Numeri Giallorossi

I numeri di Cosenza-Catanzaro

Redazione
Scritto da Redazione
Rendimenti e obiettivi diversi per Cosenza e Catanzaro, ma nel derby prevale quasi sempre il segno X. Tutti i numeri del derby di Calabria
 

Derby. Già questa parola basterebbe per illustrare quanto sia importante la partita di giovedì alle 14:30 tra Cosenza e Catanzaro.

Un scontro che mette di fronte due realtà tra le più importanti, se non le più importanti, della Calabria e affonda le proprie radici negli anni ’30 per un totale di 44 match, di cui 17 vinti dal Catanzaro, 9 dal Cosenza e 18 ben pareggi.

Ads336x280

Gli incroci in quel di Cosenza sovvertono quasi totalmente i dati appena riportati, in quanto le vittorie dei padroni di casa sono in totale 8 con 11 X e sole tre vittorie dei giallorossi. A dominare sono quindi sempre i pareggi.

Ed è proprio la parità il responso dell’ultimo confronto al Marulla. Durante la 22esima giornata della scorsa stagione, il 14 febbraio, la partita finì 1-1 con il gol di La Mantia al 56’ che servì ai padroni di casa per impattare la rete di Patti al 43’, mentre nella gara di andata di questo 2016/2017 terminò 3-0 per il Cosenza.

Venendo però ai giorni nostri, il derby Cosenza-Catanzaro mette di fronte due formazioni che non stanno vivendo momenti simili. Ovviamente, guardando la classifica, ognuno penserebbe che sia il Cosenza la squadra in grande spolvero visto il 5° posto in classifica.

Invece sono proprio i giallorossi a vivere un momento migliore grazie ai 5 punti nelle ultime 3 partite. Un Catanzaro che però fuori casa sta faticando e non poco visti i soli 3 punti, frutto di 3 pareggi, in 9 partite (0.33 punti a partita con 3 reti fatte e 15 subite).

Un rendimento migliore i Zavattieri boys lo mantengono in casa grazie alle 3 vittorie, gli altrettanti pareggi e le 4 sconfitte (1.20 punti con 12 reti all’attivo e 13 al passivo, 15/28 in totale e -13 di differenza reti davanti a 1978 spettatori). Il pareggio di sabato col Fondi ha visto l’11 giallorosso tornare, dopo una sola partita in cui si è optato per il 4-3-2-1, al 4-4-2 utilizzato nell’ultimo mese.

Il Cosenza, invece, nonostante il momento non proprio brillante con 2 vittorie nelle ultime 3, sta mantenendo un rendimento più o meno positivo sia al Marulla sia al di fuori di esso.

Ads336x280

Tra le mura amiche la formazione di Roselli non conosce mezze misure davanti 2503 supporters. In 9 incontri sono 3 infatti le sconfitte (Taranto, Casertana e Catania) e 6 le vittorie (Melfi, Vibonese, Francavilla, Paganese, Monopoli e Messina) senza alcun pareggio, portando così a casa 2 punti netti per partita con 13 reti fatte 7 subite.

In trasferta si dimezzano quasi i punti (1.10) con 3 vittorie (Catanzaro, Fondi e Akragas), 2 pareggi (Reggina e Lecce) e 5 sconfitte (Matera, Fidelis Andria, Juve Stabia, Siracusa e Foggia) con ben 14 reti al passivo e 12 all’attivo (25/21 in totale). Camaleontica invece la disposizione tattica. 4-3-3, 4-4-2, 4-3-2-1, 4-5-1 e 4-4-1-1 i sistemi di gioco scelti da mister Roselli fino ad ora, con Gambino stakanovista con 19 presenze e 4 reti, secondo solo a Statella che al momento è a quota 7.

Nicola Agosti

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

1 Commento

  • le 2 realta’ piu importanti della calabria mi sembra un tantino esagerato ,,,visto che la reggina abbia disputato forse anche qualche campionato in piu di noi in serie A ,,,,per cui il cosenza lo tirerei fuori da questa importanza<br />

Lascia un commento