Avversario di turno

Taranto, contro il Catanzaro per allungare sulla zona play-out

Redazione
Scritto da Redazione
Dopo i risultati a sorpresa contro Foggia e Catania, la squadra di mister Ciullo si gioca una fetta di salvezza contro il Catanzaro, distante un solo punto in classifica. I rossoblu dovranno fare a meno degli infortunati Som e Guadalupi oltre allo squalificato Pambianchi
 
Taranto calcio

Taranto e Catanzaro si ritrovano nuovamente di fronte per dar vita a un classico del calcio del Sud. Nel girone d’andata il Catanzaro s’impose per 3 a 0, disputando la miglior partita dell’era Somma. 

Ads336x280

Le due squadre sono molto diverse da quelle scese in campo nella prima parte di stagione. Entrambe non hanno più lo stesso allenatore e hanno cambiato molto all’interno delle rispettive rose.

Le due formazioni si sono affrontate in Puglia per 19 volte. La squadra di casa ha vinto 6 incontri il Catanzaro 5, mentre i pareggi sono 11.

Come detto, la distanza in classifica è di un solo punto. Il Taranto ne ha ottenuti 25 frutto di 5 vittorie, 10 pareggi e 11 sconfitte con 19 gol fatti e 28 subiti.

La squadra allenata da mister Ciullo dovrebbe presentarsi con un 4-3-3.

L’allenatore non avrà a disposizione Guadalupi e Som per infortunio mentre Pambianchi è stato appiedato dal giudice sportivo. Sembra invece ristabilito l’ex Maiorano che potrebbe partire titolare.

In porta troveremo Mauroantonio, la difesa a quattro sarà formata da Giorgi, Stendardo, Altobello e Benedetti che sostituirà Pambianchi.

A centrocampo agiranno Lo Sicco, Nigro e uno tra Maiorano e Balzano.

In attacco spazio invece a Paolucci, Potenza e Magnaghi

Con l’arrivo di Ciullo il Taranto è cresciuto tantissimo sul piano del gioco e anche dei risultati. La squadra pugliese nelle ultime due gare ha raccolto 4 punti, battendo il Foggia e pareggiando contro il Catania. I rossoblu hanno dimostrato di avere una buona difesa mentre l’attacco è stato finora il problema principale.

Il Catanzaro dovrà quindi tenere alta l’attenzione per tutta la gara e cercare di riuscire a scardinare la difesa avversaria, sfruttando magari le ripartenze o la verve di alcuni elementi, come ad esempio Cunzi, apparso determinante nel forcing finale della gara contro l’Akragas. 

Probabile Formazione 4-3-3: Mauroantonio; Giorgi, Stendardo, Altobello, Benedetti; Lo Sicco, Nigro, Maiorano(Balzano), Potenza, Magnaghi, Paolucci. All. Ciullo

Luca Pagano

 

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Lascia un commento