LIVE

Coppa Italia – Catanzaro-Rende 3-1 (finale): la diretta [LIVE]

Catanzaro Rende Coppa Italia
Francesco Panza
Scritto da Francesco Panza

Dalle 15 aggiornamenti in diretta dal ‘Nicola Ceravolo’ per la gara valevole come Primo Turno di Coppa Italia di Lega Pro

Oggi alle 15 il Catanzaro scenderà in campo al “Ceravolo” per affrontare il Rende. La gara secca contro i biancorossi determinerà il passaggio del turno in Coppa Italia di Lega Pro. In caso di parità al termine dei 90′ si disputeranno i supplementari e gli eventuali rigori.

La gara verrà trasmessa in streaming gratuito sia sulla piattaforma www.elevensports.it (basterà loggarsi con il proprio account, ndr) che sulla pagina Facebook del canale tematico Eleven Sports

Catanzaro Rende streaming

Per chi non avesse la possibilità di seguire la gara, all’interno di questo articolo troverà la cronaca scritta in diretta e tutti gli approfondimenti sul match.

CATANZARO-RENDE: SECONDO TEMPO SUPPLEMENTARE

15′ – Finita. Il Catanzaro si aggiudica il passaggio del turno. Il 31 ottobre sfiderà il Catania al “Massimino”. A fine partita scintille tra Modesto e Auteri

13′ – Il Catanzaro chiude un incontro sofferto con il gol di Iuliano al termine di un veloce contropiede. Situazione di superiorità numerica in mezzo al campo, D’Ursi se ne va centralmente e appoggia per Iuliano che la mette dentro con un bel destro a giro sul secondo palo

13′ – GOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLL IULIANOOOOOOOOO 

11′ – Doppia ammonizione per Riggio e Statella

5′ – Vivacqua riceve il pallone in area e da posizione defilata sulla destra prova la conclusione di prima senza inquadrare lo specchio della porta

3′ – In questi ultimi 10 minuti il Catanzaro prova ad addormentare l’incontro attraverso un lungo possesso palla

 

CATANZARO-RENDE: PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE

15′ – Sul gong del primo tempo supplementare, il Catanzaro trova di nuovo il vantaggio con Fischnaller bravo ad insaccare di sinistro dal limite

15′ – GOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLL FISCHNALLLERRRRRRRRR 

9′ – Non si schioda il risultato di parità nonostante il Catanzaro stia provando in tutti i modi a segnare. -da parte sua il Rende sta dimostrando di essere squadra quadrata e ben messa in campo

5′ – Rende in dieci. Doppio giallo e conseguente espulsione per Franco

4′ – Monologo del Catanzaro in questi primi minuti. Percussione centrale di Maita e passaggio per Fischnaller che prova il destro di prima intenzione, fuori alla sinistra di Borsellini

3′ – Celiento di testa su calcio di punizione la spara alta sulla traversa. Continua a difettare la precisione sotto porta

1′ – Il Catanzaro parte subito forte in questa prima frazione dei tempi supplementari. Giallorossi riversati nella metà campo avversaria

 

CATANZARO-RENDE: SECONDO TEMPO

49′ – L’arbitro fischia la fine del tempo regolamentare. Si va ai supplementari

48′ – Continua la sagra delle ammonizioni, giallo anche per Maita

46′ – Kanoute prova il destro a giro, conclusione alta. Si va verso i supplementari

44′ – Assegnati 4′ di recupero

43′ – Giallo anche per Franco del Rende

42′ – Giallo per Signorini

35′ – Franco scalda i guantoni a Elezaj con una punizione che l’estremo difensore giallorosso respinge con i pugni

32′ – Corsa di quaranta metri di Kanoute che se ne va centralmente e appoggia a D’Ursi ben posizionato in area il quale però colpisce l’esterno della rete

30′ – Cambio Rende fuori Crusco dentro Boito

27′ – Incredibile, altri due legni per il Catanzaro nel giro di pochi secondi sempre ad opera di D’Ursi. Prima traversa piena su punizione, poi un’altra volta traversa su un colpo di testa a scavalcare Borsellini

26′ – Giallo per Viteritti, trattenuta su D’Ursi

25′ – Ultimo cambio per il Catanzaro, dentro Fischnaller al posto di Repossi

24′ – Signorini si immola in scivolata e salva sulla conclusione a botta sicura di Vivacqua. Che occasione per il Rende vicinissimo al raddoppio

