Dalla Redazione

Reggina – Catanzaro 2-1

Tony Marchese
Scritto da Tony Marchese
Aquile che giocano a sprazzi, Erra ce ne mette del suo, il Derby e’ Amaranto
 
reggina-catanzaro 2-1

Aquile che bucano clamorosamente la prima trasferta ed il primo di tanti Derby che si giocheranno in questo campionato.

La Reggina ha meritato la vittoria, non perche’ abbia dei giocatori piu’ forti, ma solo perche’ e’ una squadra meglio organizzata in tutti i reparti. Il Catanzaro ha espresso il suo gioco a sprazzi con grande discontinuita’, dimostrando il proprio potenziale che e’ pero’ purtroppo rimasto inespresso. 

Nel primo tempo parte fortissima la Reggina che mette subito in difficolta’ Nordi, ma con il passare dei minuti vengono fuori i giallorossi, che con Onescu sfiorano il gol. Al 36′ Tulissi s’invola sulla sinistra e mette al centro per Sciamanna che lasciato tutto solo in area dai difensori ospiti, indisturbato  batte Nordi. La difesa dei giallorossi non e’ apparsa impeccabile per tutta la gara.

Ads336x280

La ripresa inizia con il Catanzaro che scende in campo con il piglio della grande squadra, quello che dovrebbe mettere sul terreno di gioco per 90 minuti e per l’intero campionato, ed il pareggio giunge su punizione magistralmente battuta da Benedetti (52′) all’incrocio dei pali alla destra di Chucchietti. Sul pari il Catanzaro sembra padrone del campo e da l’impressione di poter passare da un momento all’altro, Mister Erra chiama i cambi ed inspiegabilmente (forse per difendere il pari?) sostituisce Imperiale per Marchetti spostando Riggio sulla sinistra, esordisce Anastasi che rileva Puntoriere. Il cambio e’ disastroso, alla prima azione offensiva la Reggina trova il gol, Mezavilla lancia in profondita’ Porcino (68′) che s’infila alle spalle di Marchetti e solo davanti a Nordi insacca. Lo stesso Marchetti solo 4 minuti dopo si fa espellere per un fallo in attacco, concludendo dopo 10 minuti il suo esordio nel derby. 

Il finale e’ convulso con il Catanzaro che attacca a testa bassa e la Reggina che si difende e prova a ripartire in contropiede. Entrano anche Kanis e Spighi per Sirri e Cunzi, dietro si passa alla difesa a 3, le occasioni fioccano ed il Catanzaro e’ anche sfortunato quando sull’unica palla giocata, Anastasi di testa gira verso la porta colpendo l’incrocio dei pali.

Il campionato e’ solo all’inizio e la battuta d’arresto non deve scoraggiare come non avrebbe dovuto esaltare una vittoria, pero’ i campanelli d’allarme squillano e sonoramente. La difesa deve essere registrata. In avanti l’esperimento Cunzi centravanti ha funzionato al 50%, bene con la Casertana, male con la Reggina. Ma la cosa piu’ importante e’ l’atteggiamento della squadra in campo. Lo abbiamo gia’ scritto, il piglio deve essere diverso, bisogna imporsi sugli avversari, la difesa deve stare alta ed aiutare il centrocampo. Oggi troppe volte abbiamo visto Cunzi a distanza siderale da Sirri, questo non deve accadere. Urge che Erra trovi la quadra per una squadra dal potenziale indubbio e tutto da esprimere.

 

TM

 

Ads336x280

 

TABELLINO

Reggina -Catanzaro  2-1 

REGGINA – 4-3-1-2 – Cucchietti: Pasqualoni, Di Filippo, Gatti, Porcino; Marino (52′ Garufi), Mezavilla, De Francesco (17′ Fortunato); Tulissi; Sciamanna (77′ Solerio), Bianchimano. A disposizione: Licastro, Turrin, Auriletto, Tazza, Bezziccheri, Amato, Silenzi, Sparacello. Allenatore: Maurizi

CATANZARO -4-3-3 – Nordi, Riggio, Gambaretti, Sirri (85′ Kanis), Imperiale (65′ Marchetti), Onescu, Van Ransbeeck (43′ Maita), Benedetti, Cunzi (85′ Spighi), Puntoriere (65′ Anastasi), Falcone. A disposizione: Marcantognini, Pellegrino Nicoletti, Marin, Letizia, Lukanovic. Allenatore: Erra

Arbitro: Prontera di Bologna  Assistenti: Marchi-Saccenti

Ammoniti: Sirri, Riggio, Onescu (C), Fortunato, Gatti, Bianchimano, Porcino (R).

