Dalla Redazione

L’ultimatum di Gatto

La sua cordata al 30% se entro venerdì ci sarà una nuova maggioranza. «Necessario un passo indietro degli attuali soci»

Dopo la disfatta di Roma, la cordata rappresentata dal presidente di Confindustria Giuseppe Gatto propone il suo piano di salvataggio del FC Catanzaro.

”Nella mia qualità di rappresentante di un gruppo di imprenditori – Centro Servizi S.r.L., Gatto, Marani, Mancuso, Monteverde, Speziali e Volpi – ribadisco la disponibilità di questi a sottoscrivere una quota del capitale azionario della F.C. Catanzaro, compreso la parziale copertura delle perdite, fino alla concorrenza del 30%

Gli imprenditori mi pregano di porgere, da cittadini catanzaresi, il più sentito ringraziamento al Presidente della Regione Calabria, al Presidente della Provincia di Catanzaro, al Sindaco del Comune di Catanzaro, al Presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, ai Parlamentari ed agli Assessori che sono impegnati per una positiva soluzione della vicenda. Come è a conoscenza di tutti, la scorsa settimana, gli attuali soci – Aiello, Bove, Catalano e Soluri – hanno deciso di mantenere la maggioranza del capitale azionario della F.C. Catanzaro (54% circa) confermandosi di fatto alla guida della società. 

E’ evidente che la maggioranza in capo agli attuali soci, non rappresenta la annunciata soluzione di discontinuità con il passato, che, invece, appare indispensabile anche alla luce della situazione di incertezza e confusione che ha portato alla recente ed amara sconfitta di Roma. L’impegno richiesto a tutti gli imprenditori è quello di contribuire a ricercare un percorso definitivo e risolutivo per la squadra della nostra città. 

Al fine di evitare le solite ‘collette’ che vanno avanti da diversi anni e che non sono più ripetibili, sembra opportuno dunque, che gli attuali soci, riducano la loro quota allo scopo di favorire l’ingresso in società di ulteriori nuovi soci o gruppi di soci di riferimento, credibili ed affidabili, che siano disponibili ad assumere la guida della società. Tutti i soci devono avere la piena consapevolezza che l’impegno finanziario dovrà essere duraturo nel tempo sì da consentire una seria programmazione e gestione anche con il sostegno economico e finanziario assicurato dalle Istituzioni alle quali va rinnovato il ringraziamento per la sensibilità dimostrata. Poiché lo sforzo deve essere quello di garantire una nuova gestione societaria che assicuri un futuro ai colori giallorossi, resta ferma la volontà di intervenire con la sottoscrizione promessa entro la data prefissata del 16 giugno 2010, sempre che, entro l’11 giugno p.v., sia verificata la condizione dell’ingresso di nuovi soci disponibili ad assumere la guida della società, senza la quale il futuro del Catanzaro sarà irrimediabilmente compromesso”.

Autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Scrivi un commento