Dalla Curva

Siamo la coppia più bella del mondo

“Attenti a quei due”:
Parente – Poggi, una coppia bene assortita

Ieri il numeroso Popolo catanzarese ha goduto di un meritato riposo, contraddistinto da quella sana stanchezza che caratterizza il lavoro degli scalatori che, dopo avere raggiunto la vetta, dopo avere superato tormente di neve e bufere, godono del raggiungimento dei propri obiettivi. E da una sorta di curva virtuale si sono rimessi a rispolverare i propri cassetti chiusi insieme ai propri sogni.
Vorremmo qui di seguito narrare di due episodi che dipingono i due nuovi nocchieri della nave giallorossa.
Quanti cuori giallorossi, l’anno scorso a Campobasso!
Le speranze facevano ancora la corte ai sogni come un innamorato che non si rassegna ai vari “no” dell’amata. Vi ricordate tutti dell’iniziativa del Forum riguardo alle magliette con su scritto:” IO C1 CREDO”?
Il sottoscritto insieme a Roberto Gemelli, si dirissero in direzione spogliatoi per omaggiare Morgia & C. delle magliette, ma all’ingresso del settore, ci affrontarono gli addetti allo stadio rossoblu. Subito dietro, un uomo: semplice, chiaro, pulito nei propri sentimenti, ancora non avevamo avuto la fortuna di conoscerlo: il Dott. Poggi. Ci fece strada e con un sorriso che spalancò i nostri cuori e ci permise di incontrare Morgia. Dopo avere consegnato le magliette, lo stesso Dott. Poggi pretese che gli ripetessimo più volte i nostri nomi e ci congedò con una stretta di mano ed un semi-abbraccio di ringraziamento fatto di quella timidezza figlia del rispetto nel prossimo e della signorilità.
Raramente mi sbaglio e vi posso assicurare che quel sorriso scioccò letteralmente il sottoscritto e il buon Roberto.
Cordialità, gentilezza, schiettezza, signorilità, tutto ciò leggemmo in quell’uomo che straripava di giallorosso. Ve lo assicuro, chiunque è giallorosso lo capisce al volo. Siamo certi che Poggi è un romantico prestato alla gloriosa Società di Via Iannoni. Parente e Poggi si completano sia caratterialmente, che come professionisti. Affidiamo nelle loro mani i nostri sogni di Popolo assetato di lacrime di felicità, motivato oltre l’inverosimile, pronto a tutto e fiducioso che un arcobaleno sta per baciare i cuori innamorati delle aquile.
Siamo certi che quella luce risveglierà la clorofilla dei nostri sogni che torneranno a rifiorire.
Parente – Poggi, un duo completo, bene assortito e orfano di narcisismo o superbia. Claudio Parente, non privo di ottima dialettica, durante la conferenza stampa balbetta appena un supporter lo avvolge in una sciarpa giallorossa. Cuore, signori miei, cuore. Bene inestimabile, inquantificabile e questi quattro anni che ci attendono, siamo certi, andranno oltre le più rosee (giallorosse) aspettative. Il Dott. Parente ha parlato di pianificazione di un progetto “importante”…supportato da da organigramma. E si, finalmente l’U.S. Catanzaro 1929 S.p.A. avrà un proprio organigramma.
Ai colli catanzaresi stava per aggiungersene una altro di nome “Calvario”, ma per fortuna, le puntate …di questa “scelta”… sono finite nel miglior modo possibile e neanche la brava Alda Deusanio…si sarebbe apettata tanta grazia. Nessuno sconfitto, nessun vincitore. Tutto è stato fatto per il bene dell’ “U.S. Catanzaro 1929”, non della “Catanzarese” o del F.C. Catanzaro 2003 o della CatanzaFlorentia…!!! Italia, sveglia arriva il Catanzaro, si l’U.S. Catanzaro 1929, si, quello di Nicola Ceravolo, di Angelo Mammì, quello di Massimo Palanca, quello dell’84° minuto… per intenderci. “A”spettateci stiamo “A”rrivando. Risorgi Aquila Reale! Avanti Catanzaro!
Giuseppe Mangialavori

Autore

Avatar

Giuseppe Mangialavori

Scrivi un commento