L'altra partita

Abbiamo dato continuità

catanzaro
Redazione
Scritto da Redazione

Un racconto fra il serio e il faceto, e con l’ausilio di espressioni tipiche della nostra lingua (u jermitu), delle giornate allo stadio quando giocano le Aquile

Finalmente, è proprio il caso di dirlo il Catanzaro vince dopo quasi un anno per due volte di fila. Infatti, fra il 29 novembre e il 3 dicembre dell’anno scorso, dopo aver vinto in trasferta con la Sicula Leonzio, concedemmo il bis in casa con il Fondi.
Ieri, battendo il Rieti abbiamo dato continuità alla bella vittoria di Catania e forse possiamo parlare di svolta.
Questa premessa che ho voluto fare è il messaggio che ho inviato ieri a Mistuffo sul telefonino.

La sua risposta è stata enigmatica. Mi mandava due palle, una gialla e una rossa. Io gli dicevo «Scriva, parra, respunda, manda n’audio ma capisciu»

Lui imperterrito mi mandava sempre queste due palle giallorosse. Dopo na decina e palli finalmente mi svela il mistero e mi scriva «Tonì, on volisti ma a capisci, hai ma fini ma parri, eu ppè sicurezza mi staiu toccandu, bhk tu e a continuità».
Questa settimana è stata davvero bella per quanto riguarda noi tifosi. La vittoria di Catania, arrivata dopo 44 anni è stata una gioia immensa, soprattutto per come è giunta.
Io l’ho vista in TV ala casa e Mistuffo, poiché a signora Rosalba (moglie Mistuffo) facia u compleanno e mbitau a mia e mugghierimma Amalia.
Elencarvi quello che ha preparato è inutile perché lo potete immaginare. Quando u venerdì ppè telefono, Mistuffo mi dissa, «Tonì, vi ca fici fara dui (due, sarebbero 2 kg) scilatelli e ppé secundu pollu nostranu cu u sozizzu affumicatu e i patati da Sila” il sabato digiunavi volutamente se no a dominica lievitava.
Da Mistuffo per quanto riguarda la mazzicogna non devi portare nulla. L’unico problema è che con il fatto che è diventato tecnologico mi manda i wuozzap cu i richiesti.

Questo il testo completo che riporto integralmente «Passa e duva u cinesa e accatta u cavu uessebi ma collegamu u picci ala TVB».

“TVB” chiaramente è il TV ma a lui gli esce il msg in memoria chi ci manda a Palanca ogni vota chi fa u compleannu. “Accatta du batterii al litro ppò mussu si no non pozzu mungira a freccia e non ni potimu vidira a partita”. Qua credo che chi conosce un po’ di jermitu avete capito cosa voleva dire.
Fatta la spesa da Asia, si arriva a casa sua. Si mangia ali dodici e menza comu i signori, perché alle 14:30 tocca a partita.

Una cosa bella è ca Mistuffo duranta a partita on parra ca è scaramantico, però a mia che ero seduto al suo fianco u telefonino mi vibrava u stesso. Infatti, alu primu gollu e Kanoute, prima n’abbrazzammi e brindammi cu du biccheri e vino, poi vado a guardare il telefono e ti trovu u solitu messaggio memorizzatu cu u T9 personalizzatu «Goooooool, signanu Kognatimmaaaa» 

Perché mo s’imparau ma scriva che con la “K” e ogni vota chi mi scriva «Ca cognatimma è nu gufu» appena mungia a C ci nescia Kognatimma e quindi devi interpretare. Fra un bicchiere di vino rosso alu gollu, uno fra il primo e il secondo tempo e n’atru a metà del secondo, alu secundu e Giannone mancu n’abbrazzammi.

