Calciomercato

Il Catanzaro sogna con Falcone e Onescu. Citro saluta il Trapani

La società giallorossa si regala due calciatori di prima fascia e accende l’entusiasmo dei tifosi. Il Trapani cede Citro al Frosinone e tenta l’assalto a Perez
 

Inizia oggi l’ultima settimana di agosto che chiuderà la sessione estiva di questo lungo ed esaltante calciomercato.

Ads336x280

In questa seconda parte del mese lo spettro di reginetta del mercato spetta senza dubbio al Catanzaro. Tanti innesti di qualità che hanno innalzato notevolmente il tasso tecnico della rosa a disposizione di mister Erra. Sulla carta i giallorossi sono tra le formazioni più attrezzate del girone, ma bisognerà attendere la fine del mercato per capire come si muoveranno gli altri club. Di certo Puntoriere, Falcone e Onescu sono tre elementi di prima fascia e di sicuro affidamento. In particolare per l’ultimo arrivato la società ha superato la concorrenza di tante squadre, garantendo al tecnico un centrocampo completo con il mix giusto di giovani ed esperti. Nei prossimi giorni potrebbe esserci qualche altro movimento in difesa, ma molto dipenderà dalle uscite con Icardi, Longo e Caruso pronti a lasciare il capoluogo calabrese.

Tra le squadre candidate al salto di categoria bisogna registrare la chiusura della telenovela Ripa. L’attaccante dopo indecisioni, incomprensioni e tentennamenti vestirà la maglia del Catania. I rossoblu stanno definendo la cessione di Calil all’Alessandria, mentre per Pozzebon bisognerà attendere ancora qualche giorno per conoscere il suo futuro. Si prospetta un importante cambiamento anche per il reparto avanzato del Trapani. La società granata ha ceduto la punta Nicola Citro al Frosinone e sta lavorando per portare in Sicilia Leonardo Perez. Nonostante il pressing del Modena sul calciatore, la trattativa si dovrebbe sbloccare in positivo nelle prossime ore.

Diversi movimenti in entrata per Paganese, Monopoli, Reggina e Sicula Leonzio.

Ads336x280

Gli azzurrostellati si sono assicurati le prestazioni del centrocampista, ex Catanzaro, Pietro Baccolo che si è legato al club campano con un contratto triennale. In attacco è arrivata la firma di Christian Cesaretti, ex Santarcangelo, anche lui blindato per il prossimo triennio. Infine, sempre per la metà campo, è arrivata la firma di Simone Tascone (1997) che si trasferisce in prestito per un anno dal Genoa.

Tre innesti anche per il Monopoli che, dopo aver ingaggiato l’attaccante Manuel Sarao, ha definito gli arrivi degli esterni Rota Arensi (1995) e Daniele Donnarumma, classe 1992 ed ex Mantova.

Puntella difesa e centrocampo la Reggina di mister Maurizi. In difesa arriva dal Catanzaro Danilo Pasqualoni, mentre per la mediana è Adriano Sartorio Mezavilla l’uomo che dovrà garantire qualità ed esperienza.

Infine, la Sicula Leonzio ha chiuso tre movimenti in entrata. Si trasferiscono in Sicilia l’esterno Gianluca Pollace (1995), il centrocampista Santo D’Angelo e il difensore centrale Antonio Aquilanti.

 

Arturo Ferraro Pelle

A proposito dell’autore

Arturo Ferraro Pelle

13 Commenti

  • quest’anno ce la si gioca alla pari con tutti, è innegabile che la squadra sia competitiva e che si possa aspirare a fare più che<br />
    bene, la curva ha ritrovato l’entusiasmo e la voglia di essere 12° in campo con questi presupposti perché non dovremmo <br />
    essere fiduciosi? ora è il momento di sostenere senza se e senza ma il Magico.<br />
    c’è solo il Catanzaro!!!

  • qualche riflessione…. indiana jones … Noto risolve i problemi distinti luci giovino e via dicendo.. in italia e nella mia amata catanzaro… spero che l amicizia con i reggini non sia compromessa ,ero bambino quando i tifosi reggini ci sfottevano mentre passavano da chiattine e al ritorno dalla partita se perdevano un signore di nome Primerano gli faceva il gavettone , Icardi ragazzotto di belle speranze crede di essere quello dell inter… grande Sarao ma ha troppa personalita per fare il vice Infantino che mi pare con il colpo in canna..

    • Infatti Sarao è giustificato, mi ha dato fastidio perdere Prestia e Pasqualoni, Icardi è un montato e sono indeciso su Giovinco, forse Falcone è meglio ma lo deve dimostrare, Giovinco ha segnato 9 gol in una squadra scarsa

Lascia un commento