Brevi

Messina – Catanzaro 0-0 (primo tempo)

Regna la noia nello scontro salvezza del San Filippo

Zavettieri a sorpresa schiera Cunzi, ed il Catanzaro cone da copione fatica in avanti. Ancora di piu’ il Messina che nonostante riesca per larghi tratti di gara a dominare il centrocampo, non riesce mai a tirare in porta. 

Per Zavettieri da rivedere l’assetto della squadra, dove Maita e’ apparso a tratti troppo impegnato a difendere, Zanini dietro le punte, con Gomez libero di allargarsi sulla destra, e’ poco servito. Mancosu a sinistra poco sostenuto da Patti che pensa solo a difendere. Bene la difesa con il rientro di Sirri.

Unica occasione della gara capita sui piedi di Icardi, servito a centro area da Gomez, ma la girata a rete e’ sbucciata e centrale e Berardi blocca facilmente.

Da segnalare che i tifosi organizzati del Messina intorno al 25′ abbandonano lo Stadio in segno di protesta nei confronti della Societa’ siciliana.

Red

Messina – Catanzaro 0-0 (primo tempo)

Primo tempo soporifero, nulla di fatto

Messina e Catanzaro si sono affrontate con il chiaro scopo di prima non prenderle.

Le due squadre ben messe in campo si scoprono pochissimo e la prudenza e’ fin troppo evidente se non eccessiva, quando invece di rischiare il passaggio in avanti, si preferisce quasi sempre l’appoggio all’indietro o per vie orizzontali.

Il Catanzaro dimostra comunque una superiorita’ tecnica/tattica che si concretizza in due occasioni capitate sulla testa di Ilari (entrambe su cross di Maiorano) che il centrocampista giallorosso spreca mandando a lato la prima, ed in bocca al portiere messinese la seconda.

Red

A proposito dell’autore

Tony Marchese

9 Commenti

  • Abbiamo fatto un passo indietro rispetto a Pagani, anzi due PASSAGGI indietro uno di Cunzi (bravo Zav ci hai fatto una bella sorpresa nella formazione) e uno di Carcione, che ha fatto si un gol magnifico, ma ripeto con Cunzi e Giovinco fanno un trio che IO NON FAREI MAIIIIII giocare. Tranne se proprio non riesco a fare undici calciatori da far scendere in campo. Non sono inutili, ma controproducenti, ci fanno perdere le partite. Quando non giocano loro vinciamo. Come altre volte detto il Messina è una squadra di serie C inferiori tecnicamente, si BUTTANO su ogni pallone, soprattutto sugli assist che le altre squadre fanno. Ora diventa ancora più difficile salvarsi dai paly aut. Delusione totale anche per Zanini (chi la visto?) e Icardi si sono montati la testa.

  • Io direi di richiamare al più presto Erra!!!!….Stiamo perdendo tutti gli scontri diretti!!!!!….Jamu ccu i cazzi…Daveru ca’ ni salvamu e su passu!!!!!….Ho sempre sostenuto che mister nulla non capisce na mazza di pallone!!!!..E i risultati non stanno tardando ad arrivare!!!!!….Corriamo ai ripari!!!!!!.

  • Questa è una sconfitta non grave ma gravissima!!!!!!…. È chiaro che mister nulla non prepara bene le partite e non carica bene questi ragazzi!!!!!….. All’intervista sembrava un morto già predestinato!!!!….Che andasse a cagare!!!!!

  • Il Messina non è, come si vuol far credere, una squadretta di serie inferiore. Ma perdere questa partita era veramente difficile, specialmente per come si erano messe le cose. Zavettieri deve lavorare in tranquillità, ma questa volta non è assolutamente immune da responsabilità sia per come ha impostato la partita,sia nella scelta dei cambi. Squadra abulica e balbettante; con il Messina in vantaggio ha lasciatoin panchina Basrach per fare entrare Cedric, autentico pellegrino in campo (spiace doverlo sottolineare). Per non parlare di un paio di trequartisti che immancabilmente deprimono l’economia del gioco. Non voglio sostituirmi al tecnico, ma i tifosi hanno il diritto di sapere come mai alcuni uomini ( Basrach, Van….) continuino a rimanere inutilizzati. E Imperiale che fine ha fatto?<br />
    Credo che ci potremo salvare, ma attraverso la lotteria dei playout. <br />

  • richiamate ERRAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA se scendiamo in D chimma vi cadanu i cujuni(avendoli) cosi fetusi e merdaaaaaaaa

Lascia un commento