Il Punto

Vivo, morto o X

Vince solo il Prato dopo il successo del Gubbio nell’anticipo. Pareggio collettivo per le altre. Catanzaro acciuffato a Carrara a tre minuti dalla fine

Si riaccendono i riflettori dopo il turno di sosta nella Lega Pro I Girone B. Vince in rimonta il Gubbio nell’anticipo di venerdì sera contro la Nocerina. Al gol di Corapi rispondono gli umbri con Guerri e Galabinov. I rossoblù si portano al secondo posto in classifica a quota 21 punti. Stop per i molossi che si fermano a 17. In una giornata da guinness, l’unica squadra ad ottenere bottino pieno e riscattare lo stop dell’ultima giornata disputata al Ceravolo,è il Prato. A farne le spese, il derelitto Barletta che si appaia in ultima posizione in classifica con soli 6 punti. I lanieri tornano dunque al successo. Mattatore dell’incontro Disabato che al 30′ trafigge Liverani. I toscani salgono a 18 punti e compiono un bel passo in avanti in classifica.

Una disattenzione nel finale fa svanire il colpaccio del Viareggio, che deve accontentarsi di un pareggio nel derby contro il Pisa. La gara è equilibrata, e nella prima frazione forse è più la squadra di casa a pungere. Ma sono gli ospiti a passare, con un eurogol di Benedetti al 49′. Il Viareggio reagisce e al 57′ ha l’occasione del pareggio con un calcio di rigore. De Vena dal dischetto si fa stregare da Sepe, ma sulla respinta Giovinco si avventa sulla palla ed insacca. Dieci minuti più tardi lo stesso De Vena si fa perdonare siglando la rete del momentaneo 2-1. La gara sembra nelle mani dei bianconeri, che vanno anche in superiorità numerica per l’espulsione del Pisano Benedetti. Ma, come direbbe Trapattoni, “non dire gatto se non ce l’hai nel sacco“. Ed è proprio Gatto ad agguantare in extremis il 2-2 per gli ospiti, nel secondo minuto di recupero. Pisa ancora capolista dunque a 23, piccolo passo avanti per il Viareggio che va a 17.

Terzo 2-2 di fila per la Carrarese. Ancora in rimonta, ancora per due volte. A pagare dazio allo stadio “dei Marmi”, è il Catanzaro. Gli ospiti passano al 13′ con Fioretti su assist di Squillace. I giallorossi controllano bene le manovre offensive della Carrarese ed Orchi gioca una buonissima partita sul più esperto Makinwa. Ma al 52′ proprio l’attaccante gialloblù raccoglie l’assist di Venitucci e trafigge di testa Faraon per il momentaneo pareggio. Una grande ingenuità di Mariotti compromette poi il resto della gara dei giallorossi che, nonostante l’inferiorità numerica dal 65′ minuto, riescono a passare nuovamente in vantaggio con Russotto dopo un ottimo contropiede di Terminator Fioretti. Russotto non esulta per rispetto verso i suoi ex tifosi, ma è proprio la sua ex squadra a dargli un gran dispiacere. Al minuti 87, infatti, Mancuso regala il definitivo 2-2 ai padroni di casa. Amaro in bocca per il Catanzaro per ciò che poteva significare la vittoria. Un solo punto in terra toscana, maledetta quest’anno per le aquile. I giallorossi salgono a 12 punti, 6 lunghezze sulla stessa Carrarese che acciuffa così il Barletta, per condividerne l’ultimo posto.

1-1 nel match del Partenio-Lombardi fra Avellino e Latina. Padroni di casa in vantaggio con il solito Castaldo al 32′, poi raggiunti dai pontini ad un quarto d’ora dal termine con gol di Cafiero. Immutata dunque la classifica e le distanze fra le due squadre. Latina seconda in classifica a 21, avanti di un solo punto rispetto all’Avellino. Pareggio pirotecnico anche a Pagani. L’Andria BAT, in vantaggio per due volte, non riesce ad andare oltre il pari con la Paganese. Ospiti in vantaggio con Maccan al 30′. Ma i padroni di casa rientrano in gara dopo appena 5 minuti con il sempre presente Girardi. Pugliesi ancora avanti con Arini al 50′ ma nuovamente raggiunti dal gol di Fernandez al 67′ per il definitivo 2-2. Paganese che sale a 19 ed Andria sempre in zona pericolo con 14 punti.

Pareggio 0-0 per il Perugia nella trasferta contro il meno quotato Sorrento. Cura Camplone che non sta dando i frutti sperati  per gli umbri che vanno a 15 punti (appena 1 punto sopra la zona playout). Il Sorrento, sempre ancorato al penultimo posto con 7 punti, domenica affronterà il Catanzaro in un importante match-salvezza al Ceravolo. Nel posticipo di domani sera, occasione ghiotta per il Frosinone che, con una vittoria a Benevento, potrebbe agguantare il Pisa al primo posto.

Vito Tortorella

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Lascia un commento