Intervistiamo

Puntoriere «So che mister Dionigi punta su di me» [VIDEO]

Redazione
Scritto da Redazione
In conferenza stmpa il giovane attaccante parla della sua attuale esperienza a Catanzaro
 

Ancora Puntoriere non ha trovato la via della rete in maglia giallorossa. Un calciatore giovane e di prospettiva dal quale, forse, ci si aspetta qualcosa in più. L’attaccante delle aquile ha parlato in conferenza stampa.

Ads336x280

Questa la sua analisi sul suo momento: «Quando sono arrivato avevo già effettuato la preparazione ed ero pronto a livello fisico. Mi rendo conto che sto avendo un piccolo calo. È un fatto mio mentale. Devo migliorare e reggere 90 minuti».

Naturalmente tutto ciò si scontra con le idee di mister Dionigi. «Il tecnico non vuole nessuna pausa, nemmeno in allenamento».

Per ora, l’attaccante sta comunque trovando il suo spazio: «Entrare dalla panchina è un ruolo fondamentale. Non deve essere un peso. So che l’allenatore punta su di me».

Con Dionigi, Puntoriere sta giocando con punta in un reparto offensivo a due, rispetto al ruolo da esterno ricoperto con Erra: «Giocavo già come attaccante centrale. Per me non è un problema».

Il Catanzaro ora deve dare continuità di risultati. «Abbiamo intrapreso una buona strada già dalla partita con il Monopoli. Con il Catania è mancato solo il risultato. Nel derby siamo tornati a vincere. Sappiamo il nostro valore».

Qualche parola anche sul derby appena vinto da parte del giovane ancora alla ricerca del suo primo gol: «Quando arrivi qui la prima cosa che dicono è di vincere con il Cosenza. Vedere tutti quei tifosi è stata una carica importante».

Ferdinando Capicotto

 

 

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

11 Commenti

  • … Giocatore di prospettiva , di grandi doti atletiche il giovane puntoriere , ma che necessita di una crescita graduale altrimenti rischia di bruciarsi , lo stesso vale per gli altri giovani ( soprattutto Imperiale che qualcuno pensava fosse un fenomeno già pronto )… Ma la crescita dei giovani dipende anche dai veterani e tra questi sopratutto Infantino che a mio parere quando recupera totalmente lo stato di forma completo è’ un giocatore di categoria …. Crediamociiii

  • Ogni giovane è diverso, alcuni già a 19 anni sono fenomeni e giocano in serie A. Puntoniere purtroppo fino ad oggi mi è parso inconcludente, anche quando salta l.uomo poi perde la palla e un attaccate ogni tanto deve segnare

  • Personalmente a Puntoriere lo farei giocare sempre. Per me sarebbe un punto fermo della formazione. Ha doti tecniche e atletiche notevoli. Penso che occorrerebbe dettargli meno TATTICA lasciandolo libero di spaziare e GALOPPARE puntando sempre e direttamente a rete. E’ uno dei pochi che tenta l’uno contro uno e anche se non sempre riesce a superare il suo diretto avversario, fa benissimo a tentare e mettere in difficoltà le difese avversarie. Non IMPOSTIAMOLO troppo altrimenti perde le sue qualità migliori: scatto e velocità, non facciamolo diventare un "terzino", Mancuso ci ha sicuramente insegnato qualcosa.

  • Ho visto il messaggio di Dulbecco nel testo precedente. Ora fa il giustiziere. Ho provato ora a vedere gli ultimi 10 messaggi di Dilbecco. Lo potete fare tutti andando sul suo Nick. Provate a vedere. Incredibile!!!

  • Uhm…critica alla divisa di rappresentanza. Che ci fanno le mande rosse sullo sfondo blu? Siamo diventati cosenDini?!?! NNNnnnooooo….

Lascia un commento