La Striscia

Il Catanzaro si prepara all’esordio contro la Reggina

Ritorna sulle maglie lo storico marchio “Caffé Guglielmo”. Sarao sempre più lontano da Catanzaro, presto si accaserà a Monopoli, potrebbe partire anche Sabato
 

Allenamento a porte semi chiuse oggi al “Ceravolo” dove è andato in scena un test contro la Berretti, utile per mister Erra per preparare l’esordio ufficiale in coppa contro la Reggina al “Granillo” in programma domenica alle 20:30.

Ads336x280
Esordio atteso da entrambe le tifoserie che come al solito sono penalizzate.

Infatti, mentre si discute di eliminare la tessera del tifoso per cercare di avvicinare ancor più la gente negli stadi, a ormai tre giorni della partita, non si sa nulla sulle modalità d’acquisto dei tagliandi d’ingresso. Speriamo almeno che domani siano fornite le informazioni necessarie.
Sul manto erboso del “Ceravolo” l’accesso al pubblico è stato consentito a inizio allenamento inoltrato.

Sia chiaro, nessuna tattica, ma i lavori di adeguamento dello stadio, che proseguono per cercare di arrivare alla consegna per la prima di campionato hanno in questo caso la precedenza.
La linea difensiva vedrà, Nordi esordire fra i pali con Sirri centrale certo. Si giocheranno gli altri due posti rimanenti, Marchetti (che potrebbe anche giocare terzino destro) Riggio e Gamberetti. Sulla corsia di sinistra dovrebbe esserci Imperiale.
Maita, Icardi e Benedetti comporranno la linea medina, a supporto del tridente offensivo che vedrà Infantino centravanti, con Zanini e poi Kanis, Cunzi o Puntoriere sugli esterni.
Sulla sponda reggina, mister Maurizi dovrebbe schierare un 4-3-1-2 che vedrebbe, Ciucchetti o Turrini fra i pali, con Laezza, Di Filippo Gatti e Solerio dietro; centrocampo composto con il bravo De Francesco supportato da Marino e Porcino. Trequartista agirà Bezziccheri dietro le due punte Tulissi e Sciamanna.

L’ex Pasqualoni partirà dalla panchina, mentre sarà difficile vedere in campo Bianchimano, destinato al Cittadella.
Mercato – Sarao oggi non ha giocato il test con la Berretti, e dopo il Pro Piacenza, il Cosenza e la stessa Reggina, si sarebbe fatto avanti il Monopoli, con concrete possibilità di acquistarne le prestazioni. Domani il centravanti con ogni probabilità saluterà Catanzaro e si aggregherà con i pugliesi.
In attesa del tesseramento di Nicoletti (il calciatore continua il suo percorso di recupero con il Prof.Scarfone) c’è da registrare che anche Sabato potrebbe partire. Al terzino ex Alessandria le richieste non mancherebbero.
Su Falcone, come da noi ampiamente anticipato, presto dovrebbe esserci la firma e a seguire l’annuncio della società.
Sponsor Mancava dall’anno dell’ultima promozione in serie B, lo storico marchio “Caffè Guglielmo” sulle casacche del Catanzaro.

In quell’indimenticabile stagione lo sponsor tecnico era la Devis. A distanza di quattordici anni, sulle maglie Ready si rivedrà uno degli sponsor storici del Catanzaro. Questa la nota della società con le dichiarazioni dei diretti interessati.
“Il “matrimonio”, dopo qualche anno in cui le strade sembravano essersi divise, si rinnova. La Caffè Guglielmo spa, storica impresa catanzarese, da sempre legata alle vicende calcistiche della città, torna ad essere il primo sponsor sulla maglia del Catanzaro Calcio .

Con reciproca soddisfazione tra le parti . «Per noi – ha sostenuto Beatrice Volpi, responsabile marketing della prestigiosa azienda del caffè – è un ritorno graditissimo. Il forte legame tra la nostra impresa e i colori giallorossi è evidente già nel nostro logo.

La mia famiglia, anche nei momenti più bui, è stata sempre accanto al Catanzaro. Mio nonno, Guglielmo Papaleo, è stato un grande appassionato della squadra e avrebbe certamente scelto anche lui di stare vicino a questa società le cui intenzioni sono quelle di riportare le Aquile dove meritano. Siamo molto felici – ha concluso – dell’accordo raggiunto e speriamo che il “Ceravolo” possa tornare a riempirsi e che si possano rivivere le belle emozioni di un tempo».

«Sin dall’inizio di questa avventura – ha affermato dal canto suo il presidente Floriano Noto – ho sperato che il connubio tra Catanzaro Calcio e Caffè Guglielmo potesse rinsaldarsi. Questo perché conosco, sotto tutti i punti di vista, la bontà di questa importante azienda ma anche per una questione affettiva. Sin da ragazzo, da tifoso giallorosso, ho accostato la squadra allo storico marchio. Per questo motivo, pur avendo ricevuto altre proposte, ho lavorato affinché sulle nostre maglie campeggiasse il marchio della Caffè Guglielmo. Ringrazio tutta la famiglia – ha concluso il presidente – per la disponibilità dimostrata nel sostenere il nostro progetto sportivo».

Salvatore Ferragina

A proposito dell’autore

Salvatore Ferragina

15 Commenti

  • Ho visto alcuni video su Puntoriere la porta la vede bene eccome!<br />
    Se non si monta la testa ….e avrà l’incoraggiamento dei tifosi…cosa che auspico, può fare veramente bene.

  • Bellissime le nuove divise. Bello il nuovo stile Catanzaro voluto dal nuovo grande presidente. Nuovo stile vincente CHE MAL SI ADDICE ai dubbi e critiche di palancaforever e stranieronellanotte. Dubbi e critiche frenano l entusiasmo. Non vogliamo questi tifosi

  • da tmw :<br />
    E’ fatta per Luigi Falcone. Il calciatore arriverà a Catanzaro in giornata per sposare la causa giallorossa. Della trattativa ve ne avevamo parlato nei giorni scorsi e ora diventa realtà. Manca solo il comunicato ufficiale che sancisce il passaggio del giocatore dalla Reggiana al Catanzaro. Falcone è un esterno d’attacco, classe 1992, ama saltare l’uomo è incunearsi lateralmente nella retroguardia avversaria. Ideale, insomma, per il modulo di gioco di Alessandro Erra. Per un attaccante che arriva uno o forse due in partenza. Manuel Sarao starebbe per lasciare il Catanzaro destinazione Monopoli. Chiuso dall’arrivo di Infantino, Sarao preferirebbe lasciare il Catanzaro per poter giocare con continuità. Non solo Sarao, ma probabilmente anche Evangelista Cunzi potrebbe chiudere anticipatamente la sua avventura in giallorosso. Cunzi è legato da un altro anno di contratto con il Catanzaro ma non rientrerebbe nei piani tattici di Erra. Si sta quindi valutando la possibilità di una rescissione consensuale. Le probabili partenze di Sarao e Cunzi fanno supporre che il mercato del Catanzaro non è finito qui. E chissà che prima dell’inizio del campionato non ci possa essere l’ennesimo colpo della società del

Lascia un commento