La Striscia

Solo il calcio. Finalmente.

Con il proscioglimento del Catanzaro, la prima di ritorno a Caserta avrà un altro sapore, con buona pace di chi voleva il Catanzaro morto 
 

Difficile raccontare la giornata odierna e quelle dell’ultimo mese. Inutile negarlo, per quanto si cercasse di far finta di nulla, l’esito dell’inchiesta Money Gate ha tenuto tutti col fiato sospeso. Il destino del Catanzaro appeso ad un filo è qualcosa in grado di togliere il sonno. 

Ads336x280

Già domenica scorsa, in occasione della sfida interna con la Paganese, il clima era surreale. Davanti allo stadio e sino all’ingresso dei cancelli del Ceravolo, facce scure, sguardi incerti e poca voglia di parlare di calcio giocato.

Il pensiero era solo uno Come la vedi? Sai qualcosa?. La domanda era chiaramente riferita alla pesante richiesta della Procura Federale che aveva chiesto la retrocessione del Catanzaro.

Da domenica sera non nascondo di aver dormito poco. Il pensiero era rivolto alla sentenza che doveva arrivare secondo i pronostici fra martedì e mercoledì. E con una puntualità che non ti aspetti, così è stato.

Oggi mancavano pochi minuti alle ore 12 e per puro caso mi trovavo presso il Roks bar.

Luogo ben noto ai tifosi giallorossi, giacché è nei pressi del piazzale dello stadio. Il mio telefono è ancora spento, lo accendo ma serve a poco.

Fra le suonerie dei WhatsApp da leggere, degli sms, dei messaggi di messenger e dei privati sul forum, è un concerto di suonerie.

Non ho bisogno di leggere, il mio cuore conosce la risposta. Davanti al Roks vedo qualcuno che stappa lo spumante, si brinda e da lontano sento chiamare il mio nome: “Sarvatò, veni ccà ma brindamu”. Prosciolti.

Mi avvicino, baci e abbracci, si beve e si brinda e la parola d’ordine è “adesso finalmente solo calcio”.
La notizia rimbalza velocemente sui maggiori siti d’informazione nazionale, su tutti i social, sul forum, nelle piazze  e diventa immediatamente di dominio pubblico.

Unica emittente ad omettere la notizia? Rai 3 Calabria, ovviamente. La Tv pubblica, quella che noi italiani e catanzaresi paghiamo profumatamente, nell’edizione delle 14 sceglie di focalizzare si ricorda solo di segnalare il punto di penalizzazione inflitto al Catanzaro per il ritardo sul pagamento degli emolumenti di giugno scorso.

Alle dimenticanze della “nostra” tv regionale siamo abituati. I redattori, giornalisti, personale e direttori, percepiscono i compensi anche con i soldini dei catanzaresi, poiché il canone Rai è addebitato sulle bollette di luce e gas.

Dare una definizione all’accaduto sarebbe superfluo. Se questa è professionalità, contenti loro. Speriamo non sfugga la prossima sagra delle penne all’arrabbiata o della patata silana, che si terranno chiaramente nelle zone a nord della Calabria. Siamo tutti in trepida attesa.

Ads336x280

Ci sarebbe anche da togliersi qualche sassolino con quei “giornalisti” da quattro soldi che con articoli pieni di libere interpretazioni basate sul nulla, avevano affossato il Catanzaro facendo un vero processo alle intenzioni con tanto di sentenza definitiva. Vomitevoli. 

Potremmo postare anche i link di queste perle giornalistiche, ma la pubblicità si paga e di regali, anche se è Natale, non abbiamo intenzione di farne. Siamo convinti che queste poche righe siano sufficienti a colpire nel segno e che dopo i quindici minuti di visibilità ottenuti parlando del Catanzaro, questi inutili scribacchini torneranno a scrivere di bocce. 

ALLENAMENTO – Infantino in palestra, Cunzi e Letizia out, Gambaretti e Benedetti da valutare nei prossimi giorni, Onescu e Marin squalificati.

Dionigi avrà i soliti problemi di formazione per la prima di ritorno domenica a Caserta, ma non c’è problema. Sugli spalti dell’Alberto Pinto ci saranno i tifosi giallorossi a supportare la loro squadra del cuore.

Come prima, più di prima. sempre forza giallorossi.

Salvatore Ferragina

A proposito dell’autore

Salvatore Ferragina

23 Commenti

  • Parlare del Catanzaro fa alzare ascolti e fa fare pienoni negli stadietti regionali o meglio campetti. <br />
    <br />
    Il servizio nazionale è pessimo. Gli accadimenti che interessano l’intera regione, sia economici che politici, avvengono giornalmente ma noi dobbiamo ascoltare notizie su sagre e rappresentazioni che interessano a pochi. Spero che chi di dovere possa invertire questo trend con un po di buon senso. oramai ci siamo talmente abituati che il tg3 sono anni che non lo seguo, inquanto è un servizio inutile.

    • ma cosa dici mai che è inutile? e allora le sagre della patita del pollnio e la sagra del ciccolato a cusenza chi mai ce lo potrà mai dire? raffediti fratello giallorosso ravveditii…

  • Il non dare la bella notizia…vuol dire che in cuor loro c’erano ben altri sentimenti……per loro adesso è difficile digerire il rospo.

