Prezzi popolari e strisce orizzontali [VIDEO]

Presentata ufficialmente la campagna abbonamenti e le divise da gioco per la stagione 2017/2018. All’interno ampio resoconto della mattinata e il video del live Facebook
 

Si è tenuta in mattinata l’attesa conferenza stampa di presentazione della campagna abbonamenti e delle nuove divise da gioco per la stagione 2017/2018.

 Ads336x280

Due ore intense, con il presidente Noto autentico “one-man show”, preso come non mai dall’avventura Catanzaro vissuta intensamente nel corso delle ultime quattro settimane. 

Al di là delle impressioni personali, la sensazione è che stia nascendo uno “stile Catanzaro” caratterizzato da un filo conduttore fatto di attenzione ai particolari e confronto con tutti coloro che possono dare un contributo alla causa giallorossa. 

Per quanto riguarda gli abbonamenti, si è proceduto a spiegare la scelta del claim “Io e te, come nelle favole” accompagnato dalla foto di un ragazzo esultante. Il senso è quello letterale della frase: tifare il Catanzaro deve tornare a rappresentare la dimensione delle favole, dei sogni che possono diventare realtà. Non a caso il ragazzo in foto è anche un giocatore delle giovanili giallorosse. Da una parte il tifo, dall’altra il sogno di poter diventare calciatore, e magari indossare la maglia giallorossa. 

Capitolo prezzi. Inutile girarci intorno, sono più che onesti (il dettaglio nell’immagine in basso, ndr). Ci sarà sicuramente chi sosterrà che si poteva fare di più, che ci poteva essere qualche incentivo per i tifosi della provincia o un gadget in omaggio. Tutto vero. Però, come atto di estrema onestà, si dovrebbe sospendere il giudizio e pensare che nel giro di poche settimane si è riusciti a dare una parvenza di organizzazione ad una società che, di fatto, era stata spazzata via dalle note vicende che avevano colpito l’ex presidente Cosentino. 

In altre parole, la scelta dei prezzi è senza dubbio una mano tesa verso la tifoseria in una delicata fase di ricostruzione di un rapporto azzerato da anni di frizioni e incomprensioni con la vecchia proprietà.

prezzi abbonamenti catanzaro 2017/2018

A voler essere puntigliosi, l’unico neo è sulla gestione dei vecchi abbonati. È vero, ci sarà una fase di prelazione che durerà dal 7 al 10 agosto, ma la stessa non coinciderà con un vantaggio sul costo degli abbonamenti, si potrà solo scegliere il posto. 

La motivazione ufficiale è l’assenza di un database dal quale poter attingere per capire chi effettivamente avesse sottoscritto un abbonamento nella passata stagione sportiva. Al netto dei possibili “furbetti”, chiudere un occhio forse avrebbe evitato qualche polemica che sta già montando fra i 718 che l’anno scorso sottoscrissero un abbonamento. 

Pazienza. Come ama ripetere il presidente Noto, tutto fa parte di un processo di crescita e apprendistato che non sarà privo di errori.

 Ads336x280

Sul fronte divise da gioco, la scelta è senza dubbio in netta discontinuità con il passato. Il cuore fa scorrere in testa le immagini del Catanzaro in maglia rossa con i bordini gialli, il futuro sarà con le strisce giallorosse orizzontali in stile Celtic.

C’è chi ha gridato allo scandalo, chi invece ha accolto positivamente questa novità. In realtà si tratta di un ritorno agli anni ’60 e se proprio vogliamo trovare un senso profondo a questa scelta di rottura, basti pensare che in quegli anni si misero le basi per i successi del grande Catanzaro. 

Di sicuro, le prime partite si giocheranno con una maglia provvisoria a strisce giallorosse orizzontali con le spalle bianche in attesa che le nuove divise siano pronte.

Proprio in merito al prossimo campionato, il presidente Noto ha espresso preoccupazione circa la possibilità che per la fine di agosto il “Ceravolo” non abbia tutti i certificati di agibilità necessari alla disputa delle gare. Una grana non da poco considerato che i tempi stringono e le ferie estive potrebbe allungare i tempi delle procedure burocratiche. 

