La Striscia

Da stasera squadra in ritiro. Oggi la visita di Franco Soldati, presidente dell’Udinese

Redazione
Scritto da Redazione
Massima concentrazione per chiudere in anticipo la pratica salvezza. Sabato ancora dolorante, Spighi in dubbio. Oggi visita di Franco Soldati, presidente dell’Udinese. All’orizzonte una possibile collaborazione con il club friulano
 

Meno tre al match delle 14.30 di domenica contro il Siracusa. Quella contro gli aretusei sarà l’ultima gara casalinga della regular season e un risultato positivo potrebbe segnare il passo decisivo verso la salvezza e consentire di affrontare con maggior tranquillità gli ultimi due match in casa di Fondi e Paganese.

Ads336x280

L’importanza dell’incontro è palese e la società giallorossa ha scelto di non lasciare nulla di intentato al punto che da stasera la squadra è andata in ritiro presso il Mirabeau Park Hotel di Gasperina per preparare al meglio il match, ulteriormente complicato da squalifiche e infortuni.

Il derby di domenica scorsa, infatti, ha lasciato in dote tre squalificati (Nordi, De Giorgi e Onescu) e un infortunato, Sabato, ancora dolorante nonostante abbia ripreso ad allenarsi con il resto del gruppo. Anche Spighi da qualche giorno non si è allenato al meglio a causa di qualche problema muscolare.

Da qui i dubbi di mister Pancaro e la necessità di aspettare i prossimi allenamenti per capire la condizione della rosa e scegliere l’undici titolare. Di sicuro ci sarà l’esordio stagionale di Marcantognini in porta. Il giovane portiere ha parlato oggi in conferenza stampa dichiarandosi “contento dell’occasione perché si tratta di una gara carica di responsabilità e voglioso di portare a casa i punti necessari per la salvezza”

La preparazione proseguirà domattina al PoliGiovino, mentre la rifinitura si svolgerà sabato al “Ceravolo”.

Ads336x280

ASSE CATANZARO-UDINESE – Il presidente dell’Udinese Franco Soldati assieme al figlio, Federico, sono stati ospiti, questa mattina, del presidente del Catanzaro Calcio Floriano Noto.

Un incontro cordiale che rientra nei rapporti di amicizia personale e di lavoro tra gli imprenditori e che ha portato i vertici bianconeri a visitare le strutture sportive in cui si allena e gioca la formazione giallorossa: il PoliGiovino e lo stadio “Ceravolo”.

Il tutto si è svolto anche nell’ottica di una possibile collaborazione con il blasonato sodalizio friulano, da anni stabilmente protagonista in serie A.

Francesco Panza

 

 

MARCANTOGNINI IN CONFERENZA STAMPA

 

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

12 Commenti

  • Ahhh beh! Se si andasse verso una collaborazione con l’Udinese, le Aquile entreranno in una botte di ferro. I friulani, notoriamente, sono figliocci dei "non colorati" di Torino (assieme a tanta altra gente del calcio….De Canio, Gasperini…..) e quindi qualche buon giocatore potrebbe arrivare anche a CZ. Personalmente, quella gente mi ripugna non poco, ma è pur vero che da certa robaccia nascono i fiori! AVANTI AQUILE.

  • E’ da un secolo che auspico una "collaborazione" con una squadra di Serie A, senza di quella una città obiettivamente piccola e senza grandi risorse come Catanzaro, non va da nessuna parte, se non restare perennemente e in modo ANONIMO in serie C. Di certo l’Udinese non è il top, ma ha una ricca esperienza nell’individuare giovani talenti soprattutto esteri. Se sono rose fioriranno.

  • In serie C non basta la tecnica di giocatori provenienti da categorie superiori (che poi sarebbero della berretti) mandati per farsi le ossa, ma serve sopratutto gente di categoria esperta , cattiva, furba e scaltra che con espedienti riescano a formare un gruppo tosto che incutono timore agli avversari e perché no anche agli arbitri che in questa categoria non guasta!…quindi l’ossatura della squadra deve essere di quei calciatori top della serie C circondati da vere promesse del calcio che buttano l’anima in campo.

    • Concordo che l’ossatura deve essere di calciatori di categoria, tosti-esperti-picchiatori-simulatori-fotti arbitro, ma non mi dire che un pò di tecnica ti farebbe schifo. Se pensi che l’unico calciatore che da del tu al pallone quest’anno è solo Maita e guarda che fine abbiamo fatto: lottare sempre per non retrocedere. Ci vogliono ANCHE E SOPRATTUTTO gente che sa stoppare- dribblare- tirare- saper fare un cross- ecc. ecc. e questo come li chiami tu GENTE DI CATEGORIA non lo sa fare. Infatti chi ha CALCIATORI SUPERIORI E DI CLASSE sta lottando per la serie B. Capito mi hai!!!

  • Cara redazione che io non mi sia perso qualche articolo non potreste intervistare Salvatore ferragina così ci dirà le sue impressioni da dentro la società quali sono e ci racconterà la sua esperienza vissuta all’interno dello spogliatoio

  • Aquiladelnord, se come tifosi siete gemellati con la fiorentina vi potreste scambiare tra ultras, per quanto riguarda i calciatori lascia perdere, e prendiamoli dalla Juventus che è meglio.

    • La Juventus non ha questo grande vivaio è meglio quello dell’Atalanta, comunque nel tifo la storia conta e noi con la Juventus non abbiamo mai avuto un buon rapporto

Lascia un commento