Paso Doble

Giulio Bizzotto, idee chiare e qualità da bomber

Redazione
Scritto da Redazione
Attaccante veloce dal baricentro basso, Giulio Bizzotto si conferma tra i migliori prospetti Under 20 della Lega Pro

Ha la faccia d’angelo ma dentro a dominare è il fuoco. In sostanza è questo Giulio Bizzotto.

Ads336x280

L’attaccante di Bassano del Grappa è uno dei migliori prospetti Under 20 presenti in Lega Pro, nonostante in questa stagione non stia trovando molto spazio in un Cittadella ritornato in Serie B dopo una stagione dominata per larghi tratti del torneo.

Riavvolgiamo però il nastro e torniamo al 15 ottobre 1996 quando Giulio nasce a Nove, vicino a Bassano del Grappa. Dopo aver passato l’infanzia in squadre giovanili della zona passa al Cittadella a soli 8 anni e, nel 2013, diventa parte integrante della rosa di Foscarini, dopo ben 21 reti in 49 presenze con la Berretti. Bizzotto ci mette davvero poco a lasciare il segno, tanto da andare in gol all’esordio il 9 maggio 2015 contro la capolista Frosinone, lasciando così al Cittadella una remota speranza di salvezza.

«E’ il sogno di ogni bambino segnare alla prima partita tra i professionisti – ricorda il classe ’96 -. Io ci sono riuscito, anche se mi resta il rammarico di non aver messo dentro il gol della vittoria». In quel finale di stagione Bizzotto scenderà in campo ancora una volta per 13′ contro il Perugia, dimostrando il proprio valore.

Capacità che attirano su di sé l’interesse di una big italiana come la Fiorentina, intenzionata a far maturare un altro talento dopo quello di Bernardeschi. L’arrivo di Paulo Sousa a Firenze blocca la trattativa e lo stesso Cittadella decide di trattenere Bizzotto per puntare subito alla risalita in B.

Le attese però non sono state rispettate e in questa stagione Bizzotto è sceso in campo poche volte, 18 per la precisione tra Lega Pro, Coppa Italia (dove ha messo a segno 5 reti in tre partite, 4 nel 15-0 al Potenza) e CI Lega Pro. Una mancata continuità dovuta al fatto di non essere l’ideale nel gioco di Venturato, il quale preferisce l’esperienza dei vari Sgrigna, Coralli e Littieri. Bizzotto però si è sempre fatto trovare pronto quando è stato chiamato in causa, senza mai lamentarsi per le tante panchine, con una maturità fuori dal comune riconosciuta dallo stesso tecnico dei veneti.

Attaccante veloce dal baricentro basso (170 cm), Bizzotto può giocare come seconda punta, esterno offensivo o anche prima punta, con un’ottima tecnica e un’intelligenza tattica che pochi hanno a soli 20 anni.

Cosa manca quindi al nativo di Nove per esplodere? «Devo imparare a coprire più la palla ed essere un riferimento per i compagni – ammette Bizzotto – . Venturato queste cose me le dice sempre in faccia e lo reputo importantissimo. Per me è un punto di riferimento e anche se per un periodo ho giocato poco sapevo che aveva fiducia in me e sarebbe arrivata la mia occasione».

Ads336x280

Il contratto di Giulio scadrà questo giugno e le possibilità di vederlo ancora in maglia granata la prossima stagione non sono assolute. Non è da escludere che dopo questo anno in chiaroscuro il classe ’96 possa continuare la sua crescita in Lega Pro per ritrovare quella continuità che ha perso in questa stagione. In quest’ottica l’Alessandria, se non dovesse riuscire ad uscire vincitrice dai playoff, potrebbe essere un’ottima soluzione visto il mix di giovani e giocatori esperti che potrebbero aiutare Bizzotto a maturare ulteriormente per la definitiva consacrazione.

Giulio Bizzotto

Ruolo: Attaccante

Club: Cittadella

Data di nascita: 15/10/1996

Luogo di nascita: Nove

Nazionalità: italiana

Valutazione: 350 mila €

Scadenza contratto: 30/06/2016

 

Nicola Agosti

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

5 Commenti

  • l’anno scorso parlai di Grandi come un portierone sperando che venisse a catanzaro, e ifatti oggi mi hanno dato ragione.,,…ebbene sto ragazzo Bizzotto è meraviglioso ricorda un pò il nostro meraviglioso Borghi e vede 100 volte meglio la porta ess3ndo più attancante di lui magari venisse anche lui….

  • Dalla descrizione sembra 100 volte meglio del mitico borghi. Gli auguri di arrivare in A. Ma borghi in A ci arrivo’ e ci fece sognare. Questo ci deve arrivare. Forse e’ meglio dire che se arrivera’ in A potra’ essere meglio di borghi….se arrivera’

  • Ma scusate non mi quadra una cosa. Sono 5 anni che sto tal straniero all’inizio del xampionato suggeriae giocatori e dice lasciateci lavorare e poi a tre quarti di campionato con un voktafaccia a 180 gradi dice che occorreva comprare tre attaccati nullafacienti e due centricampisti boia.

Lascia un commento