Catanzaro News La Striscia

Pari a Padova in Coppa, si deciderà tutto al ritorno

Scritto da Redazione

Verna rimedia a un suo errore e scuote i giallorossi dopo un quarto d’ora di dominio veneto

Finisce 1-1 la gara di andata delle semifinali di Coppa Italia Serie C tra Padova e Catanzaro. Con qualche rimpianto per i giallorossi che hanno giocato in superiorità numerica tutto il secondo tempo per l’espulsione di Ronaldo.

Cammino e amarcord

Il Padova arriva alla semifinale dopo aver eliminato Legnago, Entella e Viterbese. Il Catanzaro accede alle semifinali della competizione per la prima volta, dopo aver superato Catania, Palermo e Albinoleffe, tutte col risultato di 1-0. La sfida in Veneto fra Padova e Catanzaro manca da tantissimi anni. L’ultimo incontro si disputò in serie B, nello storico stadio “Silvio Appiani”, il 13 maggio 1990 e si concluse a reti inviolate. Era il Padova di Colautti che annoverava calciatori del calibro di Pippo Maniero, Galderisi, Benarrivo e Di Livio. Il Catanzaro di mister Silipo all’epoca schierava il deludente Rebonato, Corino e altri elementi che non lasciarono il segno. Per quella sfida non fu convocato Massimo Palanca. Il Catanzaro retrocesse in quella stagione piazzandosi all’ultimo posto con soli 25 punti.

Poco turnover

Le due squadre vogliono giocarsela. Il turnover c’è ma è moderato. La formazione di mister Pavanel è di tutto rispetto perché la rosa dei veneti ha grande profondità. Vivarini lascia a riposo Fazio, Bombagi e Vazquez. A dirigere la difesa c’è il rientrante Martinelli al posto di De Santis. A destra gioca Bearzotti. In mediana rientra Welbeck, con Verna e Cinelli. In avanti, Carlini ha una chance accanto a Cianci. Fra i pali Nocchi, che alla fine risulterà il migliore in campo. Tre gli ex in campo: Rolando e Nicastro per il Padova e Bearzotti nel Catanzaro, seguito da 120 tifosi che colorano il settore ospiti dell’Euganeo.

Padova padrone

La cronaca della partita è quasi tutta nei primi 15 minuti. Il Padova crea la prima occasione con un tiro a giro di Kirwan che Nocchi para con un tuffo plastico alla sua sinistra. Sull’angolo di Ronaldo, ancora Kirwan di testa anticipa Verna nel cuore dell’area e infila di testa sulla sinistra dell’incolpevole Nocchi. Il vice di Branduani si supera dopo tre minuti respingendo un colpo di testa di Nicastro che brucia sul tempo Martinelli. Nocchi è miracoloso e respinge.

Pareggio giallorosso

Dopo queste sofferenze iniziali il Catanzaro si sveglia. Alza il baricentro e porta con convinzione il pallone sulla trequarti avversaria. Al 15esimo una fuga di Vandeputte sull’asse di sinistra trova pronto Cianci che fornisce il suo secondo assist in due partite. Questa volta a beneficiarne è Verna, puntuale all’inserimento, che con un destro a incrociare fulmina Donnarumma. Il centrocampista si riscatta per la marcatura allegra su Kirwan in occasione del vantaggio dei biancoscudati.

Rosso Ronaldo

A sei minuti dall’intervallo un piede a martello di Ronaldo su Welbeck costa il rosso all’irruente brasiliano. Il Catanzaro giocherà d’ora in avanti con l’uomo in più. La punizione seguente, calciata da Vandeputte, da solo l’illusione del goal ai tifosi giallorossi presenti sugli spalti, ma la palla colpisce l’esterno della rete.

Ripresa soporifera

Il secondo tempo con l’uomo in più potrebbe avvantaggiare il Catanzaro. Invece c’è solo tanta noia. Le due squadre sembrano pensare al campionato e decidono di giocarsela al ritorno. Pochissime le occasioni. Nocchi deve intervenire due volte su conclusioni non irresistibili di Kirwan e Bifulco, mentre per quanto riguarda i giallorossi c’è da segnalare solo un colpo di testa di Bombagi spedito al lato da buona posizione. Porcino, Curiale e Bombagi sono i cambi che non portano nulla alla causa. Escono a riposare Vandeputte, Cianci e Cinelli. Negli ultimi dieci minuti il Catanzaro occupa la metà campo avversaria, ma con il Padova chiuso non riesce a trovare gli spazi giusti per portare a casa la vittoria.

Verso il ritorno

Il pareggio all’”Euganeo” significa che per passare il turno entrambe le squadre dovranno vincere al ritorno. In caso di ulteriore pareggio (con qualsiasi risultato) si giocheranno i tempi supplementari  L’appuntamento con la semifinale di ritorno è per il 19 gennaio con inizio alle 15:30. Adesso si può tornare a pensare al campionato e al derby di domenica contro la Vibonese, ospite al “Ceravolo” per l’ultima partita in casa del 2021. Per il match di domenica l’US Catanzaro ha deciso di abbassare sensibilmente il costo dei tagliandi. La prevendita partirà da domani pomeriggio.

Autore

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

Scrivi un commento