Paso Doble

Ettore Gliozzi, fisicità e cattiveria agonistica per il bomber di Siderno

Il bomber del Südtirol è un classe 1995 nato a Siderno. Scopriamo le sue caratteristiche nella scheda di Nicola Agosti
 
Fonte: img.gqitalia.it

Parte oggi la nuova rubrica “Paso Doble” dedicata ai prospetti più interessanti che militano in Lega Pro.

Un appuntamento bimensile curato da più autori che contribuiranno a rendere sempre più affascinante questa rubrica.

La prima scheda di Nicola Agosti descrive Ettore Gliozzi, punta centrale del Sassuolo attualmente in prestito al SudTirol.

Ho deciso di fare quest’esperienza perché è il posto ideale per un giovane, per crescere in tutta tranquillità e trasformarmi da giovane promessa a giocatore adulto”. 

Con queste parole si è presentato Ettore Gliozzi ai microfoni del canale ufficiale della formazione altoatesina.  

Dotato di una buona struttura fisica, quasi 80kg distribuiti su 1,86m d’altezza, dagli addetti ai lavori del nuovo club è stato paragonato al primo Luca Toni.  

Gliozzi è un giocatore forte fisicamente e bravo in tutti i fondamentali, anche se, come lo stesso giocatore afferma, deve migliorare nella gestione della palla; meno tocchi di prima, dati forse da una grande sicurezza nei propri fondamentali, e più calcio ragionato. Questo è quello che gli chiede mister Stroppa.

Ads336x280

Nato a Siderno il 23 settembre del 1995, Gliozzi comincia a muovere i primi passi e a farsi notare nel calcio che conta nel Sassuolo, a partire già dagli Allievi. Con gli emiliani in Primavera disputa 52 match mettendo a segno 19 reti, con un intermezzo nel Napoli con cui ha disputato 2 match durante il Viareggio 2014. 

Sotto l’ala di mister Mandelli, Gliozzi cresce, non solo fisicamente e calcisticamente ma anche caratterialmente. 

L’esordio con la prima squadra avviene nel gennaio del 2014 nella sconfitta per 2-0 contro il Torino, poi tanta panchina e svariati infortuni. Una seconda possibilità gli viene data da Di Francesco nel dicembre dello stesso anno in Coppa Italia contro il Pescara

Quel Sassuolo però è la formazione di Berardi e Zaza, così la dirigenza emiliana manda in prestito Gliozzi al Forlì dove, vittima di un infortunio al ginocchio che non lo fa rendere al meglio, colleziona solo due presenze. Troppo poco per pensare di rimanere in pianta stabile a Sassuolo, e così il 1 luglio 2015 passa in prestito annuale al SudTirol. Con la squadra di Stroppa ha disputato sino ad ora 19 partite nel girone A di Lega Pro, mettendo a segno 9 reti con una media di un gol ogni 79′.

Se cercavate la caratteristica dominante di questo giocatore è proprio questa, il senso di gol.

In molti potrebbero storcere il naso considerando che di questi 9 gol ben sei sono stati messi a segno dal dischetto, ma essere un bomber di razza vuol dire anche questo, segnare ad ogni occasione, anche su calcio di rigore, soprattutto se 4 di questi sono stati segnati in zona Cesarini. Per questo motivo molti lo paragonano al Ganz di fine carriera o al jardinero Cruz.

Questa stagione al SudTirol lo sta consacrando ad alti livelli e la dirigenza del Sassuolo è vigile sulla crescita del ragazzo.

Ads336x280

Ettore Gliozzi

Ruolo: Attaccante

Club: SudTirol

Data di nascita: 23/09/1995

Luogo di nascita: Siderno

Nazionalità: italiana

Valutazione: 250 mila €

Scadenza contratto: 30/06/2016

 Nicola Agosti

A proposito dell’autore

Arturo Ferraro Pelle

22 Commenti

Lascia un commento