Avversario di turno

Reggina, un derby per inseguire la salvezza

Redazione
Scritto da Redazione
Gli amaranto arrivano al Ceravolo dopo una settimana di “clausura” al Sant’Agata. Zeman si gioca salvezza e panchina. Qualche dubbio sul 4-3-3
 
Zeman allenatore Reggina

Domenica alle 14:30 allo stadio “Nicola Ceravolo” andrà in scena il derby tra Catanzaro e Reggina, le due formazioni calabresi a vantare più campionati nella massima serie.

Ads336x280

Il presente, però, non è così luminoso, infatti le due squadre annaspano nei bassifondi del Girone C di Lega Pro e questo derby sarà un vero e proprio scontro salvezza.

La Reggina attualmente occupa il terz’ultimo posto in classifica con 12 punti frutto di 2 vittorie 6 pareggi e 6 sconfitte, con 14 gol fatti e 24 subiti che ne fanno la seconda peggior difesa dopo quella del Catanzaro.

Catanzaro-Reggina gol FofanaI precedenti tra le due squadre al “Ceravolo” sono 25. Il Catanzaro guida la classifica con 14 vittorie, la Reggina è a quota 5 mentre i pareggi sono 6. L’ultimo scontro tra le mura amiche risale a 2 stagioni orsono con la vittoria dei giallorossi firmata da Fofana. Come ricorderanno in molti, dopo la partita ci fu la conferenza di Cosentino che annunciò una rivoluzione in seno alla squadra. Si può considerare quel momento come l’inizio della crisi sfociata nelle due successive stagioni di sofferenza. 

Gli amaranto sono una squadra costruita per centrare la salvezza. Finora però, dopo un avvio discreto, non sono riusciti a dare continuità ai risultati. L’ultima vittoria per la compagine di Zeman risale al 9 ottobre al “Granillo”, quindi è ormai da più di un mese che i 3 punti non sono di casa in quel di Reggio.

Questo derby significa molto per quanto riguarda il prosieguo della stagion. Sia per evidenti ragioni di classifica, che migliorerebbe per entrambe le squadre in caso di vittoria, sia per una questione mentale, considerando che una vittoria in un derby potrebbe dare rinnovato slancio alle due contendenti.

Mister Zeman (figlio del più famoso Zdenek) dovrebbe schierare la sua squadra con il 4-3-3 anche se gli allenamenti a porte chiuse svolti in settimana potrebbero essere il segnale di qualche esperimento. 

Reggina-TarantoA difendere la porta degli ospiti troveremo Sala. La difesa a quattro sarà formata da Cane, De Bode, Gianola e Possenti. 

A centrocampo troveremo il gioiellino di casa Fiorentina, Bangu, con Botta e De Francesco.

In avanti dovrebbe essere confermato Tripicchio, autore di uno splendido gol nell’ultima partita, insieme a Porcino e Coralli.

Ads336x280

Come già detto in precedenza, questa partita è di fondamentale importanza per le due squadre ed entrambe hanno come obiettivo primario la vittoria.

Sarà molto presumibilmente una sfida giocata a viso aperto, con il Catanzaro che avrà più pressione rispetto alla Reggina e dovrà cercare di fare la partita. Un risultato negativo sarebbe forse la definitiva mazzata sul morale della squadra giallorossa.

Dal canto suo, il Catanzaro dovrà cercare di sfruttare le defaillance della difesa ospite e mettere in campo quel che ha da offrire in termini di cattiveria agonistica e concentrazione. Gli errori per i giallorossi dovranno essere ridotti al minimo perché l’unico risultato che rilancerebbe le sorti del Catanzaro è la vittoria. 

Probabile Formazione 4-3-3: Sala; Cane, De Bode, Gianola, Possenti; Bangu, Botta, De Francesco; Tripicchio, Porcino, Coralli. All. Zeman

Luca Pagano

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Lascia un commento