CRONACA, un arresto per droga a Montepaone

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Soverato, nel corso 
di un'operazione antidroga effettuata nella tarda serata di ieri,
hanno tratto in arresto Celia Matteo, nato a Zurigo, classe 1966, residente a Montepaone, coniugato, disoccupato.
L'attività si è articolata su una serie di perquisizioni, svolte fino alla mezzanotte su diversi obbiettivi nei territori di Soverato e Montepaone, finalizzate al contrasto del fenomeno dello spaccio di stupefacenti. Il Celia, già sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, al momento del blitz dei militari era all'interno del suo garage, in compagnia di altre due persone, A.D. e S.T., entrambi tossicodipendenti, trentacinquenni, uno dei quali pluripregiudicato. I tre uomini erano intenti a preparare una dose di circa un grammo di eroina, con tanto di cucchiaino, accendino e siringa. Nel locale sono stati rinvenuti e sequestrati anche altri oggetti, che hanno consentito di stabilire che quel locale era luogo di ritrovo abituale adibito al consumo di stupefacenti: varie confezioni vuote di siringhe e di aghi da iniezione, alcune siringhe nuove, altre usate, con evidenti tracce di sangue, e dei fazzolettini di carta sporchi di sangue. I tre uomini hanno protestato animatamente, lamentando che il fatto di consumare eroina non è punito dalla legge come reato, nè è servito a qualcosa il fatto che l'avvocato di fiducia del giovane si sia precipitato presso la Compagnia di Soverato a tutela del suo cliente; infatti, al termine del controllo e delle perquisizioni, il Celia è stato dichiarato in stato di arresto, per aver messo a disposizione il garage di sua proprietà per il consumo degli stupefacenti, nonchè per la violazione degli obblighi a lui imposti a seguito del provvedimento di sottoposizione alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. Il Celia è stato poi trattenuto presso le camere di sicurezza della caserma di Soverato, e tradotto nella mattinata odierna presso il Tribunale di Catanzaro per la convalida dell'arresto.
Emanuele Amoruso

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Lascia un commento