Dalla Curva

Ultras Catanzaro 1973, il gruppo si autosospende

Dopo una lunga riflessione, la decisione comunicata attraverso una nota stampa. Decisiva la pesante repressione e le conseguenti diffide per i noti fatti del derby col Cosenza

 

 

A proposito dell’autore

Salvatore Ferragina

11 Commenti

  • Io negli in cui frequentavo lo stadio ero un ultras adesso lo sono ma non praticante……solidale per i 40 daspo ma contrario all autosospensione …..perche cosi facendo si sostiene 40 persone ma non si sostiene il cz e il sistema che ci ha castigato avra raggiunto il suo obbiettivo ….visto ? Diranno un gruppo si e’ sciolto adesso avanti con qualcun altro …IL CATANZARO PRIMA DI TUTTO…

  • Con tutto il rispetto che porto alla storia del mitico Catanzaro e dell’altrettanto mitica e inimitabile tifoseria, ti appoggio… Mettendo in atto il consueto ONOREVOLE (che merita il maiuscolo per intero) comportamento di una bellissima tifoseria come la nostra, ritengo come te che la priorità dev’essere un’altra…! E mi appello alla frase di chiusura del comunicato: le 1000 rose che sbocciano in conseguenza dei 100 "daspo", DOBBIAMO METTERLE IN BELLA MOSTRAAA!!! NON NASCONDERLE!!! 100 lasciati a casa e 1000 allo stadio a sostenere l’unica fonte (o quel che ne resta…) del nostro orgoglio!!! Io dal canto mio porto il mio più ossequioso rispetto a chi ingiustamente (o in modo sproporzionato a quanto commesso) è stato lasciato a casa, ma chi può, porti rispetto anche a noi! A chi, come me, non può dare personalmente il suo supporto alle Aquile come vorrebbe… e che soffre e si danna il fegato da lontano, dove l’orgoglio di essere catanzaresi si sente in un modo tutto singolare che è difficile da spiegare a parole…. Sostenetelo, non affossatelo… Spero che il mio messaggio non venga travisato, so bene che il gesto scaturisce da amore folle, ma bisogna stare attenti a non usare questo amore danneggiando chi o cosa si ama….

  • Non sarebbe bastato mantenere un contegno civile? pensare solo a tifare per la propria squadra? <br />
    Io l’ho già detto, se si devono procurare danni a persone, o cose, è meglio restarsene a casa.<br />
    In giovane età siamo passati tutti dalla Ovest (anche per ragioni economiche), e la linfa non si esaurirà mai, particolarmente se epurata da gentaglia che crede di "realizzarsi" compiendo atti delinquenziali.<br />
    Chiarisco che vi ho sempre apprezzato per il tifo continuo, ma … solo per questo.

  • Purtroppo in Italia si usa 2 pesi e 2 misure su ogni cosa, il CZ non è protetto e quindi può essere mazzulato, però non condivido la scelta perché si da ragione alla repressione, è quello che vogliono, tenere lontane le persone dagli stadi, anzi da alcuni stadi….<br />
    FORZA AQUILE NON ARRENDIAMOCI MAI!!!!

  • Saluti vi capisco e mi dispiace,vi capisco perche’ ho due invasioni alle spalle nel periodo in cui Ceravolo voleva ritirare la squadra dal campionato,tempi brutti dove mezza Italia era contro il Catanzaro,mi dispiace perche’ SERVITE fate parte del Catanzaro una parte importante e determinate fateVi forza e proseguite,quando la lotta si fa dura i DURI non smettono di combattere.

  • Magari se invece di lanciare petardi fare nstriscioni un po troppo esagerati lanciare pietre sulla polizia(chi chiamate quando vi rubano in casa poi ?bella coerenza) aveste tifato r basta avremmo risparmiato 40 mila euro di multe varie almeno e non ci sarebbero stati daspo

Lascia un commento