Dalla Redazione

Fondi – Catanzaro 2-1

Tony Marchese
Scritto da Tony Marchese
Doppietta di Tiscione, non basta Cunzi. Le Aquile finiscono terz’ulitme, Fondi ai playoff

Meglio solo di Taranto e Melfi. E’ questo l’amaro verdetto alla fine del campionato. Il Catanzaro dovra’ giocare il playout per non retrocedere tra i Dilettanti contro la Vibonese, con la squadra dell’ex provincia catanzarese che ha il favore del campo. Appuntamento quinid a fra due settimane con la partita d’andata Catanzaro – VIbonese.

La gara di oggi era iniziata con il Fondi che al piccolo trotto metteva sotto le Aquile che come al solito in trasferta hanno avuto un atteggiamento svagato. I ragazzi di Erra hanno difficilmente superato la meta’ campo, quasi mai azzeccato tre passaggi di fila, ed e’ solo per la scarsa vena dei padroni di casa che non sono subito andati sotto. Il gol comunque giunge al 34′ quando Tiscione parte sulla destra e punta Imepriale, il terzino temporeggia, Tiscione prende la mira e trafigge De Lucia con un forte tiro che si insacca sotto la traversa. 

Ads336x280

La ripresa inizia con l’immediato raddoppio dei padroni di casa. E’ ancora Tiscione (47′) che da destra riceve un passaggio filtrante e con un pallonetto trafigge De Lucia in uscita. A questo punto il Catanzaro si sveglia.

Erra mette mano ai cambi ed oltre a Cunzi che nell’intervallo aveva sostitutito Pasqualoni, fa anche entrare Basrak per Imperiale. Squadra ridisegnata con il 4-3-3, ma nel corso della gara salteranno schemi e dettami tattici. Infatti i ragazzi del Presidente Cosentino stazionano in campo avversario pressando come mai hanno fatto quest’anno in traferta. Il risultato e’ una miriade di gol sbagliati dai giallorossi, ed una interminabile sequenza di salvataggi di De Lucia sugli avanti del Fondi che hanno incredibilmente mancato l’ulteriore segnatura. Al 70′ a rendere le cose piu’ avvincenti arriva la segnatura di Cunzi, al termine di una bella azione al limite dell’area tutta di prima al volo il minuto attaccante catanzarese con un pallonetto supera Baiocco.

Fino alla fine si altrnano tentativi del Catanzaro da una parte e contropiede pericolosi e spesso in superiorita’ numerica dall’altra, ma il risultato non cambia neanche dopo i 5 di recupero.

Con questa ennesima vergognosa prestazione il Catanzaro termina mestamente al ter’ultimo posto, e si giochera’ la permanenza tra i professionisti nella doppia sfida contro la Vibonese.

 

TM

A proposito dell’autore

Tony Marchese

Tony Marchese

4 Commenti

  • ricordo che preiti ad agosto puntualizzo’ su un quotidiano locale le sue benemerenze che non era responsabile nei fallimenti astrea ( squadra del suo ex datore di lavoro), cisco roma, parma , e quest’estate aggiungera’ in un aggiornamento il Catanzaro. Il presidente Cosentino come i cinesi (vedi inter)non essendo pratico di calciatori viene truffato dai suoi manager. E mi dispiace tanto

  • Come dice la mia mamma, catanzarese di via Schipani…"cchiù scuru da a menzanotta ‘on pò vvenira", per cui voglio faticosamente convincermi che lo spauracchio Vibonese sarà da stimolo per il gruppo giallorosso. E’ vero…giocando meglio avremmo potuto incontrare il più debole Melfi ma, se ricordiamo, l’anno scorso la salvezza fu conquistata anche a spese loro…nel senso che sKaramantiKamente i lucani ci hanno già dato. Meglio (si fa per dire..) cambiare avversario. Ma che tristezza però, CHE TRISTEZZA. Risalite quella biscaggina e tornate a bbbOrdO, cazzo!!!

Lascia un commento