Brevi

Palanca: «Il cuore oltre l’ostacolo. C’è una storia sportiva da difendere»

Redazione
Scritto da Redazione
La lettera e il messaggio video di Massimo Palanca. Un appello alla squadra e alla città
 
palanca-salvate-la-storia01

Non è stato semplice convincere Massimo Palanca. O’Rey è un uomo semplice, schivo, innamorato a tal punto dei colori giallorossi da soffrire fisicamente nel vederli confinati alle soglie del dilettantismo.

Qualche giorno fa aveva affidato ad una lettera il suo pensiero. Parole bellissime, intrise d’amore, che abbiamo custodito aspettando il momento giusto per pubblicarle.

Volevamo un suo video. Volevamo che la sua voce si unisse al coro dei tanti ex che in questi giorni ci hanno fatto sentire più forti e meno soli.   

Ci siamo riusciti, e per questo lo ringraziamo dal più profondo del cuore.  sarebbe rimasta incompleta senza l’Imperatore della Ovest.

Ads336x280

 

APPELLO PER IL CATANZARO

Cari amici, sul sito UsCatanzaro.net ho letto l’appello disperato che è stato fatto ai protagonisti del passato affinché si possa dare un aiuto alla causa gialllorossa, allora mi sono ripromesso di provare a muovere qualcosa e, soprattutto, che possa essere recepito da chi di dovere.

La riflessione che segue è rivolta principalmente ai giocatori. Lo sapete che ancora oggi ci sono circa dieci undicesimi di una squadra degli anni ’70, che si ritrovano con le loro famiglie per trascorrere insieme tanti bei momenti di festa come il Capodanno, le ferie estive e i matrimoni? E sapete qual è il filo conduttore di quest’amicizia? Il Catanzaro.

Siamo cresciuti tutti sotto le ali dell’aquila giallorossa. Abbiamo gioito per i successi, ci siamo disperati per qualche retrocessione, ma in ogni campionato c’era sempre un obiettivo, la promozione o il mantenimento della categoria. Abbiamo sempre lottato tutti insieme, squadra, allenatori, ds, medici, massaggiatori.

Ecco, noi vorremmo rivedere questo spirito in tutti voi. È arrivato il momento di abbandonare le polemiche, le beghe interne (qualora ce ne fossero), i personalismi, praticamente tutto ciò che potrebbe compromettere le sorti di un intero campionato con conseguenze che non voglio nemmeno pensare.

Dovete difendere la storia sportiva di questa città e gettare il cuore oltre l’ostacolo, ne va anche della vostra dignità.

Lo stesso discorso vale per i tifosi. Per queste ultime due gare lasciamo dietro tutto il peggio che c’è stato, tutte le polemiche e gli insulti. Facciamo vedere che l’amore per questi colori è al di sopra di tutto.

Sarò retorico, ma società, giocatori, ds, passano. Quel che resta è il Catanzaro e per difenderlo bisogna che ci stringiamo tutti intorno a lui e lo spingiamo forte per superare l’ultimo ostacolo.

Gli avversari devono temere il Ceravolo.

Da parte mia, a malincuore, non potrò esserci fisicamente per i noti motivi che mi assillano dopo il sisma che ha colpito Camerino, ma con il cuore sarò dentro lo stadio con voi e se ci sarà una punizione o un calcio d’angolo da calciare in posizione favorevole, mi vedrete vicino al pallone.

Forza Catanzaro dal sempre giallorosso.

Massimo Palanca

 Ads336x280

Red

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

46 Commenti

  • Grazie per questo ennesimo splendido pezzo di storia del mitico Catanzaro. Grazie Massimo sei l’essenza delle aquile. E adesso tutti concentrati sulle paartite. Azionate tutti i cornetti e le pozioni magiche e per chi può è un dovere essere presente al ceravolo.

  • Ritirate la squadra dal campionato e consegnate le chiavi al sindaco di Decollatura o di Palermiti. Non perdiamo altro tempo.

  • Chapeau, dopo tanti anni sentendoti mi commuovo ancora. Massimo Palanca resterai per sempre nel cuore di ogni singolo tifoso giallorosso.

  • Mi sono commosso. Ho intatti i ricordi da bambino. Sei il nostro imperatore. Sei l’uomo più importante di Catanzaro. Sei la storia di Catanzaro. Nessuno nessuno NESSUNO ha mai lasciato un segno più forte di te in questa città.

  • Caro Massimè se hai bisogno a disposizione ti ho chiamato appena dopo avvenuto il sisma per darti una parola di conforto non ti abbattere perchè ce bisogno di te……..

