La Striscia

La resa dei conti

Francesco Panza
Scritto da Francesco Panza
Cosentino sempre più lontano. Iscrizione al prossimo campionato in bilico. Intanto il Catanzaro entra a pieno titolo in campagna elettorale. Abramo dichiara: «Interverremo per risolvere il problema e il Ceravolo è pronto da mesi». Ma le foto della palazzina dei Distinti raccontano una storia diversa

cosentino

Sono giorni di attesa e silenzio. Lo abbiamo scritto , evidenziando la necessità di sciogliere al più presto il nodo iscrizione per mettere fine allo stillicidio iniziato lo scorso 29 maggio, giorno dell’arresto del presidente Cosentino.

 Ads336x280

Fra voci incontrollate e scenari di ogni tipo, da giorni si aspetta un comunicato che faccia chiarezza sulla vicenda e dia la possibilità di comprendere quale sarà il futuro prossimo del Catanzaro. 

Dovrebbe essere ormai una questione di ore prima che la società faccia sentire la propria voce. Il punto è semplice: l’iscrizione del Catanzaro al prossimo campionato di Lega Pro è in bilico. 

Da una parte la frattura con l’ambiente, dall’altra le note vicende giudiziarie che hanno colpito la Gicos e che, ad oggi, impedirebbero di produrre le garanzie economiche necessarie per l’iscrizione. 

L’ipotesi più probabile è che la società venga ufficialmente messa in vendita in attesa che qualcuno si faccia avanti, ipotesi remota visti i tempi risicati e l’atavica indifferenza dell’imprenditoria locale rispetto alle vicende del calcio cittadino. 

Da qualsiasi prospettiva si scelga di analizzare la situazione, si tratta di un rebus complicato, che si somma all’incertezza del quadro politico cittadino, alle prese con il rinnovo del consiglio comunale, rimandato all’esito del ballottagio. 

Nel frattempo, però, proprio il sindaco uscente Sergio Abramo ha trovato il tempo di intervenire sulla questione Catanzaro, dichiarando a catanzaroinforma.it quanto segue. “Appena avremo notizie certe di Cosentino, il sindaco si dovrà interessare della questione societaria, perché tutti si aspettano che il sindaco lo faccia.

Non possiamo stare a guardare. Dobbiamo capire se c’è qualcuno che vuole prendersi l’onere di gestire questa squadra, ma soprattutto se c’è qualche imprenditore che in questa città, dopo aver avuto tanto, investa un po’ di soldi. Dovremo far uscire allo scoperto chi, eventualmente, si tirasse indietro. Avremo tempo dal momento in cui l’attuale società comunicherà di voler cedere. Bisognerà essere veloci anche se in questo momento non posso occuparmi di una società privata, rischierei una denuncia“. 

Un passaggio anche sulla questione “Ceravolo” che ha sollevato numerose polemiche. “L’ammodernamento dello stadio è stato fortemente voluto da Cosentino che venne con un suo tecnico dicendo che se non lo avessimo seguito, avrebbe mollato il giorno dopo la società. Ci fu una piccola sommossa dei tifosi che chiedevano che il sindaco facesse un progetto con Cosentino, e noi facemmo esattamente quello, con l’approvazione della FIGC che ha certificato e approvato il progetto.

Di fatto è come se fossimo stati sotto ricatto, tra virgolette, perché c’era il concreto rischio che Cosentino lasciasse la società. Potevamo fare una struttura più piccola, ma il presidente ha voluto fortemente che nella palazzina ci fossero anche gli spazi per la sede sociale“. 

Abramo ha proseguito ribadendo le responsabilità dell’attuale proprietà giallorossa. “Ognuno dice la sua, ma la verità è che lo stadio è pronto da mesi ma Cosentino non ha mai voluto prendere possesso dei nuovi spogliatoi perché aspettava di chiudere la convenzione con il Comune, specificando che lui non avrebbe pagato i tributi come quello dell’acqua, di esclusiva pertinenza.

