con Frara al 60, raggiunti al 94 dai toscani con Conson.

Per i ciociari, la vittoria manca dalla trasferta di Catanzaro.

Vito Tortorella

A proposito dell’autore

Salvatore Ferragina

Lascia un commento