Dalla Redazione

Risultati e marcatori – 38^ giornata

Scritto da Andrea Ruga
Fondi, Casertana e Catania conquistano gli ultimi tre posti validi per i play off. Si salvano Messina e Monopoli. Condannati ai play out Akragas, Vibonese, Catanzaro e Melfi
 
 
 

CASERTANA-CATANIA 0-0

COSENZA-FOGGIA 2-2
32′ Letizia (C), 53′ Corsi (C), 66′ e 94′ Mazzeo (F)

FONDI-CATANZARO 2-1
34′ e 48′ Tiscione (F), 69′ Cunzi (C)

JUVE STABIA-TARANTO 1-0
92′ Rosafio (JS)

LECCE-F.ANDRIA 1-1
31′ Mancosu (L), 66′ Tartaglia (FA)

MELFI-MATERA 0-3
6′ Ingrosso (Ma), 50′ rig. Negro (Ma), 74′ Armellino (Ma)

MONOPOLI-AKRAGAS 0-0

REGGINA-PAGANESE 4-3
10′ Bianchimano (R), 12′ Coralli (R), 30′ Alcibiade (P), 32′ Caruso (P), 70′ Zerbo (P), 73′ Maesano (R), 86′ Tripicchio (R)

SIRACUSA-V.FRANCAVILLA 0-1
34′ Galdean (VF)

VIBONESE-MESSINA 0-0

CLICCA PER VISUALIZZARE LA CLASSIFICA

VERDETTI

Promossa in serie B: FOGGIA

Play off (2^ fase): LECCE, MATERA

Play off (1^ fase): JUVE STABIA-CATANIA, VIRTUS FRANCAVILLA-FONDI, SIRACUSA-CASERTANA, COSENZA-PAGANESE

Play out: MELFI-AKRAGAS, CATANZARO-VIBONESE

Retrocessa in serie D: TARANTO

Ads336x280

CLASSIFICA MARCATORI

21 Reti: Mazzeo (4 rig.) (Foggia);

17 Reti: Caturano (3 rig.) (Lecce); Negro (5 rig.) (Matera);

15 Reti: Ripa (3 rig.) (Juve Stabia);

14 Reti: Catania (1 rig.) (Siracusa); Coralli (2 rig.) (Reggina);

13 Reti: Montini (Monopoli);

12 Reti: Statella (2 rig.) (Cosenza); Albadoro (5 rig.) (Fondi); Foggia (1 rig.) (Melfi);

11 Reti: Baclet (1 rig.) (Cosenza); Reginaldo (2 rig.) (Paganese);

10 Reti: Pozzebon (2 rig.) (8 Messina) (Catania); Torromino (2 rig.) (Lecce); De Vena (1 rig.) (Melfi); Nzola (V.Francavilla);

9 Reti: Corado (1 rig.) (Casertana); Mazzarani (1 rig.) (Catania); Giovinco (4 rig.), Zanini (5 Akragas) (Catanzaro); Tiscione (Fondi); Armellino (Matera); Firenze (Paganese); Abate (V.Francavilla);

8 Reti: Di Grazia (Catania); Sarno (1 rig.) (Foggia); Gambino (5 Cosenza) (Fondi); Lisi (Juve Stabia); Viola A. (3 rig.) (Taranto);

7 Reti: Deli (3 Paganese) (Foggia); Calderini (1 rig.), Giannone (2 rig.) (4 Casertana) (Fondi); Izzillo, Kanoute (1 rig.) (Juve Stabia); Carretta, Iannini (Matera); Milinkovic (2 rig.) (Messina); Gatto (1 rig.) (Monopoli); Saraniti (4 rig.) (Vibonese);

6 Reti: Gomez (Akragas); Caccetta (Cosenza); Lepore (1 rig.), Mancosu Mar., Pacilli (1 rig.) (Lecce); Genchi (2 rig.) (Monopoli); Cicerelli (1 rig.) (Paganese); Scardina, Valente (Siracusa); Sowe A. (Vibonese);

5 Reti: Carlini (2 rig.), Ciotola (2 rig.) (Casertana); Mendicino (Cosenza); Cianci (2 rig.) (F.Andria); Di Piazza (Foggia); Doumbia (Lecce); Strambelli (Matera); Anastasi (1 Catania) (Messina); Bollino (1 rig.) (3 Taranto) (Paganese); Bangu (Reggina); De Silvestro (Siracusa); Pastore (V.Francavilla);

4 Reti: Salvemini (1 rig.) (Akragas); Rajcic (Casertana); Barisic (Catania); Sarao (Catanzaro); Letizia (1 Foggia), Mungo (Cosenza); Tartaglia (F.Andria); Marotta, Paponi (1 rig.), Sandomenico (Juve Stabia); Tsonev (Lecce); Casoli (Matera); Madonia (Messina); Mavretic (Monopoli); Alcibiade (Paganese); Bianchimano, Porcino (Reggina); Azzi, Turati (Siracusa); Magnaghi (Taranto); Idda, Triarico (V.Francavilla);

