Paso Doble

Filippo Stevanin: la bandiera del Bassano che sogna la B

Il classe ’94 continua il suo percorso di crescita e sogna di regalare la promozione al suo pubblico
 

Le bandiere nel calcio, si dice, non esistono più. Filippo Stevanin in parte lo è.

Nato il 18 luglio, lo stesso giorno di Giacinto Facchetti, del 1994 a Bassano del Grappa, Filippo Stevanin ha iniziato la propria carriera calcistica nell’Angarano, la squadra del quartiere, per entrare poi all’età di nove anni nelle giovanili del Bassano Virtus, la squadra della sua città dove milita tutt’ora.

Ads336x280

Prima di arrivare in prima squadra sono passati però nove anni di sacrifici tra scuola, tanta, e calcio, ancora di più. Ragazzo di enorme talento e dedito al lavoro, il 3 ottobre 2012 esordisce con la maglia dei “grandi” del Bassano nel match di Coppa Italia contro il Treviso.

«Giocare in prima squadra – ha raccontato Stevanin – rappresenta per me un grande traguardo raggiunto. Avendo fatto tutto il settore giovanile nel Bassano, essere in prima squadra fra i professionisti è un desiderio che si avvera».

Dopo una prima stagione giocata con continuità, nelle due successive stagioni Stevanin ha visto alternarsi le tante panchine ai pochi minuti in campo. “In quattro anni – ricorda il ragazzo – sono cambiati ben quattro allenatori. Il primo anno, a livello personale, ho giocato molto mentre le due stagioni successive meno. Dipende molto dalla fiducia che l’allenatore sente di doverti dare e da quello che il mister riesce a trasmettere al giocatore. Ad esempio quest’anno non partivo titolare ma attraverso il duro lavoro e gli allenamenti sono stato bravo a mettermi in mostra e conquistare la fiducia dell’allenatore.”

Fiducia conquistata in questa stagione con mister Sottili, colui che ha creduto maggiormente in lui insieme a Rastelli, il suo primo tecnico da pro, e Berrettoni, suo mentore e maestro bravo ad usare sia il bastone che la carota. In questa stagione, dopo aver giocato solo 18′ nelle prime due giornate di campionato, Stevanin si è preso il posto da titolare senza più lasciarlo, diventando il faro del reparto arretrato dei veneti che puntano alla Serie B.

Ads336x280

Stevanin è un laterale basso atipico, come lo era Facchetti (a cui però siamo ben lungi dal paragonarlo, non tanto perché non crediamo nel ragazzo ma perché il paragone è troppo importante al momento). Alto 183cm, fa delle lunghe leve e del corpo agile e snello i suoi punti di forza per difendersi dalle folate offensive degli esterni avversari, per poi attaccarli a sua volta in velocità.

Dotato di una buona tecnica con il suo sinistro riesce ad offrire diversi assist ai propri compagni. In fase offensiva inoltre è un’arma molto importante sui calci piazzati per via dell’alta statura (il primo gol con i pro l’ha siglato proprio di testa). Queste caratteristiche portano il classe ’94 a ricordare Antonelli, che fa del gioco aereo e delle scorribande offensive il proprio marchio di fabbrica.

Giocatore e ragazzo molto umile, Stevanin per ora ambisce a fare il salto di categoria con il suo Bassano, nella speranza di regalare la promozione al suo pubblico.

Le sue doti non si discutono e siamo certi che il ragazzo farà parlare di se in futuro. 

FILIPPO STEVANIN

Ruolo: Difensore

Club: Bassano Virtus

Data di nascita: 18/07/1994

Luogo di nascita: Bassano del Grappa

Nazionalità: italiana

Valutazione: 200 mila €

Scadenza contratto: 30/06/2017

Nicola Agosti

A proposito dell’autore

Arturo Ferraro Pelle

3 Commenti

Lascia un commento