Intervistiamo

Icardi: «Prima l’infortunio, poi una diagnosi errata. Rinnovo? Perché no»

Redazione
Scritto da Redazione
Dopo il lungo infortunio, parla il giovane centrocampista giallorosso classe ’96, rivisto per pochi minuti a Catania e ora rientrato nel gruppo
 
icardi

Ultima partita ufficiale la gara di Coppa a Reggio Calabria nel mese di agosto, poi Simone Icardi è letteralmente sparito dai riflettori.

Ads336x280

Tra voci di un possibile trasferimento e l’infortunio, il talentuoso calciatore romano è tornato ad indossare la casacca giallorossa a Catania negli ultimi minuti di gioco. Il centrocampista ha parlato ai microfoni della stampa.

Il primo argomento discusso non può che aver riguardato i fatti di questi ultimi mesi. «Ci sono state delle trattative a fine agosto non andate in porto. Purtroppo poi mi sono infortunato e per via di una diagnosi non proprio corretta i tempi di recupero si sono dilungati perché sono ricaduto sullo stesso infortunio aggravando la situazione».

Ora però il classe ’96 ha intenzione di rimettersi in condizione. «Non sto sicuramente al 100%. Ho perso questi due mesi ma sto recuperando come meglio posso».

Dichiarazioni anche sul mister e sul nuovo modo di lavorare. Icardi, da mister Dionigi dovrebbe esser visto come esterno di centrocampo. «Questo sistema di allenamenti mi aiuta a rientrare nel più breve tempo possibile. Il tecnico ha le sue idee. Io mi so adattare, ascolto e mi metto a disposizione in qualsiasi ruolo mi impiegherà».

Nel futuro più immediato c’è il Cosenza ed il centrocampista partì titolare in quello sciagurato 0-3 del 28 agosto 2016.

«Non ci siamo ancora vendicati perché al ritorno finì l’1-1 in casa loro, nonostante quella fu un’ottima partita con una situazione pesante anche a livello di assenze. Sappiamo che questo derby può rilanciarci definitivamente. Dobbiamo continuare così e migliorare. Siamo fiduciosi.».

E nel futuro più lontano, possibile rinnovo? Icardi ha risposto così: «Fatemi stare in condizione e poi vedremo. A quel punto perché non rinnovare?»

Ferdinando Capicotto

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

8 Commenti

  • Caro Dionigi altri 10 giorni una sega. ..domenica c’è un derby da vincere che si può vincere …altrimenti se perdiamo anche questo non vedo di cosa possiamo essere orgogliosi ..di avere una nuova società che ha fatto al momento peggio di tutte le altre …???? Di aver finalmente riaperto i distinti ??? Dei tabelloni luminosi ???? Non c’è altro x cui domenica voglio i 3 punti e non mi interessa se le merde tirano 100 volte prendono 200 pali e ci sovrastano voglio VINCERE.

  • Ma vendicati al ritorno cosa ???? Abbiamo preso 3 pere all andata …x me vendicare vuol dire poi andare a Cs e farne 4 non 1-1 …<br />
    Tirate fuori tutto quello che potete tirare fuori e aggiudicarsi questo derby ..state solo parlando e basta e nelle dichiarazioni percepisco paura tanta paura. ..

Lascia un commento