Avversario di turno

Foggia, la Serie B come unico obiettivo

Allo “Zaccheria” andrà in scena un testa-coda valido per la 14^ giornata di Lega Pro. I padroni di casa vogliono tornare alla vittoria dopo tre pareggi consecutivi
 
Stroppa allenatore Foggia

Domenica alle 20:30 allo stadio “Zaccheria” di Foggia, i padroni di casa ospiteranno il Catanzaro per la 14^ giornata del Girone C di Lega Pro.

Ads336x280

Le due formazioni stanno affrontando campionati diametralmente opposti. Il Foggia occupa il secondo posto in classifica insieme al Matera e al Lecce e ha come obiettivo primario il salto di categoria, sfumato nella scorsa stagione nella finale play-off contro il Pisa. I giallorossi calabresi, invece, annaspano nei bassifondi della classifica e nell’ultima giornata la sconfitta contro il Catania li ha fatti sprofondare all’ultimo posto della graduatoria.

Questo scontro si può quindi definire come un vero e proprio testa-coda, con l’aggravante per il Catanzaro che il Foggia in casa è stato finora una macchina perfetta, portando a casa 4 vittorie e 2 pareggi con 11 gol fatti e solamente 2 subiti.

Nel computo totale, invece, i rossoneri  hanno ottenuto 7 vittorie, 5 pareggi e 1 sola sconfitta con 19 reti fatte e 10 subite. Nelle ultime tre gare però i satanelli hanno frenato bruscamente, riuscendo ad ottenere solo tre pareggi.

La partita come si può ben intendere sembra alquanto proibitiva per il Catanzaro, considerando anche le numerose assenze per squalifica che falcidiano la formazione giallorossa. Il Foggia, rispetto alla scorsa stagione ha cambiato trainer passando da De Zerbi a Stroppa. La rosa invece è stata puntellata nei reparti per trovare maggior equilibrio rispetto allo scorso anno e sopperire alle partenze importanti come quella di Iemmello.

Mister Stroppa per la gara contro il Catanzaro confermerà il 4-3-3 visto finora, con l’assenza del centrale Martinelli, appiedato dal giudice sportivo.

A difendere i pali dei satanelli troveremo Guarna, nativo proprio di Catanzaro. La difesa a quattro sarà formata da Angelo a destra, Empereur e Loiacono al centro e Rubin a sinistra.

Il trio di centrocampo vedrà Vacca vertice basso con Agnelli e Gerbo ai suoi lati.

Ads336x280

In attacco invece ci sono i dubbi maggiori per Stroppa, Sarno e Maza dovrebbero essere i titolari sicuri mentre per il ruolo di punta centrale sarà ballottaggio tra Padovan e Letizia, con Mazzeo che non sembra ancora al 100% dopo il problema tendineo avuto nelle scorse settimane.

Il Catanzaro dovrà sicuramente sudare le proverbiali sette camice per tornare a casa con un risultato positivo. Dal canto suo, il Foggia ha voglia di riscatto dopo i tre pareggi consecutivi e vuole mettere a tacere i malumori sorti nelle ultime settimane.

Zavettieri avrà il compito di inventarsi totalmente il reparto arretrato e soprattutto dovrà cercare di dare serenità ai giallorossi che non vivono una situazione psicologica ottimale. Sarà fondamentale arginare il reparto centrale del Foggia che può contare su tre ottimi palleggiatori e cercare di prestare attenzione alle ali avanzate che sono delle vere e proprie spine nel fianco. La tattica potrebbe essere quella di cercare di pungere in contropiede, poiché allo stato attuale sembra altamente improbabile vedere un Catanzaro che da ritmo e spinta alla partita.

Probabile Formazione 4-3-3: Guarna; Angelo, Empereur, Loiacono, Rubin; Vacca, Agnelli, Gerbo; Sarno, Maza, Padovan(Letizia). All. Stroppa

Luca Pagano

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

5 Commenti

  • 10 mila tifosi di media. Noi invece 10 mila iscritti a us.net e 700 allo stadio. Per quanto sia contento per us ma non ci vuole il premio Nobel DULBECCO per capire che che c’e’ un problema. Voju ma viju ma un voju ma pagu

  • Oltre 10.000 spettatori, incredibile un pubblico da serie , è un circolo virtuoso, con quel pubblico hanno anche i soldi per migliorare la squadra.

  • La partita di domani sara la seguente: catanzaro che si impegna e cerca in tutti i modi di tenere la palla lontano dalla propria area di rigore, a tratti ci riesce e ci sara pure qualche timida ripartenza. Poi arrivera il gol del foggia, a limite grazie a qualche errore arbitrale e ci affosseranno di nuovo. ci ritroveremo qui a scrivere le stesse cose domani sera, verso le 10,30 piu omeno.

    • Perlomeno non scriveremo di quelle due teste di minchia che ci stanno facendo venire il sangue acido ogni domenica e questa e’ già una gran cosa (e pensa che a uno dei due gli hanno dato pure la fascia da capitano)

Lascia un commento