Numeri Giallorossi

I numeri di Casertana-Catanzaro

Redazione
Scritto da Redazione
Al “Pinto” di Caserta prevale il segno X nel corso della stagione attuale. Ma il Catanzaro è ancora a caccia della prima vittoria stagionale lontano dal Ceravolo. Finora solo 2 punti in 8 partite con 3 gol segnati e 15 subiti
 
infografica-casertana-cz

Ultimi ma non più così soli. Dopo la vittoria di martedì con la Vibonese il Catanzaro è tornato a -1 dall’ultima posizione utile per i playout.

E oggi la truppa di mister Zavettieri avrà l’occasione di recuperare ancora punti affrontando la Casertana, formazione al momento nel limbo tra paradiso ed inferno (i playoff distano 3 punti mentre i playout solo 4) a quota 21 punti, 23 se non ci fosse stata la penalizzazione.

Ads336x280

I campani, reduci da due sconfitte con Akragas e Matera, stanno mantenendo un rendimento stabile sia tra le mura amiche, dove si giocherà oggi alle 16:30, sia lontano dall’Alberto Pinto. Nell’impianto casertano, infatti, Carlini e compagni davanti ai 1838 spettatori di media, hanno raccolto 1.25 punti grazie a 2 vittorie (Taranto e Siracusa), 4 pareggi (Fidelis Andria, Reggina, Fondi e Juve Stabia) e 2 sconfitte (Monopoli e appunto Akragas) con 8 reti fatte e 7 subite.

Il rendimento lontano da Caserta come detto non differisce molto. I punti per partita sono leggermente meno (1.22) così come è peggiore la differenza reti (9 all’attivo e 13 al passivo, per un 17/20 totale comunque rispettoso).

Gli 11 punti raccolti nei 9 incontri disputati sono frutto di 3 vittorie (Paganese, Vibonese e Cosenza, quest’ultima vittoria risalente al 6 novembre), 2 pareggi (di prestigio con Lecce e Foggia) e 4 sconfitte (Melfi, Virtus Francavilla, Messina e Matera proprio alcuni giorni fa per 4-2).

Stabilità nei risultati quindi (nelle ultime 6 partite sono arrivate equamente suddivise 2 vittorie, pareggi e sconfitte), ma anche una certa continuità per quanto riguarda lo schieramento tattico utilizzato da mister Andrea Tedesco. Da inizio stagione, tranne durante i due impegni di Coppa Italia con Tuttocuoio e Vicenza, il tecnico campano ha sempre utilizzato il 4-3-3 (nelle due occasioni sopracitate ha optato invece per 3-4-3 e 5-4-1).

Per il Catanzaro, invece, potrebbe cambiare il sistema di gioco. Zavettieri infatti potrebbe passare dal 4-4-2 delle ultime partite, mentre in precedenza si erano adottati altri moduli con difese a 3 e centrocampo a 5, al 4-3-1-2.

Per i giallorossi la vittoria di martedì ha portato al terzo successo stagionale al Ceravolo. Le uniche tre vittorie della stagione, infatti, sono arrivate davanti ai 2041 tifosi di media accorsi allo stadio catanzarese (nelle altre 7 partite invece sono arrivati 2 pareggi e 4 sconfitte, per un totale di 1.22 punti partita con 11 reti fatte e 12 subite).

Lontano dalla propria casa, il Catanzaro fatica e non poco. 8 partite, 2 pareggi e 6 sconfitte con appena 3 gol fatti e 15 subiti sono dati che non lasciano ben sperare i tifosi giallorossi che fino ad ora negli altri impianti hanno visto i propri beniamini conquistare solo 2 punti (0.25 per partita).

La prolificità offensiva e la tenuta della difesa poi sono tutte da riprogrammare. Se in casa, come detto, i dati sono quantomeno accettabili, fuori un cambio di rotta deve essere effettuato perché il -13 nella differenza reti (14/27) è proprio frutto dell’inconcludenza sottoporta e degli svarioni nel reparto arretrato, principalmente lontano dal Ceravolo.

Ads336x280

Per quanto riguarda i precedenti, i tifosi del Catanzaro possono abbozzare un mezzo sorriso. Delle 20 sfide che si sono giocate dagli anni ’50 alla scorsa stagione, soprattutto nei primi confronti, i giallorossi hanno prevalso per 9 volte, con 5 pareggi e 6 vittore dei campani.

Risultati capovolti invece se prendiamo in considerazione i risultati delle partite a Caserta. Qui i padroni di casa, su 10 incontri, hanno conquistato i 3 punti per 4 volte contro le 2 del Catanzaro e le 4 X. L’ultimo confronto in terra campana risale al 17 gennaio del 2016 e si concluse 2-2 con il pareggio di Razzitti per il Catanzaro all’89’.

Nicola Agosti

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Lascia un commento