Catanzaro News Interviste video

Prima al ‘Ceravolo’ per Calabro: «Si sente il peso della storia» [VIDEO]

Le parole del tecnico giallorosso alla vigilia della partita di Coppa Italia contro la Virtus Francavilla

Vigilia di primo incontro ufficiale in casa Catanzaro. Le Aquile, domani al “Ceravolo”, affronteranno la Virtus Francavilla con il palio il passaggio al Secondo Turno di Coppa Italia. Sfida ad eliminazione diretta con fischio d’inizio fissato per le 17. Mister Calabro ha incontrato i giornalisti per la sua prima conferenza stampa al “Ceravolo” da allenatore dei giallorossi.

<<Lo spirito è che finalmente ci si inizia a confrontarsi con avversari veri per qualcosa di importante con l’obiettivo di passare il turno. Sono partite che offrono molti spunto per il futuro. Le gare dove c’è qualcosa in palio servono anche per conoscenza mia nei confronti del gruppo e viceversa>>.

Emozioni importanti sentite dal tecnico nel calcare il manto verde dello stadio. <<La sensazione appena ho messo piede al “Ceravolo” è stata bellissima. Si sente la pesantezza della storia della piazza e del campo. Questo mi fa onore e mi rende concentrato e aggressivo>>.

Nel match di domani conteranno più variabili. <<Dovremo essere determinati e questo tipo di atteggiamento lo devo passare alla squadra. Noi dobbiamo dare il massimo delle nostre possibilità domani.

A livello strategico sappiamo cosa andiamo ad affrontare, ovvero, una squadra che ha superato quel momento di conoscenza tra di loro. Giocano insieme di 2-3 anni facendo risultati importanti. Loro hanno fatto pochi movimenti di mercato ma funzionali. Danno continuità di progetto.

La partita può durare anche oltre 90 minuti e in alcuni ruoli siamo contati. Dopo la gara contro la Vibonese abbiamo fatto un giorno di riposo.

Spendiamo molto per aggredire, per attaccare portando molte persone oltre la linea della palla, scoprendoci anche. Sarebbe il caso quando abbiamo l’occasione di metterci la cattiveria giusta>>.

Non è mancato un giudizio su alcuni singoli e qualche. <<I nuovi non sono al 100% ma daranno il massimo. Dovremo essere bravi a livello strategico a centellinare le energie.

Fazio al centro non è un esperimento. Immagino Martinelli che mi possa dare tanto. Sono contento perché lo avrò a disposizione. Perez è un giocatore del Francavilla e dovremo stare attenti alla loro coppia d’attaccanti

Bayeye è un calciatore fresco, dinamico. In determinate situazioni può giocare anche Pinna. Gli esterni devono saper fare delle cose in possesso ed altre in fase di non possesso perché altrimenti non siamo forti.  Urso può essere sia mezzala che al centro>>.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

5 Commenti

Lascia un commento