Espulsi: Marchetti (C) 72′ rosso diretto

Note: Corner 1-3, recupero 5′ pt, 4′ st. 

Spettatori: spetattori paganti 1.712, di cui 433 ospiti. Quota paganti: 12.801 euro. Abbonati 2.223, quota abbonati 14.467. Spettatori totali 3.935, incasso totale 27.268 euro 

Marcatori: 35′ Sciamanna, 51′ Benedetti, 68′ Porcino
 

A proposito dell’autore

Tony Marchese

Tony Marchese

17 Commenti

  • Erra è stato preso da due frenesie. Sostituire Van Rasbeek quando mancavano 30” alla fine del primo tempo. Poteva valere la pena aspettare per capire. E poi ha voluto sperimentare la doppia sostituzione, sostituendo per la prima volta nella storia del calcio un terzino sinistro giovane con uno stopper attempato alla sua seconda papera in due partite, ricordiamolo preferito ai vari Prestia, Pasqualoni e per ultimo Longo. In attacco tanto rumore per nulla. Cunzi falso centravanti crossava dalla destra dalla stessa posizione di Puntoriere che cmq è un ottimo giocatore non si sa per chi. Abbiamo molti giocatori di qualità in mezzo ed in avanti, ma penso siamo scarsissimi ed indisciplinati dietro tanto vale giocare con un 3-4-3 e magari utilizzare Imperiale al centro in attesa di Di Nunzio. Maita molto meglio di Onescu.

    • Marchetti è un cesso, ti lascerà sempre in 10, dopo il rigore regalato al Rende viene messo in campo nuovamente a fare danni, proprio nel momento in cui potevamo farla nostra. Erra ancora una volta ha dimostrato di essere un allenatore mediocre, puoi comprare chi vuoi ma il risultato è sempre quello di soffrire e perdere contro squadre scarse e di bassa classifica.

  • Marchetti pessimo acquisto, nordi pessimo portiere, non ho capito perché tutti voi cazzoni alla presentazione della squadra lo avete eletto capitano a furor di popolo quando era Maita a meritarlo. Erra inadeguato ad una squadra che col ritorno di di Nunzio ha un potenziale da serie B

  • NON CE BISOGNO CHE SE NE VADA ERRA, A BREVE LO MANDERANNO A PASSEGGIARE SU CORSO MAZZINI, NON È COSA SUA<br />
    BRAGLIA DOVE SEI?<br />
    PREPARATI

  • Probabilmente non saro’ un fine stratega del pallone, ma ho fiducia in chi ha costruito la squadra quindi, eviterei di mettere subito sulla graticola Erra, dopo due giro ate di campionato.<br />
    I giocatori si sono aggregati a piu riprese alla squadra e la condizione atletica, prima ancora che tattica, non puo’ essere delle migliori. Considerato che il nostro dev’essere un tranquillo campionato di transizione, eviterei di farmi prendere da facili isterismi.<br />
    pensiamo ad un paio di mesi fa, a dove avremmo potato essere a quest’ora…quindi cerchiamo di stare calmi, e con i piedi per terra.<br />
    FORZA AQUILE…FORZA GIALLOROSSI

  • Erra, ma anche Marchetti (il tuo pupillo) è stato acquistato in sinergia col DS? Complimenti, oggi devo dare credito a Preiti,, che ti aveva fatto fuori. Vergogna, tu hai fatto fuori Pasqualoni per Marchetti, non capisci un cazzo. DIMETTITI

  • Erra, ma anche Marchetti (il tuo pupillo) è stato acquistato in sinergia col DS? Complimenti, oggi devo dare credito a Preiti,, che ti aveva fatto fuori. Vergogna, tu hai fatto fuori Pasqualoni per Marchetti, non capisci un cazzo. DIMETTITI

    • Ma con quale diritto criticate già? Roba da buffoni. I calciatori alla seconda di campionato si sostengono non si massacrano. Siete in malafede tutti i contestatori

  • L’avevo detto io che l’unico reparto che mi preoccupava era la difesa… Stasera ne ho avuto la prova… Abbiamo preso due gol stupidi da una squadra con un attacco normale… Allora immagino quanti gol prenderemo quando giocheremo contro squadre come lecce, catania e trapani… Di Nunzio guarisci presto ci servi come il pane… rimpiango Prestia… Spero che la società torni sul mercato svincolati e prenda un buon terzino destro, che non abbiamo, e magari un centrale con le palle…

Lascia un commento