STRUTTURE – L’intitolazione del Poligiovino a Mirko Gullì è realtà

CATANZARO – Il Poligiovino a Mirko Gullì! Finalmente! Dopo un anno di richieste e petizioni presentate alle istituzioni competenti, adesso c’è quello che una famiglia, un club di tifosi (il Club Banelli) e un giocatore del Catanzaro che risponde al nome di Giorgio Corona hanno sempre voluto: il Poligiovino intitolato alla memoria dell’angioletto Mirko. Lunedì alle ore 15:00 alla presenza dei genitori di Mirko sarà affissa la targa di commemorazione sul campo verde dell’impianto di Giovino. Lunedì sarà il punto di arrivo di un progetto e di un idea voluta e pensata circa un anno fa. L’idea partì dal Club Banelli che in Mirko ha il suo tesserato numero uno, ma ha soprattutto l’affetto di quel bimbo nel cuore. Con il premesso e la volontà del signor Gregorio Gullì, padre del povero Mirko, il club di S. Maria iniziò la sua battaglia. Papà Gregorio fu preso subito dall’entusiasmo e della volontà di intitolare al povero figlioletto un campo in cui Re Giorgio, idolo di Mirko, e tutti gli aquilotti si allenano tutti i giorni. Gli organi competenti furono subito disponibili a vagliare l’ipotesi ma il compito, a giudicare dal tempo trascorso dalla richiesta alla realizzazione, non è stato semplice. Il Club Banelli organizzò le cose in grande invitando Giorgio Corona in sede e facendogli deporre la prima firma su una petizione “il Poligiovino a Mirko” che poi fu presentata alla Provincia e al Comune con 1550 firmatari circa. Burocrazia, procedure legali e istituzionali da eseguire e questioni che non è dato a saperci hanno reso il compito più arduo del previsto, ma bisogna comunque dare atto della disponibilità e dell’impegno di alcuni uomini politici che hanno fatto il possibile per arrivare a lunedì’: giorno dell’inaugurazione del Poligiovino Mirko Gullì e del secondo anniversario della scomparsa dell’angioletto stampato sulla maglia di Corona. Lunedì ci sarà una breve celebrazione alle ore 15:00 che prevede l’intitolazione del campo e la posa della targa di commemorazione. Molto probabile la visita del Vescovo Ciliberti che benedirà il campo vicino ai signori Gullì che si sono setti felici della presenza dell’ Arcivescovo. Non mancherà l’indiscusso idolo di Mirko: Giorgio Corona. Il bomber giallorosso ha manifestato sempre un forte attaccamento a Mirko e a papà Gregorio, dimostrando una sensibilità e un affetto disarmante. La sua presenza è garantita, ma l’Uesse non esclude di far venire Re Giorgio accompagnato da qualche suo compagno. Come già detto l’impegno del Banelli è diventato realtà grazie al lavoro delle istituzioni, che saranno ben rappresentate: oltre al Presidente della Provincia Michele Traversa, sarà presente l’assessore Emilio Verrengia in sostituzione dell’Assessore allo sport Capilupo; importante in questo anno il compito svolto dall’Assessore comunale allo sport Tony Sgromo che non mancherà lunedì pomeriggio. Dopo la celebrazione di intitolazione del campo sportivo, la manifestazione si concluderà con una partita amichevole di calcio della categoria esordienti. In ricordo di Mirko e per Mirko si daranno battaglia i suoi amichetti della Nuova Audace contro i pari età della Catanzarese. Commosso e felice papà Gregorio allarga a tutti i tifosi e non solo l’invito all’intitolazione. “ Sono molto felice – dice il signor Gullì – perché è dal 9/11/ 2004 che facciamo di tutto per dare il nome di Mirko a questo campo. Lui sarà contento di vedere il suo Corona e il suo Catanzaro allenarsi calcando la struttura che porterà il suo nome. Invito i tifosi e tutta la gente della città capoluogo a venire Lunedì alle 15:00 all’inaugurazione del PoliGiovino Mirko Gullì”

Gianluigi Mardente

Autore

Avatar

Massimiliano Raffaele

Scrivi un commento