Ads336x280

Avevamo trovato un accordo alla fine, ma le vicende giudiziarie non ci hanno consentito di firmare questo contratto. Mi ha anche meravigliato la protesta della tifoseria rispetto ai tempi di consegna. Tutto sommato abbiamo sforato di quattro mesi. Cosa volete che sia uno sforamento di questo tipo su un’opera di 5 milioni di euro? È quasi normale nelle opere pubbliche. Nessuno considera che l’amministrazione comunale è alle prese con 86 cantieri aperti contemporaneamente, non è mica una cosa facile“. 

Al di là delle dichiarazioni, ci corre l’obbligo di testimoniare l’attuale stato degli interni della famigerata palazzina dei Distinti, da più parti descritta come autentico “gioiellino“. Gli scatti arrivati in redazione raccontano di finiture scadenti e in alcuni casi completamente assenti, muri già colpiti dall’umidità, totale assenza di pavimentazione, cavi elettrici a vista, accessi progettati male e realizzati peggio. 

ACCEDI ALLA GALLERY

C’è chi potrebbe ritenere secondaria la questione “Ceravolo” alla luce dei problemi odierni del calcio giallorosso, ma è sicuramente utile riportare la discussione intorno all’impianto cittadino ad un livello di verità oggettiva. La cosa risulta ancor più importante se si pensa che chiunque si farà carico del Catanzaro, dovrà fare i conti con la grana stadio, particolare non da poco se si ripensa ai 7 anni trascorsi fra container e tendoni. 

Francesco Panza

(alcuni scatti degli interni della palazzina)

A proposito dell’autore

Francesco Panza

Francesco Panza

40 Commenti

  • Risposta x Abramo: prima convinci Noto & C. per prendersi la squadra e poi raccogli i voti del popolo giallorosso. Hai solo 13 giorni per far uscire allo scoperto i fantomatici acquirenti. Ti voteremmo anche chi non la pensa cm te. Sennò perdi il ballottaggio… Prima Caritas e poi caritatis. Per troppo tempo ci avete preso in giro!!!

    • Ciao by self, sai perché il Catanzaro rischia di scomparire? Perché da più di 20 anni è diventato oggetto di strumentalizzazione di questo e di quello. Se vuoi che il Catanzaro si salvi devi strapparlo dalle grinfie della politica e dagli artigli dei falsi imprenditori. Le persone delle quali puoi fidarti sono quelle che agiscono senza troppi proclami. La politica dalle nostre parti non è la soluzione. La politica dalle nostre parti è il problema. Ora vado a correre che mi spetta un lungo di 20 km tu nel frattempo fatti un sonnellino.

  • Io penso che almeno Abramo in un modo o nell’altro é stato più vicino alle sorti del nostro amato US di tutti gli altri sindaci di Catanzaro xché se adesso stiamo affondando pensate che con ciconte staremo meglio ? Nn penso proprio anzi spariremo del tutto …… secondo il mio punto di vista Abramo potrebbe SALVARCI é un imprenditore da una vita conosce l imprenditoria catanzarese poi ripeto e un mio modestissimo parere …… ci aspetta un estate al cardiopalma maah !! Forzaaa aquileeee sempreee

  • Allucinante!!! Ma vedo troppa rassegnazione, possibile che noi tifosi non possiamo fare niente???? Non si può aprire un conto corrente per raccogliere i soldi per l’iscrizione? Nessuno conosce un tifoso con i soldi? MUOVIAMOCI!!!!

  • Quelli dello striscione "cosentino vattene " adesso hanno il dovere di darsi da fare per trovare un’alternativa, oppure andassero strisciando da cosentino a chiedere perdono. <br />
    Io ho criticato spesso le scelte di cosentino, ma ho sempre riconosciuto il suo impegno.

