Il Rompicalcio

Metteteci la faccia!

Scritto da Ivan Pugliese
Nel momento peggiore il Catanzaro è solo, abbandonato da una proprietà che ha scelto la via del disimpegno. Ora servono scelte chiare prima che sia troppo tardi
 
Ultras Catanzaro a Trapani

Quattro partite, un punticino arraffato a Foggia nel finale di una partita dominata dai pugliesi. In un campionato strano, stravolto come al solito dai tribunali e con partite ancora da recuperare, di certo finora c’è solo l’ultimo posto in classifica per il Catanzaro, col Catania già virtualmente davanti nonostante i 9 punti di penalizzazione.

Una squadra per ora senza capo né coda, con giovani triturati dalla pressione, dai dettami tattici e dalle lacune tecniche, qualche giocatore d’esperienza arrivato tardi e palesemente fuori forma, un allenatore esordiente in vena di esperimenti tattici e una società completamente assente.

Ads336x280

Questo è il panorama che offre il Catanzaro dopo quattro giornate di campionato, alla vigilia di un derby col Cosenza da far tremare i polsi a chi ancora segue questa squadra con la passione viscerale di sempre.
L’analisi tecnico-tattica della situazione è abbastanza chiara, quasi in linea coi dimessi programmi societari di inizio stagione. Sono i risultati ad essere sotto quella linea. Va bene una squadra giovane, va bene il contenimento dei costi, va bene un allenatore voglioso di emergere e un direttore sportivo di scarso grido. Va bene tutto. Ma poi c’è il campo che è il giudice supremo. E gli spettacoli visti nelle amichevoli d’agosto e in queste prime quattro partite hanno poco a che fare con la salvezza tranquilla o con l’anno di transizione con i giovani per costruire dal basso un futuro migliore.

Questi erano gli obiettivi più o meno tracciati a inizio stagione dalla società del presidente del Cosentino. Che già facevano a pugni con una campagna acquisti di prestiti e di contratti annuali a giovanotti di belle speranze (pochi), ragazzini raccattati dai dilettanti e qualche giocatore di categoria perlopiù in fase calante. Per ora la cosa più simile a un traguardo da raggiungere è un play-out, la serie più vicina è la D.

Gli otto mesi a disposizione dopo la rottamazione di gennaio sono stati bruciati senza un’idea chiara da parte della società. Si possono costruire buone squadre con budget bassi o medio-bassi, ma servono dei veri conoscitori del pallone per poterlo fare. Bisogna scegliere un direttore sportivo che porti un “suo” allenatore e che si prenda la responsabilità di un eventuale fallimento. Com’era stato con Ortoli. Qui abbiamo un tecnico, D’Urso, scelto direttamente dal presidente prima di Donnarumma. Le scelte sono di Cosentino, le responsabilità sono di Cosentino.

Analizzare le vicende dei singoli sarebbe come affondare la lama nel burro. Ma quello che stona di più in questa situazione è la totale assenza della società e della proprietà. Perché si può sbagliare com’è già successo molte volte nell’era Cosentino. Ma gli errori non possono essere accompagnati da accuse al mondo intero, figuriamoci a quei tifosi che anche ieri sono arrivati a Trapani per sostenere i giallorossi. Un manipolo eroico di 20 uomini che si cuoceva al sole siciliano per testimoniare l’attaccamento ai nostri colori.

Intanto il presidente Cosentino tace. Nelle ultime settimane ha ribadito, nonostante qualche goffa mezza smentita, di voler lasciare la società davanti a un’offerta o a qualcuno più bravo di lui. Dubitiamo, memori del passato, che ci sia interesse da parte dell’anguillesca classe (im)prenditoriale della città, molto abile a fuggire davanti alle responsabilità nei momenti del bisogno. Non ci resta che sperare.

Ma nel frattempo una cosa ci sentiamo di chiederla al presidente Cosentino, dopo tutti questi anni: è il momento di farsi sentire. Dica qualcosa, parli. Mandi i giocatori in ritiro, esoneri l’allenatore, acquisti dei giocatori, stia semplicemente vicino alla squadra. Faccia qualcosa. Faccia la cosa che ritiene più giusta, ma faccia qualcosa senza perdersi dietro stupide ripicche. Domenica c’è il derby. Se lo ricorda quello dell’anno scorso? Quello col Cosenza. Quello della figuraccia in Coppa Italia. Quello che “non avevamo capito fosse così importante per i tifosi”. Ecco, stavolta glielo ricordiamo in anticipo, giusto per evitare inutili manfrine. In modo che, se dovesse sentire dei fischi, ne comprenda subito il motivo. Perché se domenica dovesse andar male, qualcuno ci dovrà mettere la faccia. Sicuramente non solo D’Urso, i calciatori e Donnarumma. Non sarebbe giusto.