  • Quanti ricordi…quei calci di punizione micidiali, i magici calci d’angolo, quanta passione per QUEL Catanzaro…Ciao Massimo!!…

  • Non ci sono parole al commento del "RE DEL CALCIO".<br />
    Grazie per tutte le emozioni che mi hai fatto vivere.<br />
    Un abbraccio

  • I nostri giocatori dovrebbero rivedere il filmato degli attimi immediatamente successivi al rigore sbagliato da Massimo in Catanzaro Triestina. Si mise a piangere e si sentiì male. Questo dovete sentire. Quella maglia incute questo tipo di rispetto. Altrimenti andate a raccogliere cicorie da un altra parte

  • Enorme spessore morale di tutti i grandi che hanno rilasciato l’intervista, grazie comunque vada è una bellissima pagina di storia. Spero che ci siano almeno 3000 tifosi allo stadio perché se fossero di meno significherebbe che questi appelli sono stati ignoranti. Aspettavamo tutti questa intervista, sinceramente ci sarei rimasto malissimo se non l’avessi rilasciata grande massimo.

    • È vero….speriamo che portano frutti questi grandi appelli….e che non facciano l’effetto contrario ….appesantendo ancora di più la situazione dei giovanotti giallorossi……speriamo bene.Saluti ..Aquila!!

      • Normalmente sarebbero da stimolo ma i nostri hanno un’equilibrio precario, spero che non risentano troppo della pressione ma i tifosi stanno facendo il loro dovere, per qualsiasi altra squadra tutto questo sarebbe da stimolo. I tifosi non devono essere psicologi, i tifosi devono dare la carica e un tempo erano il dodicesimo uomo. Ciao carissimo

  • Posso dire una cosa. Massimo Palanca è genuinamente innamorato della nostra città e della nostra squadra. Noi siamo tutti innamorati di lui e della nostra squadra. Domenica tutti al cervaolo. Casso…tuttti. Dobbiamo essere almeno 10 mila. E tutti con spirito positivo. I presidenti passano, i giocatori passano, i direttori sportivi speriamo che passano. Ma quella maglia e quelle emosioni che ci da non devono passare mai e li dovrannos entire anche i nostri figli

  • Massimo, oltre ad essere stato uno dei più grandi calciatori italiani, al pari degli altri calciatori che ti hanno preceduto nell’esortare gli attuali, siete dei grandi uomini. un abbraccio al più grande di tutti.

  • Questa pagina e’ sacra. Conservatela negli archivi. Per cortesia non fatela sporcare on quei post di stranieronellanotte che contengono put..ate e mi..ate

  • Commovente. Queste parole, unite a quelle degli altri mitici, ci fanno capire che è la dirigenza insieme alla banda di magnacci prenditori e politici che ci governano semmai ad essere sconfitte e retrocesse, non la Catanzaro sportiva e giallorossa. Avrebbero potuto fare bene se fossero state tutte unite queste componenti. Ma di avvocato Ceravolo ne nasce uno solo in questa vita, capace di fare da collante alle diverse anime della Catanzaro di allora.<br />
    Un ultimo sfogo:<br />
    Io domenica dopo tanti anni di abbonamenti fatti, non verrò allo stadio e non vedrò la partita: temo venendo, di stare male o peggio ancora di reagire negativamente, ai limiti della legalità a ciò che non deve assolutamente accadere. Spero che tutto finisca presto. Sto molto male.

    • Non preoccuparti, ci vado io anche per te. Sono curioso di vedere fino a che punto sono capaci di portare avanti questa sceneggiata napoletana. Sarebbe stato più giusto e corretto giocare a porte chiuse. Ma soprattutto sarebbe stato più e corretto ritirare la squadra dal campionato e bloccare gli stipendi.

  • Solo in questa città succede che quella specie di sindaco non cerca di stare vicino alla squadra in questo momento particolare. …..INDEGNO LUI E CHI LO VOTA. ….<br />
    FORZAGIALLOROSSI EFORZA PRESIDENTE COSENTINO NON MOLLARE MAI. ….RIALZIAMOCI. …….

  • Chi molla non è un tifoso giallorosso come non lo sono tutti coloro che ci vogliono in serie D!! Finché morte non ci separi ora e sempre forza Aquile!!!!

  • Questa mattina si è tenuta la festa di fine anno scolastico dell’istituto in cui lavoro. Con l’approvazione dei gentilissimi Calafricano e di un altro utente giallorosso del quale non ricordo ora il nome, ho indossato i pantaloncini BLU dell’U.S. Catanzaro. Mi dissero di non badare alle sKaramanzie e così ho fatto. I giochi per i bambini sono stati un successo organizzativo. GRAZIE, fratelli giallorossi! Come sarebbe bello vedere domani il Catanzaro in maglia BLU……SALUTI!

Lascia un commento