La Striscia

Secondo giorno di allenamento al Ceravolo

Presente in Tribuna il presidente Floriano Noto. Accelerata per ottenere l’agibilità dello stadio. Abbonamenti a quota 400

Agli ordini di mister Erra e seguendo il programma ( stilato dallo staff tecnico e dal preparatore atletico, si è svolto oggi il secondo giorno d’allenamento della squadra giallorossa.

Ads336x280

Luogo dell’evento ancora il “Nicola Ceravolo” in attesa della sistemazione del Poligiovino, che presto ritornerà a essere il quartier generale delle Aquile. A proposito di stadio è notizia di oggi che i lavori ai “Distinti” stanno per terminare.

Con la posa della guaina e dei seggiolini, adesso le prossime scadenze saranno quella del 14 agosto con la Commissione di Vigilanza e quella successiva del 20 con la consegna definitiva.

In pratica, per la prima di campionato (27 agosto se fra le mura amiche) o per il ritorno di Coppa con la Reggina (23 agosto) se non dovessero esserci problemi, il tutto sarà consegnato e squadra e tifosi potranno usufruire rispettivamente, del comfort degli spogliatoi e di un settore storico che manca da ormai otto anni, era la stagione 2009/2010, allenatore Auteri.

La prima di campionato, e di conseguenza tutto il calendario, saranno resi noti il prossimo venerdì alle ore 18:00 a Pescara, presso l’ex Aurum – La Fabbrica delle idee.

Tornando all’allenamento, sotto lo sguardo del presidente Noto sistematosi in Tribuna, dopo il lavoro atletico mister Erra ha svolto una seduta tecnica con partitelle a metà campo a un tocco e due tocchi, alternando sia il 4-3-3 che il 4-4-2.

Particolare attenzione è stata data al possesso palla e alle ripartenze e il mister più volte si è fatto sentire con i suoi ragazzi per dispensare consigli.

Da segnalare un goal di pregevole fattura di Kanis e il portiere Nordi che guida la difesa sollecitando i compagni di reparto nei movimenti da effettuare.

Domani pomeriggio attorno alle 17 è previsto un test contro la “Berretti”.

Probabile che fra sabato o domenica sia programmata qualche amichevole per sostituire la sfida di Coppa Italia saltata.

Nulla da segnalare sul fronte mercato, tranne il fatto che presto si potrebbe chiudere per il portiere Conti della Cavese.

La campagna abbonamenti iniziata da pochi giorni (7 agosto) ha registrato il numero 400 che sono le tessere rinnovate delle 718 emesse nelle scorsa stagione.

Il diritto di prelazione potrà ancor essere esercitato nella giornata di domani.

Da giorno 11, sempre dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.30 – comunica la società – la sottoscrizione degli abbonamenti sarà aperta a tutti e si potrà effettuare sempre nella sede sociale di Via Gioacchino da Fiore, 38 dove anche oggi le operazioni sono andate avanti senza particolari intoppi se non con qualche rallentamento dovuto alla “Tessera del tifoso”.

In molti, infatti, hanno questo documento scaduto e le procedure per rinnovarlo, con la richiesta di diverse indicazioni anagrafiche da parte dell’operatore, causa inevitabili attese. Intanto si sta lavorando affinché l’abbonamento possa essere sottoscritto anche online. Al riguardo, già nelle prossime ore, potrebbe essere attivato il servizio che consentirà di evitare le file e risparmiare tempo.

 

Salvatore Ferragina

A proposito dell’autore

Salvatore Ferragina

20 Commenti

  • IL CATANZARO SI STA PORTANDO AVANTIIII!!!<br />
    E TUTTI QUANTI I TIFOSI SIAM CONTENTIII!!!<br />
    …<br />
    <br />
    DIRINDIDIIII!!!<br />
    DIRINDIDAAA!!!<br />
    …<br />
    <br />
    FREMO ASCOLTANDO SIRENE LONTANE.<br />
    <br />

  • Como fallito, Ravenna fallito, ancona fallito, Palermo nei guai………..la situazione in generale e’ al limite del collasso per problemi economici specchi di una crisi micidiale…….e c’e’ chi come stranieronellanotte propone a Catanzaro uno stadio nuovo!!!!! Ragazzi questa gene qua va buttata fuori dal sito a pedate nel sedere. Altrimenti non ci riprendiamo piu

  • Ho visto che in rosa abbiamo 26 giocatori, sono tanti, piuttosto di fare cappellate la si potrebbe chiudere così, la questione della seconda punta si potrebbe gestire con i giocatori che abbiamo, oppure se riusciamo a dar via caruso e mancosu, ma non farei andar via icardi e sarao ce ne pentiremmo come è avvenuto in altre occasioni. FORZA AQUILE!!!

      • E’ vero Sarao è un doppione di Infantino, ma come qualcuno mi ha già fatto notare in varie occasioni durante le partite ha svariato in tutto l’arco dell’attacco. Per esempio se rivediamo alcune reti quella di Zanini con la Vibonese mi pare o anche quella ultima di Basrak sempre alla Vibonese, lui defilato a sinistra ha fatto da assistman per il compagno che ha segnato da posizione centrale. E’ che ci mette l’anima e io giocatori del genere li vorrei sempre avere.

    • la penso come te ,,,ma anche Barone ha giustamente evidenziato che sarao e’ un doppione non so se accetta di restare per far panchina

      • Giochiamo con 3 punte e lui è uno che si muove molto, quindi a mio parere può trovare spazio, certo non può pretendere di essere titolare inamovibile e poi magari con un piccolo incentivo economico… Dai Sarao resta sei entrato nel cuore dei tifosi e non è facile

      • Giochiamo con 3 punte e lui è uno che si muove molto, quindi a mio parere può trovare spazio, certo non può pretendere di essere titolare inamovibile e poi magari con un piccolo incentivo economico… Dai Sarao resta sei entrato nel cuore dei tifosi e non è facile

  • Rimango molto perplesso cambiare molto è sbagliato. Le voci di uscita di Sarao, ma soprattutto di Van Rasbeek ed Icardi, dopo aver perduto due giovani validissimi come Prestia e Pasqualoni non mi piacciono. Abbiamo tenuto Erra perché ci avrebbe salvati ma lo ha fatto nonostante Sabato che è rimasto a dispetto della papera di Vibo. Egual rispetto si deve a Sarao a Van Rasbeek ed Icardi l’uomo che ha salvato l’onta del Cosenza. Di gente nuova ne è arrivata già tanta . Teniamoci quel che di buono già c’era e facciamo un buon amalgama fra passato presente e futuro. E riprendiamoci Bonadio che non merita di perdersi nelle serie inferiori

Lascia un commento