17′ – Ancora Catanzaro vicino al gol con D’Ursi che su passaggio di Statella prova il destro di prima ma trova sulla sua traiettoria un difensore del Rende che smorza la conclusione. Sul capovolgimento di fronte è Crusco a mandare clamorosamente alto sulla traversa a porta vuota

15′ – Ci prova Posocco con un destro al volo che finisce alto sulla traversa. Subito dopo Auteri cambia proprio Posocco con Statella ed entra anche Maita al posto di Eklu

12′ – Cambio Rende, dentro Viteritti e Franco fuori Godano e Laaribi

11′ – Fase decisamente confusa della gara. Si gioca su un terreno appesantito dalla pioggia che continua a cadere sul “Ceravolo”. Tanti errori da una parte e dall’altra e tanti falli che spezzettano in continuazione il gioco

9′ – Ammonito Laaribi per una brutta entrata su Kanoute

7′ – Doppio cambio Catanzaro fuori Nikoloupols eFigliomeni dentro Celiento e Riggio

1′ – Iniziata la seconda frazione di gioco. Il Rende ha sostituito Giannotti con Vivacqua. Nel frattempo è arrivato il dato sugli spettatori: 877 paganti di cui 5 ospiti

 

CATANZARO-RENDE: PRIMO TEMPO

45’+2′ – Finisce il primo tempo con un pari che lascia l’amaro in bocca. Il Catanzaro era partito benissimo portandosi subito in vantaggio con un bel diagonale da fuori di Posocco. Poi un numero indefinito di occasioni per raddoppiare e i pali colpiti da Repossi e D’Ursi. Il Rende sembra alle corde ma come da tradizione recente, quando davanti ci sono i colori biancorossi, la gara si mette in salita. Al 25′ l’occasione che cambia volto alla partita. Punizione dal limite battuta sul primo palo da Laaribi che sorprende un Elezaj disattento e una barriera piazzata malissimo. Gli opsiti prendono coraggio e iniziano a spingere. L’occasione buna capita a Blaze che su un retropassaggio sciagurato si Iuliano si trova a tu per tu con Elezaj ma spara altissimo sulla traversa. In mezzo anche un rigore reclamato dagli uomini di Modesto. Alla fine il risultato non rende merito ad un Catanzaro che ha giocato alla grande per 20 minuti, ma è proprio da gare come queste che passa la crescita delle Aquile.

44′ – Assegnati 2 minuti di recupero

42′ – Retropassaggio assassino di Iuliano che spalanca la porta a Blaze ma clamorosamente il numero 17 del Rende la spara altissima sulla traversa. Cambio di fronte ed è Borsellini con un grande intervento in tuffo a dire no a D’Ursi

40′ – Ci prova D’Ursi a suonare la sveglia. Stop in posizione centrale al limite dell’area e conclusione di collo pieno che termine alla sinistra della porta difesa da Borsellini

34′ – Ritmi decisamente più bassi negli ultimi 5 minuti. Il Catanzaro in questa fase gioca di rimessa e prova ad affondare per vie centrali. Al contrario il Rende agisce esclusivamente sulle fasce, con la destra dalla quale partono quasi tutte le azioni degli ospiti

30′ – Ora è il Rende a rendersi pericoloso. Su un cross dalla sinistra vanno giù in due e tutta la squadra reclama il rigore. L’arbitro è ben posizionato e fa cenno di proseguire

29′ – Cambio Rende, fuori l’infortunato Maddaloni dentro Rossini

25′ – Come da copione arriva il pari del Rende. Calcio di punizione dal limite, Laaribi la mette sul primo palo e beffa Elezaj che prova a tuffarsi senza riuscire a respingere la conclusione. Rende di nuovo in partita con il minimo sforzo

25′ – GOL RENDE

21′ – Un Catanzaro davvero sfortunato in questa fase. Un altro palo colpito stavolta da D’Ursi imbeccato in profondità da Kanoute

18′ – Ancora Catanzaro vicino al 2-0. Repossi salta un avversario e se ne va centralmente in contropiede ma il tocco sotto con Borsellini in uscita si infrange sul palo negandogli la gioia del gol. Nel frattempo Sul “Ceravolo” cade una leggera pioggia

18 ‘ – Nicoletti su punizione dal limite costringe Borsellini alla parata con i piedi. Catanzaro vicino al raddoppio

10′ – Dopo il gol subito il Rende ha riorganizzato le idee alzando baricentro e ritmo. Il Catanzaro difende con ordine

5′ – Gara piacevole nonostante si tratti di Coppa Italia. Entrambe le formazioni stanno giocando a ritmi intensi regalando uno spettacolo davvero gradevole ai pochi intimi del “Ceravolo”

1′ – Prima azione, primo gol. Il Catanzaro inizia a bomba e si porta subito avanti nella sfida di Coppa contro il Rende. Calcio di punizione battutto in area, Borsellini respinge al limite dell’area, Posso la raccoglie e scaglia un destro che si insacca all’angolino.