  • leggendo qua e la…..io penso che "qualcuno" prima di "proverbiare sentenze" dovrebbe prima collegare il cervello alla bocca e ancora prima rendersi conto di quello che dice agli altri senza poi dopo un secondo dello scritto di contraddirsi da solo….e cmq sia mi associo ad Aquila dove sono quei 4 ubriaconi di Cosentino vattene? dove sono sti lordoni? ah forse mi sbaglio magari saranno loro a prendere le redini del Catanzaro Calcio? se non è così…che qualcuno mi faccia capire le cose….

    • La missione dei pilotati è finita. I pilotati avevano semplicemente il compito di contestare cosentino affinché andasse via. Se qualcuno (amici degli amici) si farà avanti lo fara’ con la pretesa di avere il Catanzaro a costo zero e con l’iscrizione già depositata. Mica sono fessi. Se invece sarà un imprenditore serio a farsi avanti stai certo che incontrera’ le stesse difficoltà di cosentino. Ora hai capito perché nessuno vuole rilevare la società? Tu sei un bravo ragazzo ma a mio avviso dovresti dormire un po di più. Ricorda: il Catanzaro fa gola a tanti.

  • Ragazzi la verità è dura!! Da accettare!! <br />
    Il problema è che nessun imprenditore Catanzarese non gli importa nulla dell’US CATANZARO…

  • IL PRESIDENTE COSENTINO CREDO CHE AL MOMENTO ABBIA SCARSO INTERESSE RISPETTO AL CATANZARO CALCIO, ANCHE SE SI TRATTA DI UNA SUA SOCIETA’. TENTERA’ IN PRIMIS DI SALVARE CAPRA E CAVOLI SUOI…………………<br />
    RITENGO INOLTRE CHE LO SCOLLAMENTO CON LA CITTA’ E LA PARTE IMPRENDITORIALE CHE LO HA ABBANDONATO AL SUO DESTINO, ABBIA DEFINITIVAMENTE SCORAGGIATO LO STESSO AD EFFETTUARE ULTERIORI INVESTIMENTI.<br />
    SPERO CHE I FATTI MI SMENTISCANO.<br />

  • Ma come scrivi??? Prima dici che nessuno si interessa al Catanzaro e cosentino e’ lasciato solo e poi comcludi che il Catanzaro fa gola a molti!!!!???? Ma che …o dici? Sto straniero e’ proprio sconcluso. Ma ccciatelo fuori.

  • Il Catanzaro calcio è sempre stato la parte più bella della città ….se andasse in mano al comune finirà esattamente come lo stadio e come la città …..agli imprenditori invece vorrei chiedere scusa per avervi detto su in tutti questi anni ….perché se non avete messo nemmeno un euro come contributo perché avevate capito con chi avevate a che fare avete fatto bene e oggi potete dire avevamo ragione. …ma oggi se non uscite dal vostro guscio se non fate nulla per l unica cosa sacra bella genuina che si ritrova la città. …SIETE DELLE MERDE CON LA M MAIUSCOLA. ..muovete il culo adesso non quando dovremmo partire dalla 3 categoria. ..anzi prima di dover subire l umiliazioni del fallimento e la super umiliazioni di acquistare il titolo da qualche società di serie D per avvicinarci il più possibile a quella lega pro che ci ridarebbe dignità …quella lega pro che adesso abbiamo tieniamola stretta ….

  • Il Catanzaro calcio è sempre stato la parte più bella della città ….se andasse in mano al comune finirà esattamente come lo stadio e come la città …..agli imprenditori invece vorrei chiedere scusa per avervi detto su in tutti questi anni ….perché se non avete messo nemmeno un euro come contributo perché avevate capito con chi avevate a che fare avete fatto bene e oggi potete dire avevamo ragione. …ma oggi se non uscite dal vostro guscio se non fate nulla per l unica cosa sacra bella genuina che si ritrova la città. …SIETE DELLE MERDE CON LA M MAIUSCOLA. ..muovete il culo adesso non quando dovremmo partire dalla 3 categoria. ..anzi prima di dover subire l umiliazioni del fallimento e la super umiliazioni di acquistare il titolo da qualche società di serie D per avvicinarci il più possibile a quella lega pro che ci ridarebbe dignità …quella lega pro che adesso abbiamo tieniamola stretta ….