    • Nell’operato del TGR Calabria c’è con tutta evidenza malafede.<br />
      Hanno provato a creare scompiglio e fare mala informazione. <br />
      Noi…coi social e quant’altro abbiamo compiuto un’operazione di contro-informazione alla quale loro hanno dovuto, obtorto collo, adeguarsi nelle edizioni del TG che sono seguite….in altre parole a loro brucia il culo, ma tantoooooo….. per questo motivo io non vedo l’ora di batterli al derby di ritorno….così saranno costretti anche in quell’occasione a inventarsi qualche artifizio comunicativo per indorare la pillola

    • e quando mai amico giallorossi i Gusentini hanno tifato o spwrato in qualcosa di buono del Catanzaro? da troppi anni ormai remano contro e peste e corna…. e dire che prima era feudo giallorosso mah….

  • Tutto vero, non ci sono ragioni campanilistiche, ma OBIETTIVE rilevazioni. Il TG3 calabrese non lo guarda nessuno o quasi. A me è capitato casualmente mentre pranzo e fa proprio schifo. E’ il più insulso, ridicolo, VUOTO, TG del mondo. Meglio Tele Radio Congo. D’altronde è stato sempre da me (e non solo) chiamato TeleRadio Gusenza perchè QUASI tutta la redazone e i giornalisti (si fa per dire) sono di Cosenza che lavorano per …. diritto ereditario, cioè figli di giornalisti andati in pensione. E ora non ne parliamo più perchè gli facciamo pure pubblicità gratuita immeritata. Forza Catanzaro nto c…… a tutti.

  • Comunque Letizia, Infantino ed altri lungodegenti del lazzaretto, hanno un pò rotti i c……., o rientrano subito o se ne andassero a fare in c……!!!…non possiamo giocare sempre con mezza squadra…Se fossi io il Presidente quanti calci nel culo e quante multe propinerei a questi approfittatori!!…che lavativi!!!…a gennaio gente nuova e questi li cedessero pure, tanto per quello che servono!!!…

  • Redazione ha sintetizzato molto bene il concetto: "Solo calcio finalmente". Lasciamo nella mesta desolazione Tg3 ed organi di stampa adusi ad occultare, da tempo immemorabile, la superiorità tecnica e sportiva dei giallorossi. Tuttavia, le motivazioni espresse nella sentenza del TNF sollecitano una seria presa di posizione della dirigenza nei confronti della temeraria richiesta della Procura.

  • e ora grande Presidente NOTO dai la sveglia a sti ragazzotti di evitare passaggi sbagliati a un metro e mezzo dal compagno e cmq a gennaio c’è un piccolo mercato di riparazione e di calciatori con la C maiuscola ce ne sono ancora edi buoni pure in giro….inutile fare nomi..basta guardarsi un pò intorno…

  • Forza Aquile grazie presidente e grazie a tutti noi tifosi vicini e lontani buon Natale a tutti e da adesso si fa’ sul serio per cui tutti uniti per un solo scopo il CATANZARO.

  • Bene, stupenda notizia! Come mi aspettavo che fosse e come più volte ho scritto: una penalizzazione di qlche punto non avrebbe avuto senso…o dimostravano la combine e allora si retrocedeva o nulla di fatto! E quest’ultimo è stato, x fortuna! Dopo sta stretta di natiche, viene voglia di far festa x il punto di penalizzazione x gli stipendi non pagati, tanto è di poca cosa il fatto, dopo lo spettro della serie D che aleggiava… E ora testa al campionato, a mente sgombra… FORZA CATANZARO

    • Comu tutti i vòti….vaiu e mi scialu ccu u solitu pezzottHu e ci mintu puru na nepitella. Il Catanzaro espugna pure le aule di tribunale con gol di ing. Noto, avvocati Rondinelli e Pittelli. Dallo stadio della Procura è tutto: IL CATANZARO E’ SALVO, LUNGA VITA AL CATANZARO!!!

  • Volevano affossarci questi giornalisti che non avranno neanche la licenza media.1 bel vaffanculo non ve lo toglie nessuno!E ora giochiamoci tutte le partite con ancora piu’cattiveria agonistica e con il sangue agli occhi per dimostrare a questi VERMI chi siamo.FORZA AQUILE.

  • Comu tutti i vòti….vaiu e mi scialu ccu u solitu pezzottHu e ci mintu puru na nepitella. Il Catanzaro espugna pure le aule di tribunale con gol di ing. Noto, avvocati Rondinelli e Pittelli. Dallo stadio della Procura è tutto: IL CATANZARO E’ SALVO, LUNGA VITA AL CATANZARO!!!

  • BRONDI?!?! Parlo con la curva cosenDina?!? Parlo con la BrovinGia di Cusenza?!?! Qui è la farmaGìa giallorossa. Ci risulta vostra ordinazione di crema rettale Proctosoll da spalmare dai giorni della senDenza fino a comBleto assorbimenDo. USATE CREMA PROCTOSOLL!! MENTRE A COSENZA IL C..O DUOL, A CATANZARO RITORNA IL SOL!!!

Lascia un commento