1′ – GOOOOOOOOOOOOLLLLLLLL POSOCCO

CATANZARO-RENDE: LE FORMAZIONI

Catanzaro: Elezaj, Nikoloupolos, Nicoletti, Iuliano, Figliomeni, Signorini, D’Ursi, Eklu, Kanoute, Possocco, Repossi. All. Auteri

Rende: Borsellini, Maddaloni, Cipolla, Sanzone, Otranto, Di Giorno, Giannotti, Blaze, Laaribi, Calvanese, Crusoc. All. Modesto

Catanzaro Rende formazioni

CATANZARO-RENDE: IL LIVE FACEBOOK DEL PRE PARTITA

A proposito dell’autore

Francesco Panza

Francesco Panza

24 Commenti

  • IL GOL DEL RENDE E’ STATO UN REGALO DEL NOSTRO GRECO CHE SI E’ INSPIEGABILMENTE ALLONTANATO DALLA BARRIERA , FORSE AVEVA PAURA DI PRENDERSI UNA PALLONATA ? INCREDIBILE PER UN PROFESSIONISTA !!!

  • non azzecchiamo un buon difensore da almeno cinque anni , squadra molto scarsa sia con le seconde line che con i titolari, il goal un regalo del greco del portiere e dell’altro difensore che si è girato di fianco, abbiamo vinto e va bene così ma la squadra a gennaio va rifondata con giocatori all’altezza della situazione, anche il modesto rende di oggi ci ha fatto vedere come si deve giocare a calcio, se poi ci facciamo mettere le bende davanti agli occhi che siamo forti e bla bla bla non siamo ne obbiettivi e ne responsabili verso la società e i tifosi.

    • Tu nn tifi Catanzaro . Nn puoi tifare Catanzaro . E te lo auguro di nn tifare Catanzaro xké se ci tifi , vuoldire ke nn capisci nulla di pallone …oltre a vivere in un mondo tutto tuo . Vidati a Champions , anzi a serie A !

  • La punizione che ha causato il goal del rende è stato un regalo dell’arbitro peraltro molto casalingo, detto con molta obbiettività.

  • Tutti sti legni in una partita sono quasi un record, comunque va bene così, stiamo crescendo e con la casertana non meritavamo di perdere, aspettiamo le prossime

  • Ragazzi figliomeni e lento da morire potevamo stravincere, ma ne potevamo prendere tre o quattro tranquillamente, il centrocampo protegge poco la difesa, Eklu non è pronto per questi livelli e il mister deve fare giocare Juliano de risio e maita insieme se vogliamo prendere il possesso del centrocampo, statella non è in quadro posocco c’è, auteri sia un po’ più elastico nel modulo e faccia giocare insieme i tre centrocampisti, premetto prima che qualcuno lo dica io amo i giallorossi da quando prendevo il latte da Minna, faccio due considerazioni personali e non voglio insegnare niente a nessuno solo che ho visto tante partite di calcio da farsi venire la nausea. Un abbraccio a tutti

  • La squadra c’é lo giustifica le occasioni a raffica fatte…Non capisco le critiche di Pulce…vorrei solo ricordare che la difesa gioca a tre ..e i rischi ci sono…sinceramente sono anni che non vedo giocare così bene il Catanzaro.

  • A me la partita è piaciuta moltissimo e a parte alcune “distrazioni” del greco, ancora molto acerbo, e di Figliomeni il resto della squadra ha giocato benissimo, anche il primo tempo con le seconde linee. Ricordiamoci che i nostri hanno dimostrato di essere una squadra di CALCIATORI, il Rende una squadra di PICCHIATORI.

  • Le grandi squadre menano, non si fanno picchiare dal primo rende che si trovano davanti, lo dissi due mesi fa, Le grandi squadre sono piene di filibustieri, e prima lo diventano e prima noi la smettiamo di accapigliarci tra di noi amabilmente, se poi non si faranno e questi sono i loro limiti caratteriali, tutto il campionato sarà come la partita di oggi, da cuore in gola. Concordo, che Comunque erano anni che il cz non giocava così creando così tanto.

