Good Morning Forum

La volata di Pino Pollo

GMF elettorale. Rubrica satirica prezzolata fino alle prossime comunali

Sì, aveva ragione Diffy, stimato utente  e console di via Panella  sul forum di puntonet (a proposito, il forum è una piazza sulla quale  magari noi del Gmf ci affacciamo più spesso di altri, ma sempre piazza rimane e nulla ha a che vedere con la testata di questo sito registrata presso il Tribunale di Roma, ndip).

Bisogna ammetterlo, il numero di “C’era una volta” dedicato all’epoca dei Mancuso () nascondeva uno specifico intento politico. L’ultima volta che il Catanzaro era finito in tribunale lo avevano salvato i Mancuso? Dettagli. L’ultima famiglia della medio/grande imprenditoria catanzarese (a meno di non voler considerare Poggi, Parente e Soluri medio/grandi imprenditori) a interessarsi ai giallorossi con tanto di faccia e denaro contante era stata quella dei Mancuso? Quisquilie, davanti alle elezioni. Si trattava solo di uno spot elettorale.

Smascherato così abilmente il trucco, non  resta allora che scrivere tutta la verità. Effettivamente sì, qui si tira la volata elettorale a qualcuno. Perchè mai continuare a nascondersi? E il Gmf – se l’ interesse massonico non ci fermerà prima – da qui alle prossime comunali sarà una rubrica embedded o per dirla tranchant, prezzolata. Eccovi la verità: il Gmf decide da oggi di sostenere la candidatura a sindaco di Pino Pollo (foto in basso) e ogni settimana – preso atto dell’ostracismo informativo  che lo perseguita- da queste pagine proporrà l’idea innovativa di città del candidato più rivoluzionario della storia politica catanzarese.

Perché Pino Pollo? Perché ha l’esperienza politica di Scalzo (candidato della sinistra) e il curriculum studiorum di Traversa (candidato della destra). Perché ha molto da dire, moltissimo da dare e quasi nulla da fare. Perché il cambiamento parte dal basso e lui non supera il metro e sessanta. Perché c’è una miriade di movimenti della società civile a sostenerlo. Tra i tanti, i “Vecchi amici di Divincenz su Facebook“, l’associazione universitaria Giuda (i secchioni che non aiutano mai i colleghi allo scritto) e il comitato popolare “poi ti dugnu” che riunisce più di duecento dipendenti di imprese private catanzaresi segnalati dal sistema bancario come cattivi pagatori. Sì, il Gmf con lui si gioca tutto. Ma è la città che disputerà in queste settimane la sua partita più importante. Cinquantacinque anni, ex impiegato del catasto, ex onorevole e ora produttore del TgTeletocco. Pino Pollo lo abbiamo incontrato nella sua residenza dell’Uccelluzzo. È  qui  che ci ha concesso la prima intervista:Pino Pollo

Pollo, la sua candidatura è passata quasi inosservata. A destra qualcuno ha ironizzato “dopo l’agnello giusto un pollo poteva scendere in campo”. E a sinistra neanche la considerano come avversario credibile.

Non è una novità. A Catanzaro l’informazione non esiste e il cittadino per sapere qualcosa deve passare di blog in blog perdendo spesso anche la vista, perchè magari involontariamente si clicca su un sito sbagliato… evvualà. In quanto alle facili battute sul mio nome…ci sono abituato sin da ragazzo, da quando alla marina d’estate gli amici in acqua mi gridavano: “Pollo vieni, è un brodo!”. Non è vero che a sinistra non mi considerano, è che poveretti fanno fatica a ricordare. Nonostante il 27enne Scalzo, con il rais Olivo l’età media di quella coalizione supera ancora i 75 anni.

Problema periferie, Scalzo ha tenuto la sua prima conferenza stampa all’Aranceto.

Sì, interessante.  Ma io elegantemente non voglio parlare dei miei avversari. Non li nominerò mai. Mr Equivoco e Sasà Obama giocheranno la loro partita, io la mia. Dico solo che fino ad ora, quando parlavano di periferie difficili i politici pensavano al massimo al Corvo che è un po’ la Notting hill della Catanzaro sud. Arrivavano con le loro auto blu, dicevano due parole sulla sicurezza e se ne tornavano in centro convinti di aver visitato Tripoli durante i bombardamenti alleati.

La sua soluzione?

Per riqualificare tutta la zona a sud realizzerei un’isola.

Pedonale, come sul corso?

No, carceraria come ad Alcatraz.  

E la gente onesta che abita lì con tanta difficoltà?

Abbatterei il carcere dello stadio e penserei ad un moderno ed ecosostenibile quartiere popolare. Manderei lì tutte le famiglie i cui componenti non abbiano precedenti penali.

Problema Catanzaro: Michele Traversa ha dichiarato che s’impegnerà a risolvere la questione. “Che venga eletto o meno”.

Un motivo in più per votare Pino Pollo.

Salvatore Scalzo è stato più cauto, segnalando comunque che Traversa era stato l’ideatore degli inutili “Tavoli istituzionali” di qualche mese fa e che la sua attenzione sarà rivolta a tutti gli sport del capoluogo.

E vò ma vidi ca Poggi mò torna ala pallacanestro?

La ricetta di Pollo per il Catanzaro?

Abbiamo un asso nella manica (ride perchè in realtà ci riceve in canottiera in questo giorno di calda primavera, ndr). Ma lo sveleremo a tempo debito, nessun vantaggio agli avversari. Però sappiatelo, il Catanzaro con Pollo sarà un grande Catanzaro.

Il colore della campagna di Scalzo è il verde: verde di primavera, speranza, freschezza. La sua campagna avrà un colore?

Il kaki scuro. Colore del nostro tempo. Simbolo dello svuotamento d’ideali dopo la mangiata colossale.

Prima di lasciarci per questa settimana due domande: ha un primo appello destinato alla cittadinanza? Come potranno contattarla i suoi potenziali elettori durante l’intervallo tra un Gmf e l’altro?

Seguiteci con passione. La nostra campagna sarà lontana dai soliti luoghi della politica. Cercateci nelle gavite, tra le aiuole deturpate o sotto il basamento del generale Stocco. Saremo lì dove i catanzaresi sentono bisogno di cambiamento. Siamo il terzo polo e l’unica possibilità per questa città di prosperare. La battaglia sarà lunga… ma stiamo costruendo una squadra all’altezza. Potrete seguirci su Facebook ovviamente, attraverso il gruppo “Per Pino Pollo sindaco di Catanzaro“. E non dimenticate: anche noi daremo conto giorno per giorno della nostra campagna elettorale. Inoltre cercheremo sempre il vostro contributo, e per questa ragione potrete scriverci all’indirizzo e-mail pinopollosindaco@gmail.com

Fabrizio Scarfone

 

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Lascia un commento