3 Reti: Cocuzza (2 rig.), Marino (Akragas); Paolucci M. (1 rig.), Tavares (2 Catanzaro) (Catania); Basrak, Carcione (1 rig.), Icardi (Catanzaro); D’Orazio (Cosenza); Aya, Croce, Cruz, Onescu (F.Andria); Chiricò, Loiacono, Padovan, Sicurella G., Sainz Maza (Foggia); Bombagi, D’Agostino, Varone (Fondi); Mastalli (Juve Stabia); Marconi (Lecce); Ingrosso, Lanini (Matera); De Angelis (1 rig.) (2 V.Francavilla), Marano (Melfi); Esposito P. (Monopoli); Camilleri (Paganese); De Francesco (1 rig.) (Reggina); Viola L. (Vibonese); Alessandro (V.Francavilla);

2 Reti: Cochis, Klaric (Akragas); Carriero, Orlando (Casertana); Biagianti, Russotto (Catania); Cunzi, Di Bari, Prestia (Catanzaro); Cavallaro, Tedeschi (Cosenza); Tito (F.Andria); Agnelli, Coletti, Rubin (Foggia); Iadaresta (Fondi); Cutolo, Del Sante, Rosafio (Juve Stabia); Costa Ferreira (Lecce); De Rose, Infantino (1 rig.), Mattera, Sartore (Matera); Defendi, Laezza, Vicente (Melfi); Capua, Da Silva (1 Catania), Gladestony (Messina); Pinto (Monopoli); Herrera,  Zerbo (Paganese); De Vito (1 Monopoli), Kosnic (1 rig.), Leonetti V., Tripicchio (Reggina); Dezai, Longoni, Persano (1 Lecce) (Siracusa); De Giorgi, Emmausso (Taranto); Bubas, Minarini (Vibonese); Albertini, Galdean, Prezioso (V.Francavilla);

1 Rete: Coppola, Pezzella, Russo, Sicurella S., Thiago Cazè (Akragas); Balestrero, De Filippo, De Marco, Giorno, Rainone, Ramos, Taurino (Casertana); Calil, Di Cecco, Fornito, Gil, Marchese, Piscitella (Catania); Campagna, Maita (Catanzaro); Calamai, Corsi, Filippini, Pinna (Cosenza); Berardino (1 rig.), Curcio, Fall, Mancino, Rada, Valotti (F.Andria); Agazzi, Angelo, Gerbo, Martinelli, Riverola, Vacca (Foggia); Fissore, Squillace (Fondi); Atanasov, Cancellotti, Capodaglio, Liotti, Liviero, Montalto, Morero (Juve Stabia); Maimone (Lecce); Dammacco, Di Lorenzo, Louzada, Meola, Salandria (Matera); Esposito A., Gammone, Grea, Obeng, Pompilio (Melfi); Bruno, Foresta, Maccarrone, Mancini, Marseglia, Musacci, Nardini, Palumbo, Rea (Messina); D’Auria, Franco, Mouzakitis, Nadarevic (1 rig.), Ricucci, Vuthaj (Monopoli); Caruso, Celiento, De Santis, Della Corte, Longo, Maiorano, Parlati, Tascone (Paganese); Botta, Cane, Gianola, Maesano, Oggiano (1 rig.), Possenti (Reggina); De Respinis, Palermo, Spinelli (Siracusa); Altobello, Balistreri, Nigro, Paolucci L., Stendardo (Taranto); Cogliati, Leonetti S., Manzo, Piroska, Sicignano (Vibonese); Abruzzese, Ayina (V.Francavilla).

 

A proposito dell’autore

Andrea Ruga

7 Commenti

  • Che meravigliosa pagina di storia che sono stati capaci di scrivere. E si permettono pure di fare stupidi parallelismi con i 10 minuti di gloria di QUALCUN’ ALTRO. Lavati la bocca con la varichina prima di nominarlo che non gli arrivi nemmeno alla suola delle scarpe. Per non parlare poi di quelli della guaina.

  • Io so che ai bambini, che vanno a tirare i primi calci in una società organizzata e professionista, per prima cosa gli insegnano di fare i passaggi,le triangolazioni(vedi Napoli)e infine i lanci precisi.E’ possibile che un anno non è stato insegnato questo? Dovendo accusare qualcuno accuso Erra. Come mai alla fine del campionato passato (a proposito vi ricordate i pericoli alle coronarie) sapendo della sua riconferma non ha imposto alla Società di far confermare i migliori e di acquistare qualcuno lo stesso conosceva già? Fino all’ultimo un allenatore che non voglia prendere in giro i tifosi non predica che "la squadra doveva avere un atteggiamento diverso".Non parliamo poi delle tattiche applicate che fanno capire subito che quella applicata dal Catanzaro non è stata mai per vincere in quanto, segnato fortunatamente un goal, ha sempre avuto la paura di essere raggiunto, tanto, da perdere parecchi punti sia in casa che fuori. Infine,gli uomini che ha preferito far scendere in campo: Carcione, Gomez, Esposito (terzino che quando difende si trova lontano da chi deve marcare e quando attacca scarta tanto fino a quando non gli rubano la palla, Giovinco (il "gigante" innamorato della palla) che viene schierato al centro dell’area mentre il "nano" Sarao deve giocare lontano dalla porta.A proposito se arriva qualche cross alto(…. e le ali dove sono?)si può pensare che ad insaccare possa essere il "gigante"? Secondo il mio parere per l’annata finita con l’assegnazione del penultimo posto, il D.S. e l’allenatore hanno sbagliato tutto. Per i play aut affido il Catanzaro alla sorte solo per l’amore che mi lega alla città ed alla squadra. FORZA GIALLOROSSI!!!!!!

Lascia un commento