Avversario di turno Catanzaro News

Latina: costruire la salvezza in casa

Redazione
Scritto da Redazione

I laziali arrivano alla partita dopo la brutta sconfitta sul campo della Vibonese per 2-0. Catanzaro con la quarta vittoria consecutiva nel mirino

Domani sera le luci dello stadio “Domenico Francioni” illumineranno il terreno di gioco sul quale si daranno battaglia Latina e Catanzaro, in cerca di punti importanti per i rispettivi obbiettivi. Il Catanzaro arriva alla trasferta infrasettimanale dopo aver messo in fila tre vittorie, iniziando a convincere veramente i tifosi e gli addetti ai lavori. I laziali invece sono reduci dalla sconfitta per 2-0 sul campo della Vibonese, confermando il trend negativo in trasferta.

Solo uno degli otto punti in classifica è arrivato fuori dalle mura amiche. Lo score in casa invece è tutto sommato positivo per la squadra di mister Di Donato, che cercherà di mettere in seria difficoltà la difesa catanzarese orfana di Martinelli (infortunato) che ancora non ha subito nessun goal in trasferta in questa stagione.

Dare ancora una prova dell’equilibrio tanto piaciuto a mister Calabro sarà la missione di tutti i giallorossi, che dopo i tre goal rifilati al Teramo al “Ceravolo”, sono diventati il terzo miglior attacco del girone. Statistica offensiva che ben si sposa con il dato dei goal subiti, solo 4. Terzo miglior attacco e miglior difesa, costituiscono un’eloquente dimostrazione statistica di equilibrio di squadra.

Il Catanzaro va a caccia del poker di vittorie e dovrà fare la partita in un campo scomodo, contro una squadra che da buona neopromossa sta cercando di costruire la propria classifica in casa. La sedicesima posizione ricoperta dal Latina è tutto sommato, in linea con i pronostici della pre season. Partite come queste, contro avversari di alta caratura fanno ancor più gola alle piccole, in cerca sempre di uno scalpo importante.

L’ANALISI TECNICO-TATTICA

Nonostante i risultati releghino il Latina in zona playout, Di Donato ha le idee chiare su come far giocare i suoi. I nerazzurri adottano un 4-4-2 che in fase difensiva punta sulla compattezza verticale e in fase offensiva sulle combinazioni di fascia e gli attacchi al secondo palo. 

Da manuale del 4-4-2, senza la palla il punto di riferimento dei laziali non è mai l’uomo ma il pallone, con le tre linee chiamate a scivolare da un lato all’altro del campo per portare pressione sull’avversario in possesso. Di norma, il Latina pressa alto solo in caso di rinvio dal portiere o su rimessa laterale nell’ultimo terzo di campo. Per il resto, il baricentro si assesta ad altezza media, con le difesa e centrocampo stretti per negare ricezioni tra le linee e lasciare agli avversari libertà di manovra solo sulla fascia, dove la linea laterale aiuta a ridurre lo spazio a disposizione per sviluppare. Il Latina riesce a tenere le distanze, ma a volte è un po’ passivo se la palla riesce a filtrare tra un giocatore e l’altro. Il talento difensivo individuale non è alto e così si spiegano i ben dodici gol subiti fino a questo momento. 

In fase offensiva, invece, il 4-4-2 si trasforma in un 4-2-4. I nerazzurri provano a sviluppare con le classiche coppie del 4-4-2, quelle tra terzino ed esterno e quelle tra le due punte. La direttrice per gli attaccanti è quella più diretta, ma la manovra di Di Donato coinvolge soprattutto le fasce. Mentre una delle ali, magari aiutata dalla sovrapposizione del terzino, costruisce il cross, l’ala opposta occupa l’area sul secondo palo: le due punte e l’esterno del lato debole, quindi, si occupano di aggredire i cross, con i mediani che accorciano per raccogliere le eventuali seconde palle. 

È presto per parlare di gerarchie in zona salvezza. Nell’ultima gara il Latina ha perso per 2-0 contro una Vibonese povera di soluzioni in questo inizio campionato. A dire il vero, comunque, le occasioni per gli uomini di Di Donato non sono mancate. Allo stesso modo, come detto, le idee non mancano e la speranza per l’ex tecnico dell’Arzignano è di farle valere a medio-lungo termine.

Samuele Cardamone e Emanuele Mongiardo

Autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Scrivi un commento