Perché si può anche abbandonare la nave quando si è stanchi di navigare. L’importante, però, è riportarla al sicuro nel porto della Lega Pro. Abbandonarla schettinamente, nel bel mezzo della tempesta e con un equipaggio allo sbando, e lasciarla naufragare verso la serie D sarebbe imperdonabile. Oltre che da vigliacchi.

 

logotwitterIvan Pugliese

 

A proposito dell’autore

Ivan Pugliese

36 Commenti

  • MA QUALE SPERANZA HAI, CARO IVAN, CHE SPERANZA SI PUO’ AVERE DI UN PERSONAGGIO CHE HA SEMPRE DENIGRATO CATANZARO E I CATANZARESI, SI PERCHE’ E’ COSI’ E LO ABBIAMO SEMPRE SAPUTO SOLO CHE E’ TALMENTE GRANDE L’AMORE PER IL NOSTRO CATANZARO CHE ABBIAMO SOPPORTATO, FACENDO FINTA DI NIENTE, ANCHE LE OFFESE DI UN PERSONAGGIO CHE OGGI SI CONFERMA DI ESSERE IL NULLA, UN PUPAZZO PIENO DI PRESUNZIONE E DI ARROGANZA. COSENTINO, MANTIENI CIO’ CHE HAI DETTO, UN CAMPIONATO DIGNITOSO, AMMESSO CHE TU CONOSCA IL SIGNIFICATO DI QUESTA PAROLA, E POI VAI, VAI E RIPRENDI LA TUA STRADA DI SUBALTERNO NELLA SQUADRA DEL TUO CUORE.

  • Purtroppo gli errori sono stati fatti lo scorso anno, è stata smantellata una squadra a cui bastava poco (una vera punta) per diventare grande. <br />
    Adesso la squadra non è da ultimo posto ma la situazione psicologica è pessima e il mister è ormai legittimato, poi ci si è messo anche cosentino a minacciare ogni tre per due che vuole lasciare (questi annunci si fanno a fine campionato!!!!).<br />
    L’unica risorsa che ha il Catanzaro è il suo pubblico, non abbandoniamo la squadra!!!!

  • Lasciamo perdere i pezzenti arricchisciuti catanzaresi, non spenderanno un cent. dei loro per il catanzaro. Ma scusate kamará dov’è? Non aveva detto che via Cosentino ed arrivava lui? Ora tutti quelli del gruppo facebook per kamara in giallorosso, visto che lui probabilmente è in vacanza e non lo sa, perché non lo mettono al corrente della situazione? Se Cosentino è Schettino venga lui, come promesso a salvare l’ US 1929

    • Fino adesso nessuno è stato solidale con kamara e adesso che abbiamo bisogno gli chiediamo aiuto??? Lui è stato un signore poteva riscuotere i soldi del suo contratto triennale

      • Forse sono stato frainteso. NON VOGLIO KAMARA!!! Voglio solo Evidenziare che a parole tutti salverebbero il cz. Ma contano i fatti. Fino a prova contraria tutti quaquaraquà

    • fino a prova contraria Kamara è ancora giocatore e ha firmato in India per il NorthEast United FC, il cui campionato inizia il 6 Ottobre…la vedo difficile almeno per quest’anno…se ne parla a Giugno…

      • Forse sono stato frainteso. NON VOGLIO KAMARA!!! Voglio solo Evidenziare che a parole tutti salverebbero il cz. Ma contano i fatti. Fino a prova contraria tutti quaquaraquà

        • tu mi pari cchiu quaquaraquà e l’atri, basta ma si leja chidru chi scrivi pemma si capiscia chiddru chi si, nu superquaquaraquà. Va ricogghjati và ca fai megghju.

          • per come te la prendi devi essere un parente dei nostri cari pezzenti arricchisciuti o il cuginetto di kamara. O forse uno di quelli che regalano multe coi petardi all US. Per caso cosentino vi ha tagliato i viveri? Niente biglietti omaggio?

  • Lo scorso anno abbiamo sbagliato tutti chiedendo la rivoluzione alle prime sconfitte speriamo di non ripetere lo stesso errore, anche se adesso la situazione è diversa, siamo ultimi!!!

    • vorrei ricordare a tutti i tifosi,quando cosentino disse che era innamorato del Catanzaro molti di voi anno esultato a queste parole nella mia esperienza di tifoso giallorosso mi sono chiesto ma se questo signore ama il Catanzaro perché non si e fatto vivo durante il periodo precedente al fallimento quando era invocato da tutti , cosi da evitare un ‘altra umiliazione ai tifosi? non e forse venuto a Catanzaro solo perché incentivato da comune provincia e regione?

