Intervistiamo

Gianni Improta a Catanzaro News: Esiste un programma serio e concreto

Raggiunto al “Ceravolo” da Davide Pane il dirigente giallorosso espone i piani della società:” la programmazione ed il risanamento sono il 50% degli obbiettivi.

CzNews: Quando si incrocia Gianni Improta è inevitabile per uno come me che lo visse da ragazzino, non fare una puntata all’indietro a Reggio Emilia, quando fu lui con il suo secondo goal al 89′, a portarci in A a discapito degli Emiliani, era il lontano 1975/76
G. Improta: Ti confesso che anche io desidero tanto regalarvi una gioia simile perchè sarebbe una bella soddisfazione ed un premio per tutti gli sforzi ed i sacrifici che la società ed i tifosi fanno da anni, seguendo in queste categorie il Catanzaro. Bei ricordi che dobbiamo rinnovare.

CzNews: I tifosi che ci seguono da lontano via nternet desiderano conoscere dalla sua voce cosa ci si deve attendere dalla nuova società e quali sono le sue impressioni sull’operato attuale e su quello previsto per il futuro.
G. Improta :Considerato il momento particolare dello sport, oggi la cosa più importante è ridare un assetto ponderato e forte alla struttura societaria, ci vogliono uomini giusti al posto giusto, già questo per me rappresenta il 50% del raggiungimento degli obbiettivi, poi naturalmente ci sono gli obbiettivi sportivi che rappresentano il restante 50%. A tal proposito la speranza è di agguantare i play-off senza sottovalutare nessuna avversaria, e poi la promozione, ma non sarà affatto facile. La prospettiva a 5 anni, è di essere almeno in B con uno stadio all’altezza, un manto erboso degno della tradizione del vecchio “militare”, due curve all’inglese una copertura degna per la tribuna ed un settore distinti e relativa tribuna stampa rinnovati. Si spera di poter migliorare l’assetto dei campetti annessi al “Ceravolo” (dietro la tribuna e dietro la curva Est n.d.r.), di rilanciare una gestione societaria, “familiare” e nello stesso tempo attenta agli aspetti imposti dalla moderna visione di società sportiva, occorre ritrovare la familiarità nella gestione manageriale, è questo il segreto per il successo della provincia, esempi sono le società che salgono in A e vi rimangono anche se di provincia.
L’attuale società si sta comportando bene ed ha trovato gli uomini adatti allo scopo, ora attendiamo l’evoluzione mettendoci del nostro senza ambire a chimere troppo lontane, rivalutando strada facendo i nostri scopi.

CzNews:Cosa pensa della riforma dei campionati, può essere un bene o un male per il caclio e per il Catanzaro?
G. Improta :Egoisticamente può essere un bene per il Catanzaro, da uomo di sport preferisco vincere sul campo ed ottenere le promozioni con merito sportivo, undici contro undici. Implicitamente preferisco i campionati così come sono oggi.

CzNews:Al Catanzaro di oggi manca qualcosa? un vero bomber?
G. Improta : Il Catanzaro è una buona squadra lo dissi in tempi poco felici e lo ribadisco ora, forse un uomo da area di rigore manca ma i presenti non fanno rimpiangere nessuno, il gruppo è buono ed io lo sosterrò sempre perché credo in loro.

CzNews:Tre partite alla fine del torneo quanti punti servono secondo lei per i play-off e quanti per un quarto posto inatteso ma sognato?
G. Improta :Rispettando tutte le avversarie a partire dalla Puteolana domenica prossima, siamo consapevoli che servono almeno altri 7 punti per i play-off certi, e che facendone 9 potremmo sperare in un posto migliore. Vincere tre gare di seguito a fine campionato è difficile perché gli avversari sono alla ricerca di punti salvezza o promozione. Con umiltà e senza prosopopee cerchiamo di fare il nostro lavoro e di non aver timore di nessuno, trattando tutte le squadre come degne avversarie

CzNews:Il 18 maggio si disputerà a Catanzaro una amichevole in cui parteciperanno le vecchie glorie del CZ organizzata dall’AVIS di Catanzaro, si rivedrà in campo la coppia Improta-Palanca, un brivido per molti tifosi lei come si sente ?
G. Improta :Si disputerà questa partitella ed io sarò lieto di prenderne parte con i miei vecchi compagni di squadra ed altri giallorossi, sarebbe bello regalarvi oggi le stesse gioie che furono dei tempi passati, approfitto anche di questa manifestazione per ribadire il concetto, senza fretta organizziamoci e ripartiamo, la nuova società sta lavorando bene.

Ringraziamo per la disponibilità il Dirigente delle aquile Gianni Improta, l’intervista fatta durante un allenamento pomeridiano si è svolta nella serenità e cordialità tipica degli ambienti costruttivi. Mentre i calciatori lavoravano seriamente agli ordini di Dellisanti si sentivano battute scherzose e simpatiche, sembra che il clima sia quello migliore per sperare in un futuro GIALLOROSSO.
AVANTI AQUILE

Davide Pane

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Lascia un commento