Sala Stampa

Auteri: «Terne arbitrali inadeguate»

Redazione
Scritto da Redazione

Mister Auteri analizza in conferenza stampa la sconfitta di Rieti.

Giunge la terza sconfitta consecutiva per il Catanzaro. A Rieti decide un colpo di testa di Gigli al 77’. Il Catanzaro non segna in trasferta da tre partite e mezzo. Di seguito le parole di mister Auteri.

<<Non credo che abbiamo fatto una brutta partita. Non abbiamo segnato non sfruttando occasioni importanti. Di calcio ce n’è stato poco. È sempre stato un contatto fisico continuo su un campo dove non era possibile giocare. Non è stata una sconfitta meritata. Il Rieti ha giocato la sua partita. Ci sono situazioni nelle quali le regole non vengono rispettate. Le terne arbitrali sono inadeguate. Nel primo tempo era una caccia all’uomo. In alcuni momenti era una partita di rugby. Nell’occasione del gol non siamo stati attenti. Abbiamo avuto occasioni clamorose. Il Rieti ha giocato il match che le è stato consentito. Oggi non meritavamo di perdere così come con Bisceglie e Catania. Abbiamo pagato errori nostri senza approfittare di quelli degli altri>>.

A proposito dell’autore

Redazione

Redazione

Dal 2002 il portale più letto e amato dai tifosi giallorossi del Catanzaro

17 Commenti

  • Aute’…na vota u campu…un’altra vota il gioco masculu …ecc.ecc.bisogna prendere atto che la squadra ha il suo momento no!!Tocca a te cercare ora di curarla nel modo giusto.
    Forza giallorossi.

    • Sono daccordissimo con te..sono scoppiati dopo Stabia..non ci credono più e stanno riprendendo fiato..ed inoltre mi sembra un progettino concordato fra tutti..ogni volta la solita storia..pensiamo ad un altro anno..per questo è andata

  • Ma per favore vaaaaa!!!! Ripijjaaaa sta squadra prima che ai play off facciamo figure di merda…e pensate pure al secondo posto..qua si deve stare attenti a chi sta dietro di noi in classifica

  • Auteri ricomincia la solita tiri tera. U campu in discesa, u ventu a sfavora, l’arbitru cor…….. etc. etc. etc.
    Non si è reso conto che ormai le squadre avversarie hanno capito come si affronta e si batte il Catanzaro e mentre una volta lo facevano a viso aperto e ne prendevano 5, ora o squadre deboli (Bisceglie e Rieti) o squadre forti (Catania) non lo fanno più, giocano in difesa con grinta, pressing, calci nelle gambe, spintoni, etc. e aspettano la mano dal cielo che l’aiuti in un episodio a segnare. Il Catanzaro aggredito non sa più che fare e perde la testa e la partita. Giocheranno tutti così in avanti, a nessuno allenatore avversario verrà in mente di attaccarci a tutto spiano, perchè sa che vinceremmo. Rassegnati o cambi gioco e lasci perdere sto cazzo di FILO CONDUTTORE o non ne vinci più una o quasi. E non fare battere tutte le punizioni e calci d’angolo a Iuliano che non ne azzecca una, è bravo si impegna ma ava i pedi storti, sbagliu l’unica occasione da gol avuta.

  • Auteri a solita tiritera, il calcio è maschio se no fai l’allenatore di fioretto. In ritiro da subito e lascia a casa de risio ciccone giannone casoli elezay e nicoletti

  • Credo che in questo momento no , bisogna rinfrescarsi la mente perché secondo me si entra in campo senza argento vivo in corpo non possiamo sempre cercare alibi .Credo che bisogna anche adeguarsi al gioco avversario a centrocampo fare gioco maschio come è stato oggi caccia all’uomo . Quindi rimbocchiamoci i calzettoni e tirare fuori gli attributi forza Giallorossi.

  • Dichiarazione che condivido nel finale, cioè da tutto ciò che viene detto dopo la parola “rugby”. Per quanto riguarda la prima parte, credo che, a tu per tu, Auteri dica altre cose ai suoi ragazzi: è un allenatore troppo capace e intelligente per fornire ai calciatori questi alibi.

    • Lo penso anche io jail, non credo che nello spogliatoio sia così tenero, o come ho già scritto in un altro post si stiano prendendo un momento di pausa, tanto a che serve spomparsi ora, visto che dovremo giocare se il sommo vuole quasi fino a oltre metà giugno, perciò piano a demolire mister e squadra che veramente rischiamo di rompere tutto visto che nulla è perduto e ricordo sempre a tutti i fratelli giallorossi che il progetto è biennale, che tutto quello che arriva è ben accetto altrimenti si rinforzera’ la squadra per bene e il prossimo anno faremo il vuoto come ha fatto la jstabia mantenendo il telaio dello scorso anno con pochi ma buoni innesti, stiamo sereni, un saluto a tutto l’immenso popolo delle aquile giallorosse.

  • Mi ero abituato a vedere tutt’altro gioco…oggi più che mai DELUSO…. mi auguro che questo black out sia momentaneo.
    Fcz 💛♥️

  • Sosteniamo questo gruppo!!! Ricordo a tutti che lo scorso anno una squadra arrivata quinta che aveva perso in casa la terzultima partita 0-3 con l’ottava in classifica (un derby) ha poi vinto i playoff…….

  • Non critico la stagione, ma come rovinare un campionato proprio nel momento clou in cui la juve stabia perde colpi e trapani e Catania ne approfittano, in sole 3 partite!!! gravissimo!!!

  • Io normalmente sono sempre molto pronto a prendermela con gli arbitri ma sinceramente tirarli in ballo per la partita di ieri significa non voler vedere le cose come stanno.
    Questa squadra quando è in forma e trova squadre che giocano palla a terra dice la sua, quando è giù di condizione- come adesso- e per di più trova squadre agguerrite (che giocano molto con palloni saltellanti ,lanci lunghi, pallonacci brutti e grinta) va in difficoltà.
    Continua poi la maledizione (e questa da sempre, anche nei periodi precedenti) che quando andiamo sotto ci attacchiamo al c… , altra cosa su cui lavorare. Non sono d’accordo con chi vorrebbe un cambio di atteggiamento tattico a questo punto dell’anno, i punti che abbiamo li abbiamo fatti giocando in un certo modo, è necessaria però una svolta caratteriale e mentale per sopperire alle difficoltà del momento e di certe partite. Forza ragazzi, su!

  • NON C’È VOLONTA’ X LA PROMOZIONE..IL RESTO SONO TUTTE SCUSE…SONO ESTERREFATTO CHE NOTO STIA SEMPRE IN SILENZIO.. MI LASCIA PERPLESSO SU TUTTO…ANVORA NON DIMENTICO SORA ED HO SMESSO DI ILLUDERMI…RIMARREMO IN C

Lascia un commento