  • Presidente rispetto per chi si è fatto più di 6 ore di auto. Mi raccomando domenica nasconditi in "tribuna stampa" come hai fatto una settimana fa..

    • Ha sbagliato ma almeno è l’unico ad aver fatto qualcosa, vorrei sapere dove sono finiti i 10.000 tifosi della C2, con loro sarebbe cambiato tutto e magari quest’anno cosentino non avrebbe fatto la squadra al risparmio, che poi d’accordo non è quella dello scorso anno ma nemmeno da ultimo posto in classifica.<br />
      Bei tempi con russotto, vacca e Maiorano o russotto, Zappacosta e Giandonato.<br />
      Mancava solo la punta (razziti) invece abbiamo venduto tutti e comprato solo la punta.<br />
      Non ho mai capito la storia di rigione, altro bel giocatore che inspiegabilmente si è perso.

  • Gli errori sono stati commessi lo scorso anno, lasciando partire con troppa facilità i vari Vacca, Russotto, Rigione, Giandonato, ecc. Ecc. La squadra aveva bisogno solamente di qualche innesto di qualità e basta, mentre oggi andrebbe interamente rifondata. La salvezza di questo passo rimane solo un miraggio.<br />
    Speriamo almeno di risollevarci con il derby.<br />
    Comunque vada sempre forza giallorossi. <br />

  • Partita dominata dal Catanzaro. Purtroppo siamo in gravissima difficoltà psicologica e in difesa molto molto approssimativi basta pensare alle occasioni dell’akragas ogni volta che concedevamo una verticalizzazione. La fortuna non ci dà una mano, i loro gol impossibili ed il gol mangiato da Agodirin parlano chiaro. Per quanto riguarda la società io penso che non ci sia più molto da aggiungere. Chi si loda si imbroda e da quando è arrivato Cosentino ha dimostrato solo a parole di essere un vincente. Poi se la critica dei risultati deve passare per il fatto che senza di lui non staremmo qui a parlarne è un altra cosa. Magari qualcuno proporrebbe anche la beatificazione…. Domenica c’è il Cosenza e la squadra va incitata senza se e senza ma anche perché i segnali di un barlume di gioco domenica scorsa ci sono stati e da cosa nasce cosa è un derby può segnare la svolta come la scorsa stagione l’ha segnata ma in negativo.

  • Non dai ragazzi non esageriamo. Secondo me il presidente è un galantuomo e vedrete che ci toglierà da questa situazione. Quello che è successo a mio avviso è che lo scorso anno non c’è stata una risposta adeguata dalla tifoseria allo sforzo economico messo in campo. Gli abbonamenti non sono saliti. probabilmente solo un campionato di alta classifica con molte presenze stadio avrebbe compensato le spese sostenute. Non arrivando si è dovuto smobilizzare. La situazione di quest’anno è figlia di quella situazione. Poi la vendita forzata di giocatori essenziali voluta dalla parte marcia della tifoseria ha fatto il resto, vedi Russotto. Occorre tenere i nervi saldi e ripartire. non eccediamo nei commenti, piuttosto eliminiamo le mele marce dalla tifoseria.

  • Rispetto per chi crede che abbiamo un presidente demotivato,rispetto per chi pensa l opposto,rispetto x chi e’ convinto che abbiamo una squadra di merda e rispetto chi pensa che non sia male, rispetto x chi vuole gia la testa del mister e per chi invece vuole dargli tempo,rispetto per chi sostiene che siamo un pubblico e una piazza di merda e rispetto chi sostiene il contrario, ,,ma e dico ma, se siamo tutti veri tifosi come lo sono io questa settimana sapete piu di me quanto e’ importante caricare la squadra, a volte basta nel calcio una vittoria come nel derby e ti cambia una stagione per cui vi prego, ,,e’ troppo facile salire sul carro dei vincitori quando le cose vanno bene ed e’ facilissimo buttare merda quando le cose vanno come stanno andando in questo momento, ,,per cui vi scongiuro facciamo una settimana pensando positivi, ,,,cosa ci costa del resto vincendo domenica agganciamo il cs a 4 punti, ,,,,,FORZA CATANZARO ADESSO PIU CHE MAI

    • BRAVISSIMO!!!!!!!!!!!!<br />
      Sono però preoccupato, temo una caduta di tensione, troppe poche visite al sito e pochi commenti, se il pubblico abbandona la squadra ci facciamo 10 anni di D.<br />
      FORZA CATANZARO SEMPRE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      • sono preoccupato anche io ,,,,,proprio x questo con 1000 oppure 5000 domenica serve vincere per sbloccare questa classifica e ridare un po di entusiasmo all ambiente ,,,,catania a parte se pensi che noi in quattro gare abbiamo fatto 1 punticino e le prime sono solo a 8 punti non mi sembra una catastrofe anzi ,,,,,

