Numeri Giallorossi

I numeri di Catanzaro-Casertana

Redazione
Scritto da Redazione

I campani giocheranno per l’accesso matematico ai play-off, Catanzaro quasi certo dei play-out. Ma al “Ceravolo” a dominare sono i giallorossi con 7 vittorie su 10 incontri, anche se i 3 punti non arrivano da 21 anni

catanzarocasertana420

Penultimo impegno della stagione, salvo play-out, per il Catanzaro che domenica riceverà alle 14.30 una Casertana quasi certa di disputare gli spareggi promozione.

La formazione campana, infatti, al momento si trova al nono posto con 48 punti, 5 in più del Catania primo escluso dalla lotta promozione.

Ads336x280

Una Casertana che non sta vivendo un momento brillantissimo viste le 3 sconfitte consecutive negli ultimi 4 incontri, una serie interrotta proprio domenica scorsa con la vittoria in casa per 3-1 con il Matera. Quella di domenica è stata una delle 7 vittorie conquistate tra le mura amiche da parte dei campani.

Oltre al Matera, al Pinto sono caduti Taranto, Siracusa, Melfi, Paganese Lecce e Francavilla. Altri 7 punti sono arrivati poi con i pareggi ottenuti con Fidelis Andria, Reggina, Fondi, Juve Stabia, Messina, Catanzaro e Cosenza, mentre le sconfitte sono solamente 4 (Monopoli, Akragas, Vibonese e Foggia).

In totale i punti raccolti in casa sono quindi 28 (1.56 a partita) davanti ad una media di 1472 spettatori. Da notare come nelle partite casalinghe la difesa rossoblù diventi in bunker visto le sole 15 reti subite in 18 incontri, mentre la fase offensiva latiti con appena 19 reti fatte.

Lodevole anche il rendimento fuori casa. Nonostante le sconfitte salgano ad 8 (Melfi, Francavilla, Messina, Matera, Catania, Reggina, Siracusa e Akragas) e la differenza reti diventi negativa visti i 25 gol subiti e i 19 fatti, il numero di vittorie, 6 in tutto, rimane comunque elevato.

A capitolare tra le mura amiche contro la formazione campana sono state Paganese, Vibonese, Cosenza, Monopoli, Fidelis Andria e Fondi, mentre le formazioni a cui la Casertana è riuscita a strappare un pareggio, 4 volte, sono Lecce, Foggia, Taranto e Juve Stabia. Una media punti che non si differenzia di molto da quella in casa con una media di 1.22 punti raccolti a partita.

Rendimento stabile dato anche da un ordine dal punto di vista tattico. Nelle 36 giornate giocate fino ad ora, infatti, il sistema di gioco non è mai stato completamente stravolto. Il 4-3-3 di base è stato sostituito in alcune partite da altri moduli simili che tendono a fare del gioco sulle fasce un punto di forza come il 4-2-3-1, il 3-5-2 e il 4-4-2.

Stabilità è invece un termine che non appartiene al vocabolario del Catanzaro. Miriadi di sistemi di gioco variati, e qui anche i cinque cambi sulla panchina giallorossa non hanno aiutato, e un rendimento che varia notevolmente dentro e fuori dal “Ceravolo” hanno portato i calabresi ad occupare il quartultimo posto della classifica con lo spettro dei play-out che si fa sempre più concreto.

In casa il Catanzaro sta mantenendo un rendimento che, se fosse stato consolidato con qualche esploit in trasferta, gli avrebbe permesso di partecipare ai play-off viste le 7 vittorie, i 5 pareggi e le 6 sconfitte che hanno fruttato 26 punti (1.44 a partita con 22 gol fatti e 20 subiti), davanti a 1704 spettatori. Lontano dal “Ceravolo” invece il baratro.

Ads336x280

Mezzo punto a partita, 11 gol fatti e 27 subiti, 6 pareggi, 11 sconfitte e 1 sola vittoria sono i numeri eloquenti ottenuti fuori casa e che giustificano a pieno la 17esima posizione.

Parlando della storia di Catanzaro-Casertana, le due squadre si sono incontrate 21 volte. Le vittorie per il Catanzaro sono 9, contro le 6 della Casertana (che ne ha ottenute 3 negli ultimi 5 incontri) e 6 pareggi, l’ultimo proprio nel girone d’andata di questa stagione.

Anche negli incontri in terra calabrese a primeggiare sono i giallorossi con 7 affermazioni, contro le 2 dei campani e 1 solo pareggio.

Nicola Agosti

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

5 Commenti

Lascia un commento