L’unica cosa che mi ricordo è che lui mi ha detto “Comunque stu guagliuna mpila e testa chi è na bellezza”.
Finita la giornata torniamo a casa e le nostre due signore che sono sempre legate al Catanzaro dell’epoca, quando ci chiedono con il loro italiano:

«Cu cui l’aviti a prossima» e in coro io e Mistuffo diciamo col Rieti, la loro risposta è Vabbò ja, è vicino Roma ed è do Lazio, faciti finta ca iddi hanno in porta Felice Pulici e Pruzzo u centravanti ”. Giusto per ricordarci le sfide di una volta e quelle di adesso.
Arriva il sabato e si va allo stadio. Da giovedì sul telefonino i messaggi e Mistuffo inviati a me e mia moglie erano di questo tenore: “Tonì, cuverati ca u sabatu chiova, fa friddu e mina ventu”. Lui da tecnologico si passa a simana siti siti ma guarda previsioni e l’allerti meteu chi si spara u sindacu. Per la verità ma azzeccanu na previsiona è come fare un terno al lotto.

Mistuffo ci mette però del suo, perché come dicevo tornando al discorso della K, l’ultima volta invece di scrivere Catanzaro, gli è uscito Kansas City e mi scrissa “Occhio ca dicia ca arriva n’uragano forza 4”.
Quindi aggiunte alle raccomandazioni di mia moglie Rosalba, ieri alu stadiu arrivavi vestutu quasi come n’esquimese. Per fortuna ca l’ombrello avia a punta e non mu ficiaru trasira, altrimenti puru Malu’ mi cugghiuniava si mi vidia.
Abbiamo vinto ed è inutile raccontarvi che è stata una bella gioia anche se macchiata dalle assurde diffide richieste da Catania.
Spero che tutto si sistemi e prevalga il buon senso. Fra l’altro Mistuffo la sua chiave di lettura su quanto accaduto me l’ha già data, dicendomi «Toniì, on criu ca l’ispettore era u figghiu e chiddu milanista catanisa chi quando Sperotto ci iettau a ralla eu ci disssi , e chi è restati cu l’ovu alu cu..?”.
Io ho risposto “Po’ essera”

Dopo i collqui di rito finalmente contento arrivo a casa. Prima entrare in ascensore mi arriva la chiamata di Mistuffo che mi dice “Dicià a verità, ti scialasti oia, peccatu ca t’avisti e fara na cula, va asciugati e curcati ca dominica hai ma vai a Leonzio”

Forza Giallorossi.

Tonino

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

6 Commenti

  • 😂😂👏👏👏 comunque adesso stiamo cadendo nel ridicolo, quando abbiamo perso con la casertana tutti a criticare, adesso abbiamo vinto 3-0 ripeto 3 a zero, con 2 bellissimi gol, eppure c’è ancora qualcuno che critica, ma non pulce che evidentemente critica solo quando c’è da criticare, anzi l’amico pulce è diventato anche ottimista sulle qualità dei giocatori👍

    • Caro aquila, se però anche il sommo Auteri ha messo i puntini sulle i vuol dire che nonostante la bella vittoria, i bei gol, qualche patema d’animo lo abbiamo passato, o no?! Un abbraccio

    • Cerco sempre, nel bene e nel male di essere obiettivo, ieri non è stata una grandissima partita , ma il fine ha giustificato il mezzo, dobbiamo essere, lì davanti, meno ” Barcellona” per evitere che alcuni episodi vedi rende juve stabia possano condannarci. Un triplo abbraccio amico aquiladelnord.

  • e però cercare il pelo nell’uovo non serve ragazzi…godiamoci il momento Auteri saèrà che fare per aggiustare il tutto…non dimenticatevi che diceva di avere pazienza è un buon gruppo che uscirà fuori alla distanza…qualcoa si incomincia ad intravedere dai su siamo ottimisti…

    • Amico apofis io come tanti, con i capelli bianchi, abbiamo tantissima pazienza, se no non saremmo qui a discutere amabilmente del nostro amato cz, dopo tutto quello che ci ha fatto passare negli ultimi 30 anni, e che lo amiamo troppo e questo a volte ci porta a parlare anche a sproposito ma sempre per il troppo amore, un abbraccio

Lascia un commento