Calciomercato Catanzaro News Le schede tecniche

Simone Pontisso, la stessa fame di Serie B del Catanzaro

Scritto da Emanuele Mongiardo

Dopo gli arrivi in porta di Fulignati e Sala, Simone Pontisso è il primo acquisto “di movimento” del calciomercato estivo del Catanzaro. L’ex Vicenza e Pescara è il nome nuovo del centrocampo giallorosso, il reparto che forse più di tutti necessita di una ristrutturazione. Se Sounas-Cinelli-Verna si è consolidato come il terzetto titolare dello scorso girone di ritorno, alle loro spalle nessuno ha saputo imporsi come vera alternativa: Carlini è stato preziosissimo a gara in corso, un professore in grado di cambiare le partite anche in pochi minuti, ma Vivarini non lo ha considerato quasi mai dall’inizio e da quest’estate non farà più parte della rosa; Welbeck si è dimostrato un ottimo rincalzo, soprattutto se c’era da difendere il risultato, ma non ha mai conteso il posto dal primo minuto. Maldonado, invece, con la graduale crescita di Cinelli ha visto poco il campo. Insomma, c’era bisogno di qualcuno in grado di sostituire, anche nell’undici iniziale,Verna e Sounas, complice inoltre lo slittamento di Bombagi in attacco. Se forse manca ancora un vero regista in alternativa a Cinelli, con Pontisso il Catanzaro si garantisce una mezzala di sicuro rendimento in Serie C, che offrirà caratteristiche inedite a Vivarini.

Classe ‘97, il centrocampista di San Daniele del Friuli per ora ha oscillato tra Serie B e Serie C: proprio come per il Catanzaro, allora, la sua ambizione è guadagnarsi in maniera definitiva la serie cadetta. Cresciuto nelle giovanili dell’Udinese, Pontisso conta anche presenze con le nazionali giovanili dell’Italia, con cui ha disputato l’Europeo Under 19 del 2016, compagno tra gli altri di Barella, Dimarco e Locatelli: un’esperienza agrodolce, con un paio di partite da titolare nella fase a gironi, conclusa con una brutta sconfitta in finale contro la Francia di Mbappé e Marcus Thuram.

Con i club ha già vinto due campionati: la Serie B con la Spal di Semplici nel 2016/17, anche se con appena cinque presenze, e il girone B di Serie C col Vicenza 2019/20. Fuori dai piani dei biancorossi a metà della scorsa stagione, Pontisso si è trasferito a Pescara, dove ha saputo rilanciarsi sia con Auteri che con Zauri.

Caratteristiche tecniche
Nonostante sia cresciuto da regista e il suo idolo sia Pirlo, è lui stesso a chiarire che ruolo preferisca: «Una volta avrei detto play, perché l’ho sempre fatto, però adesso dico mezzala, perché mi trovo in posizione più avanzata, dove posso andare più volte al tiro e all’inserimento».

Le parole di Pontisso rivelano le sue migliori caratteristiche: legge bene gli spazi, sa accompagnare l’azione, ed è dotato di un gran tiro dalla media-lunga distanza, dove gli piace cercare soprattutto il piattone sul secondo palo. Le doti balistiche vengono esaltate da una buona qualità nel costruire la conclusione, grazie a un buon controllo di palla. Ad oggi, nessun centrocampista del Catanzaro calcia in porta come lui.

L’ultimo gol di Pontisso, ai playoff contro il Gubbio

Sulla carta partirà da mezzala sinistra, quindi il suo competitor dovrebbe essere Verna. Rispetto all’ex Ternana, si tratta di un centrocampista più robusto e più tecnico ma meno dinamico, soprattutto senza palla. Con la sua disponibilità nei recuperi e nelle scalate verso la fascia, Verna ha svolto un ruolo chiave nel coprire le spalle di Vandeputte. C’è curiosità di vedere il modo in cui Vivarini vorrà alternarli: la mezzala sinistra nel Catanzaro 2021/22 restava più bloccata, quasi un secondo mediano, un po’ per sostenere la propensione offensiva di Vandeputte, un po’ per compensare i movimenti della mezzala del lato opposto, Sounas, difatti un trequartista. Pontisso non ha bisogno disperato di inserirsi in area, può essere minaccioso anche da dietro grazie al suo tiro. In più, saprà partecipare con più qualità al palleggio di Vivarini. C’è da vedere, però, se saprà sobbarcarsi il lavoro difensivo di Verna, specie nel guardare le spalle ai compagni, detto che le caratteristiche del prossimo esterno sinistro del Catanzaro sono tutte da scoprire.

Chissà, magari esiste anche una piccola possibilità di vedere Verna e Pontisso insieme: un centrocampo con meno controllo, senza Cinelli, per una manovra più diretta; un eventuale passaggio dal 3-5-2 al 3-4-3, con Sounas subito alto e la coppia di mediani Verna-Pontisso. Un’ipotesi remota, ma forse non da scartare vista la loro duttilità.

In ogni caso, tutte le migliori squadre hanno sempre 13-14 elementi in grado di partire dal primo minuto. Pontisso rappresenta questo tipo di profilo. Da qui a fine mercato è lecito attendersi altri cambiamenti in mediana, magari con l’arrivo di un regista. Avere giocatori nel pieno della carriera, con campionati vinti alle spalle e con voglia di rilanciarsi, comunque, fa sempre comodo.

Autore

Emanuele Mongiardo

4 Commenti

  • Nelle migliori squadre tutti i giocatori devono essere in grado di partire dal primo minuto. Cinelli e Pontisso giocheranno insieme perché Magalini li conosce bene e sono stati già compagni. Insieme a loro andrà visto il ruolo di Verna o chi per lui, a parte eventuali cambi di modulo che ci possono stare, ma le gerarchie sono quelle perché Pontisso tecnicamente è superiore a Verna (a parte la dedizione innegabile), ma di gran lunga.

  • Dirò di più, se riuscissero a tenere Vandeputte, il miglior centrocampo attualmente sarebbe Vandeputte-Cinelli-Pontisso, difesa a 4 e sugli esterni Rolando e x a sinistra che a mio avviso si dovrebbe prendere a prescindere, uno che fa il pendolino, ancora più tosto di Rolando in fase difensiva, proprio perché Vandeputte (o ruolo simile) dovrebbe partire da centrocampo e non dalla fascia, nonostante possa andarci qualche volta. Vandeputte, in realtà, non ha le caratteristiche di esterno puro ed è addirittura sprecato dove è stato impiegato, ha bisogno di gente seria che lo copra e più libertà in avanti. Non solo, si fa ammonire troppo perché la fase difensiva non è il suo ideale. Basta il gol preso a Monopoli nei play off per comprendere ma di certo non è il solo episodio. Non è la sua posizione, a meno che non stia alto in un altro tipo di schieramento.

  • Benvenuto nella squadra più mitica del mondo, con tifosi appassionati presenti in ogni angolo della terra.
    Se ti impegnerai per le aquile avrai molte soddisfazioni, FORZA PONTISSO, FORZA AQUILE ❤️💛🔝

Scrivi un commento