Intervistiamo...

Money Gate: il giorno del giudizio

Redazione
Scritto da Redazione
Alle 15 andrà in scena il processo d’appello. Catanzaro e Avellino sono chiamate a difendersi nuovamente dopo l’assoluzione dello scorso 19 dicembre. Verdetto atteso già in serata
 

Si torna nuovamente in aula per quello che ci si augura possa essere l’ultimo atto del processo scaturito da Money Gate, l’ormai famigerata inchiesta partita dalla Procura di Palmi nel maggio dello scorso anno. 

L’accusa ormai è nota, Catanzaro e Avellino avrebbero falsato il risultato della gara di campionato disputata al “Ceravolo” il 5 maggio 2013, accordandosi sull’esito finale poi non concretizzatosi.

Ads336x280  

Lo scorso 19 dicembre, al , il TFN diede ragione su tutta la linea alle due società, prosciogliendole da ogni addebito e al contempo sottolineando la carenza probatoria del deferimento della Procura. 

Oggi alle 15 un nuovo collegio di giudici dovrà discutere il ricorso presentato dall’accusa presieduta dal procuratore federale Giuseppe Pecoraro, il quale punta tutto sulla rivisitazione del giudizio di primo grado sulla base del deposito degli atti del procedimento parallelo della magistratura ordinaria.

Il 22 novembre la Procura di Palmi, infatti, ha notificato agli indagati (gli stessi coinvolti anche sul piano sportivo) la chiusura delle indagini, ma la Procura Federale non ne ha tenuto conto per la causa dinanzi al TFN persa malamente.

Nonostante il clima di moderato ottimismo, la partita è ancora aperta e non si potrà abbassare la guardia fino al verdetto finale, atteso già entro la serata odierna o al più tardi mercoledì in mattinata. 

Nel pomeriggio vi terremo informati con aggiornamenti periodici e un riassunto della giornata negli approfondimenti serali. 

Red 

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

16 Commenti

    • L’udienza alla Corte Federale d’Appello in tempo reale.<br />
      <br />
      16.50 – E’ finita l’udienza con il rinvio definitivo all’11 aprile, ovvero a otto giornate dalla fine del torneo di B.

  • Ma sto Pecoraro non ha davvero un cazzo da fare? In un Paese in cui Masiello gioca ancora a pallone in serie A devono scassarci le palle per un SUPPOSTO tentativo (manco riuscito) di illecito??? Ma non si rendono conto?

    • Mi fa sorrideterminato i paragoni con altre vicende. Qui si tratta di dimostrare che tra Cosentino e Tacconi non ci sono stata ne telefonate ne accordi riscontrabili. Se come spero non ci sono state ok, altrimenti basta poco per rischiare Grosso…

    • Mi fa sorrideterminato i paragoni con altre vicende. Qui si tratta di dimostrare che tra Cosentino e Tacconi non ci sono stata ne telefonate ne accordi riscontrabili. Se come spero non ci sono state ok, altrimenti basta poco per rischiare Grosso…

      • So benissimo che il caso Masiello è ben differente dal "non caso" nostro , il senso della mia considerazione è che mi pare davvero pazzesco che si possa noi correre rischi per presunte tentate combine, tentate e non riuscite, mentre chi le combine le ha fatte per davvero giochi ancora in serie A. <br />
        Poi che siano due casi diversi siamo d’accordo.

  • L’udienza alla Corte Federale d’Appello in tempo reale.<br />
    <br />
    16.50 – E’ finita l’udienza con il rinvio definitivo all’11 aprile.

  • VOGLIONO FARCI FINIRE IL CAMPIONATO E SE CI SALVIAMO DICO SE CI SALVIAMO CI VOGLIONO FAR RETROCEDERE….. RICORDIAMOCI CHE CI HANNO FATTO GIA’ RETROCEDERE DOPO AVER VINTO UNO SPAREGGIO,

    • Non iniziamo a fare le vittime. Se retrocederemo e perché avranno prove tali da non fare scampo. Viceversa se i legali riusciranno a dimostrare l’infondatezza delle accuse saremo assolti. <br />
      Non esiste che perché siamo il Catanzaro ci vogliono retrocedere per salvare poi chi? Agrigento,paganese, Andria, fondi?

Lascia un commento