Intervistiamo

Processo All Inclusive, tre condanne definitive per traffico stupefacenti

Con questi provvedimenti si è data esecuzione alla sentenza emessa in data 6 luglio 2016 dalla Corte d’Appello di Catanzaro divenuta definitiva il 7 novembre 2017 a seguito di rigetto da parte della Corte Suprema di Cassazione
 

Nella mattinata di ieri, la Squadra Mobile di Catanzaro, a seguito di ordine di esecuzione emesso dal locale Tribunale – Ufficio Esecuzioni Penali ha tratto in arresto tre persone.

Ads336x280

Si tratta di Stefano Sestito, 28 anni, destinatario di un ordine di carcerazione per scontare la pena di 5 anni, 8 mesi e 8 giorni di reclusione, perassociazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, furto, rapina e detenzione illegale di armi;

Alessio Melina, 25 anni, destinatario di un ordine di carcerazione per scontare la pena di 3 anni, 7 mesi e 18 di giorni, per aver fatto parte di un associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, furto e detenzione illegale di armi;

Fabio Valentino, 27 anni, destinatario di un ordine di carcerazione per scontare la pena di 5 mesi e 20 giorni, per i reati di rapina e di detenzione illegale di armi.

I provvedimenti costituiscono l’esito processuale di una serrata attività d’indagine effettuata dalla Squadra mobile di Catanzaro che aveva consentito di accertare l’esistenza di una consorteria criminale che gestiva un cospicuo traffico di cocaina, hashish e marijuanaavvalendosi di vari canali di approvvigionamento ramificati sulle altre province calabresi. Le attività investigative avevano accertato inoltre l’elevata pericolosità sociale dei sodali, armati, i quali portavano a termine anche reati di tipo predatorio.

Con questi provvedimenti si è data esecuzione alla sentenza emessa in data 6 luglio 2016 dalla Corte d’Appello di Catanzaro, in riforma della sentenza del GIP presso il Tribunale di Catanzaro, divenuta definitiva il 7 novembre 2017 a seguito di rigetto da parte della Corte Suprema di Cassazione.

I tre, ultimate le formalità di rito sono stati associati presso la Casa Circondariale di Catanzaro per l’esecuzione della pena.

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Lascia un commento