  • Fra voci incontrollate e scenari di ogni tipo…..si parla troppo ….e non si sa nulla….si sta strumentalizzando una delicatissima situazione che solo la politica ne avrà beneficio….una manna che cade dal cielo…..spero che la società si faccia sentire il più presto possibile.

  • Parliamo solo dei fatti di quello che succedera’. Sto vedendo cose brutte. Stranieronellanotte che strumentalizza in senso negativo. Fuori la politca dal Catanzaro. Non vi accorgete dalle sue risposte quello che sta cercando di fare? Buttatelo fuori. Questo so muove come una vipera strisciante

  • L’Us Catanzaro ha quasi concluso la trattativa per l’acquisto dei giocatori Vacca, Rigione e Iemmello. In stato avanzato la trattativa per l’acquisto del giocatore portoghese Silva J. F. <br />
    La squadra giallorossa è così entrata prepotentemente nel mercato. Attesi sviluppi.

  • Questa mattina la società, in collaborazione con il Comune di Catanzaro, ha espletato la documentazione per la richiesta dell’agibilità dello stadio Ceravolo, fondamentale per iscriversi al prossimo campionato.fonte Catanzarosport24

    • MI AUGURO CHE L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE ABBIA ALLEGATO, ALLA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA ALLA RICHIESTA DI AGIBILITA’ DELLO STADIO CERAVOLO, QUALCHE FOTO …. DI REPERTORIO DELLA FAMIGERATA PALAZZINA. SICURAMENTE QUESTA GRANDE OPERA D’ARTE RAPPRESENTA IL FIORE ALL’OCCHIELLO DELL’AMMINISTRAZIONE ABRAMO. TEMPI LUNGHISSIMI PER LA REALIZZAZIONE CHE, PER ALTRE SOCIETA’ CALCISTICHE, E’ STATO BASTEVOLE PER COSTRUIRE ,EX NOVO, UN INTERO STADIO. COMPLIMENTI AL SINDACO ABRAMO E A TUTTA LA SUA GIUNTA. IN QUESTO NOSTRO STADIO ….. SI POSSONO FARE … FAVOLOSI MATRIMONI ……., MA NON CERTO PARTITE DI CALCIO.

      • Se la società chiede l’agibilità dello stadio è un buon segno per quanto riguarda i ritardi dei lavori allo stadio sono d’accordo con te quella palazzina messa su 4 gradini mi sembra un Titanic…. sicuramente quei €5 milioni di euro si potevano spendere meglio.

  • Certo che daranno agibilita’. Il Ceravolo e’ lo stadio con la S maiuscola. Ma avete mai visto le condizioni in cui versano stadi storici con quello di Verona, Mantova, Ascoli…. Per non parlare di Quello del Bologna. Ragazzi non lamentiamoci. Citta molto più ricche e blasonate hanno stadi fatiscenti.

    • TRIBUNE CON …… VEDUTE ANTERIORI DI … PILASTRI CHE FANNO DA CORNICE !!!!! CONTAINER COME SALA STAMPA E SPOGLIATOI. QUESTE ……. MERAVIGLIE POSSIAMO VANTARCI DI AVERLE SOLO NOI. ECCO PERCHE’, CHI VUOLE COSTRUIRE UN NUOVO STADIO VIENE SEMPRE A CATANZARO PER COPIARE QUALCHE ESCLUSIVA !!!!! CROTONE HA RISTRUTTURATO LO STADIO SCIDA, PER RENDERLO AGIBILE PER LA SERI "A", DA LUGLIO A SETTEMBRE !!!!! PER NOI SETTE ANNI …. E NON E’ FINITA QUI, PER UNA ……. PALAZZINA !!!! VERGOGNA !!!!!!

Lascia un commento