  • Cosentino i conti li sa fare molto bene, non mi faccio impressionare dalle dichiarazioni di "facciata": lascio, sono abbandonato; ha speso tanto sino ad oggi? io i bilanci della societa’ non li conosco (a differenza di chi afferma cose che solo chi e’ all’interno della societa’ puo’ sapere) ma se si spende da una parte, dall’altra (vedi GI.COS come sponsor) si risparmia in tasse e cosi’ via.<br />
    Non esiste nessun imprenditore che tira fuori un lira se non ha un ritorno, prova ne e’ che se qualcuno vuole investire nel Catanzaro, lo fa solo se la squadra e’ ad alti livelli, altrimenti sarebbe pubblicita’ negativa e poi siete sicuri che qualcuno si sia fatto avanti e che gli sia stato risposto picche perche’ il "patron" non vuole che qualcun’altro metta il naso nei suoi affari? Se lo sapete voi!!!!!!!<br />
    Un dubbio dopo la partita di ieri sinceramente c’e l’ho (proprio perche’ Cosentino i conti se li sa fare): non e’ che ha preso Agodirin perche’ prende i 36 euro giornalieri destinati agli immigrati, perche’ se il giocatore e’ questo che si e’ visto in queste prime partite, chiedo pubblicamente scusa a Ilari che non apprezzavo la stagione scorsa ma che nei confronti di Agodirin e’ un MOSTRO di bravura; l’unico che lo ha considerato "una spina nel fianco dell’Akragas" era il cronista di Sportube, ma la vera spina nel fianco era per chi aveva la casa fuori dallo stadio per il rischio che correvano i vetri delle finestre, a Trapani dopo la girata al volo del primo tempo stanno ancora ridendo e a me stanno ancora girando le p…e! Forza Catanzaro! <br />

      • D’URSO si gioca tutto con il cosenza, certo non è facile ed umanamente gli sono vicino, purtroppo il calcio è crudele, per lui e per noi ormai il derby è l’ultima spiaggia e questo purtroppo avvantaggia il Cosenza.

  • " lasciarla naufragare verso la serie D sarebbe imperdonabile. Oltre che da vigliacchi."<br />
    PERFETTO!!!<br />
    Qualche giornalista ripeta esattamente queste testuali parole all’attuale presidente del Catanzaro calcio…Grazie!

    • non facciamo il processo alle intenzioni, non credo che il presidente sia così infame, è vulcanico e a volte scorbutico ma mi sembra una persona corretta, certo nel calcio ci vuole pazienza e programmazione e non si può cambiare tutto ogni 6 mesi, quindi anche questa volta non bisogna buttare il bambino con l’acqua sporca.

  • Gabriele ed essere ma siete impazziti avete preso le caramelle a straniero!!!… Non so se strofinarmi gli occhi e piangere o se farmi il solletico alla pancia…<br />
    Gabriele ed essere, faccia al muro e dietro alla lavagna avete scarabocchiato il quadernone di Peppe aveva fatto tutti i conti del bilancio e adesso come fara poverino!!!

  • Si, ma non dovete rinnegare tutto quello che ha fatto il presidente: ci ha ridato il titolo, l’entusiasmo, la dignità di vera squadra, un campionato trionfale dopo vent’anni, l’illusione di puntare in alto. Oggi purtroppo non è più così. Ha fatto errori lui, anche a trattare tutti come suoi dipendenti e abbiamo fatto errori noi, pretendendo sempre tutto dall’alto di un blasone che non c’é più. Rispettosi della nostra dignità e sempre innamorati del CATANZARO, proviamo a tendere una mano al presidente, sperando che voglia dimostrare l’affetto che ha sempre esternato. DOMENICA TUTTI ALLO STADIO!!!

  • ragazzi smettiamola con le critiche su ciò che è stato! Ora dobbiamo dare una mano alla squadra per cogliere la prima vittoria contro il Cosenza. <br />
    Questa squadra ha bisogno di positività !!<br />
    I migioramenti nel gioco si sono visti nei primi 25 minuti contro l’Akragas …. se riusciamo a giocare in quel modo per tutti i 90′ la vittoria deve arrivare. Non può andare sempre male!!<br />
    Io sono convinto che la squadra può crescere tanto e la prima vittoria darà iniezione di fiducia a tutti.<br />
    Diamo ancora fiducia ai ragazzi e al mister e quindi … FORZA E CORAGGIO …. TUTTI INSIEME A SPINGERE I GIALLOROSSI VERSO LA VITTORIA !!!

Lascia un commento