  • Sinceramente, casco dalle nuvole… 4 legni della porta avversaria colpiti… 4 parate eccezionali del pt del Rende… 3 goal fatti…. errore del nostro pt sul goal del Rende…. 3 palle goal concesse al Rende( 1 nel primo tempo e 2 nel secondo tempo)… Partita che doveva finire 8 a 3….Sempre a criticare in maniera anche faziosa….GIÀ MI DIMENTICAVO NOI SIAMO IL CATANZARO….!!! Credo come sempre che è necessario essere OBBIETTIVI e non fare commenti superficiali… Poi è chiaro che ognuno è libero di esprimere la propria opinione….ma inviterei tante persone a rivedere la partita…. è vedrete che certi commenti alcune persone se li potevano risparmiare…. BUONANOTTE

  • E oggi in curva c’era gente che diceva che siamo da 12esima posizione.. MA VA RICOJJATI.. VOI STATE MALE.. CHE AUTERI È STATO PRESO PER FARE ABBONAMENTI… IL CATANZARO STA INIZIANDO A GIRARE COME VUOLE AUTERI E SARÀ COSÌ DI DOMENICA IN DOMENICA SEMPRE MEGLIO…

  • Questi poi sono i commenti di testate giornalistiche nn locali ,

    FLOP

    Nessuno nel Catanzaro: grande partita del collettivo giallorosso sin dai primi secondi, quando è arrivato il vantaggio grazie al gol di Posocco. Una partita maschia, ordinata, dominata. Il Rende ha avuto un paio di occasioni clamorose, ma per il resto la squadra di Auteri è stata un’autentica macchina offensiva, capace di generare due pali nel primo tempo e due traverse nella seconda frazione. Poi, strada spianata nei supplementari con i due gol decisivi. Passaggio del turno più che meritato, maledizione biancorossa sfatata. HIGH LEVEL

    Ma alcuni qui hanno visto un altra partita , oppure vogliono apposta destabilizzare o semplicemente stanno parlando senza essere stati allo stadio o peggio ancora nn aver visto la partita , altrimenti giuro nn si spiega . Va bene le critiche ,siamo in un paese dove ognuno di noi può dire ciò ke vuole ,ma fatelo in modo costruttivo come qualcuno fa pure peraltro; altri invece sono semplicemente incommentabili

  • Cari fratelli giallorossi, possiamo esprimere tutti i giudizi che vogliamo, dire che quello non capisce niente, l’altro è meglio che si dia all’ippica, alla fine il giudice supremo sarà il campo, e noi ci accapigliamo tra noi perché vorremmo vedere i giallorossi schiacciare gli avversari dal 1 al 95 della partita, con opinioni contrastanti ma, con un unico comune denominatore. Forza magico, unico e inimitabile Catanzaroooo

  • Cari tifosi giallorossi,ogni uno di noi è libero di esprimere il proprio pensiero, che, non necessariamente deve essere uguale a quello degli altri, sempre nel rispetto di tutti. Se faccio delle osservazioni queste sono frutto di quello che fino ad ora ho visto delle partite del nostro Catanzaro. allenatore che comunque dopo ogni partita ribadisce che dobbiamo crescere che dobbiamo metterci più cattiveria agonistica che dobbiamo leggere meglio le partite è un mantra che si ripete continuamente, senza comunque riuscire a correggere questi difetti che sembrano cronici. Abbiamo una difesa che quando ci prendono in velocità non vediamo palla, i soliti errori di palleggio, pallone sistematicamente passato all’indietro che tante volte ha messo i nostri avversari nelle condizioni di battere a rete e non mi riferisco solo alla partita di ieri ma a tutte quelle che abbiamo disputato fino ad ora. Giochiamo solo venti minuti e poi spariamo dal campo troppi individualismi quando la cosa più semplice sarebbe, dare la palla al compagno smarcato, quando trovi squadre marpioni non ti fanno giocare e ti puniscono vedi il rende vedi la casertana e speriamo che rimangano le sole ad averci sconfitti. Se dobbiamo dire che tutto va bene diciamolo ma per me non è così, vorrei essere smentito migliaia di volte per il bene che nutro per la Nostra Squadra.

Lascia un commento