Per quanto riguarda la vicenda “Money Gate”, il presidente ha ribadito la tranquillità della società, la quale si è già affidata ad un pool di avvocati che interverranno qualora dovesse arrivare un deferimento. 

Sulla campagna acquisti condotta sinora, Noto si è detto soddisfatto delle operazioni sia in entrata che in uscita. Ha confermato, inoltre, l’arrivo di Puntoriere e Nicoletti, da settimane in predicato di vestire il giallorosso.

Per quanto riguarda ulteriori iniziative, si è pensato di ripristinare la targa presso il centro sportivo di Giovino intitolato a Mirko Gullì, scomparsa dalla sua sede. Inoltre, ci sarà un progetto, ancora in via di definizione, per ricordare il compianto Bruno Cuteri.

 

Francesco Panza

 

LA CONFERENZA STAMPA 

A proposito dell’autore

Francesco Panza

Francesco Panza

13 Commenti

  • Prezzi popolari un corno. Escluso la curva tutti gli altri sono aumentati. E se si aggiunge la presa per il culo del database mancante e conseguente guadagno sui vecchi abbonati, cuminciamu cchi cazzi. Ora vorrei sentire i commenti di tutti quelli che parlavano dei prezzi alti per la categoria praticati da Cosentino. Senza volerlo difendere, ma Cosentino non aveva nessuno aiuto economico alle spalle, per noto sono tutti dietro la porta a portare soldini.

    • Ti prego, lasciamo stare altrimenti non se ne esce più. Stiamo zitti e restiamo uniti. Abboniamoci e incrociamo le dita.

  • Strisce orizzontali? Piuttosto di vedere quelle verticali dei pasticciotti salentini, meglio scimmiottare il Celtic G. In fondo, pure la mia Inter scelse uno sgraditissimo l’orizzontale in UEFA 97-’98 e…..VOLO’ a Parigi!

  • Sono un pò incazzato a dire il vero, i prezzi popolari sono stati applicati solo alle curve, il mio abbonamento alla Tribuna Est per esempio è passato da € 180 ((avendolo confermato con diritto di prelazione) ora è € 215. Forse andrò in curva e quando piove (visto che gli ombrelli, anche quello giallorosso avuto come gadget un paio di anni fa, non li fanno entrare) resterò a casa.

    • Strano che hanno fatto un errore di marketing così grossolano, dovevano aumentare a 195 e poi se i risultati saranno positivi potevano andare oltre.<br />
      Però non diventiamo poveri per 30 euro, cerchiamo di sostenere la squadra, noi da fuori Calabria troveremo il modo.<br />
      FORZA AQUILE!!!

      • Si però caro amico, io non so che disponibilità hai tu, ti auguro di cuore di essere ricco, ma io, come molti altri che conosco da poveri pensionati anche 30 euro diventano importanti. Darò lo stesso il mio contributo, ma in misura inferiore, vorrei dare di più ma qua la situazione economica peggiora ogni giorno, altro che ripresa !!!!!

    • Strano che hanno fatto un errore di marketing così grossolano, dovevano aumentare a 195 e poi se i risultati saranno positivi potevano andare oltre.<br />
      Però non diventiamo poveri per 30 euro, cerchiamo di sostenere la squadra, noi da fuori Calabria troveremo il modo.<br />
      FORZA AQUILE!!!

    • Forse dimenticate che i prezzi delle tribune laterali l’anno scorso erano stati diminuiti per sopperire alla mancanza dei Distinti, ma dal momento che quest’anno i distinti ci saranno, anche se non sappiamo da quando, è normale che siano stati aumentati….

  • Ha prevalso l’animo del commerciante, perchè ha presunto che dei vecchi abbonati (718) qualcuno potesse aver perduto la tessera, e per equità (???) verso di loro non ha praticato sconti a nessuno.<br />
    Ora; chi può non dire che tutti i 718 vecchi abbonati hanno conservato la vecchia tessera? (io li colleziono tutti), e poi possibile che la Digos non abbia l’elenco dell’anno scorso? e neanche la tipografia che li ha stampati? In conclusione la verità è che non lo ha voluto praticare questo sconto.<br />
    Ma non importa, non lo dico per polemica, ma per verità dei fatti, guardiamo avanti e speriamo che per il futuro prevalga l’animo giallorosso a quello commerciale.

Lascia un commento