Sala Stampa

Auteri: «Il pareggio ci sta stretto» [VIDEO]

La voce dei protagonisti al termine di Catanzaro-Cavese. I giallorossi non vanno oltre l’1-1.

Il Catanzaro non va oltre l’1-1 con la Cavese. I giallorossi recuperano con Kanoute il gol di Lia. Di seguito la voce dei protagonisti.

MISTER AUTERI

<<L’allenatore fa le scelte che ritiene giuste in base a ciò che vede in settimana.. In alcuni momenti poco lucidi. Due punti persi, il pareggio ci sta stretto.  Qualcuno ha fatto una partita un po’ al di sotto delle potenzialità. Dobbiamo considerare anche degli episodi dubbi. Non ci ha detto bene. Pur non avendo fatto un primo tempo lineare, complessivamente abbiamo sprecato tanto. , Abbiamo concesso qualcosa a loro, ma è normale. Nella ripresa non si è mai giocato. Il terreno non ci sta aiutando e si perdono alcune giocate. Oggi si sono scavalcati tutti i limiti fermando il gioco tante volte. Magari tempo effettivo. Eklu è un ’98 che sta crescendo. Abbiamo dimostrato di stare molto bene dal punto di vista fisico. Non voglio parlare di mercato>>.

RIGGIO

<<Penso che gli undici iniziali hanno dato il massimo. La Cavese è stata brava a sfruttare i nostri errori. Nel secondo i ritmi troppo spezzati. Non siamo riusciti a portare il risultato. Un calciatore cresce, matura. Il mister aiuta a tirare fuori qualcosa in più. Tra i compagni siamo tutti molto uniti. Cerco di guardare i più grandi che hanno esperienza>>.

KANOUTE

<<Il Catanzaro può fare a meno di Kanoute. Chi scende in campo dà il massimo.  Se la partita fosse andata diversamente non parleremmo di Kanoute. Dobbiamo guardare avanti>>.

MISTER MODICA

<<Son contento di cosa abbiamo fatto e di come lo abbiamo fatto. Volevamo le ripartenze e molte volte ci siamo riusciti. Affrontavamo una signora squadra che veniva da quattro vittorie consecutive. Quando non siamo ripartiti con velocità abbiamo pagato. Si sono applicati tutti. Nell’economia della gara penso che potevamo fare qualche ripartenza in più specie nel secondo tempo. Ci hanno annullato un gol che vorrei rivedere. Siamo abbastanza sereni e andiamo avanti. Mi aspettavo qualche cambio da parte di Auteri. Ha una rosa per fare il turnover. Infantino non è un novellino. Prima di parlare di mercato ci devo pensare bene perché si sconvolgono gli equilibri. Vogliamo essere una mina vagante>>.

A proposito dell’autore

Ferdinando Capicotto

Ferdinando Capicotto

14 Commenti

  • Auteri, che è un maestro, ritiene che il pareggio ci stia stretto. Penso invece che il pareggio sia giusto perché la Cavese si è difesa in modo organizzato, senza buttare la palla a caso e facendoci correre, nelle ripartenze, dei seri pericoli. Il Catanzaro sconta le tre partite ravvicinate, un turn over che non ha pagato, un calo di rendimento di alcuni calciatori e un campo di gioco non adeguato alle geometrie proposte dall’allenatore. Nonostante tutto, conquistiamo meritatamente un punto che fa comunque morale. Bene così e avanti decisi. Forza giallorossi.

    • Analisi giusta. Oggi più che mai mi sono straconvinto(e non solo io penso) che Infantino in questa squadra per il modo di giocare professato da Auteri E’ UN PESCE FUORI DALL’ACQUA. Cedetelo al Rieti, Reggina, o altre squadrette

  • ogni volta che facciamo una brutta prestazione come oggi, dove meritavamo di perdere per il mister la colpa è dell’arbitro, ha sbagliato la formazione iniziale. de risio cecconi favalli e quel repossi che di calciatore non ha nemmeno il calzino a gennaio devono andare via. Il campo di patate c’era anche per la cavese che meritava di vincere, spiace dirlo ma è così. Oggi la squadra ha giocato senza la giusta determinazione pensando di essere quella che non siamo.

  • Auteri, che è un maestro, ritiene che il pareggio ci stia stretto. Forse il pareggio è giusto perché la Cavese (di cui non è piaciuto l’ostruzionismo nel secondo tempo) si è difesa in modo organizzato, senza buttare la palla a caso e facendoci correre, nelle ripartenze, dei seri pericoli. Il Catanzaro sconta le tre partite ravvicinate, un turn over che non ha pagato, un calo di rendimento di alcuni calciatori e un campo di gioco non adeguato alle geometrie proposte dall’allenatore. Nonostante tutto, i ragazzi conquistano meritatamente un punto che fa comunque morale. Bene così e avanti decisi. Forza giallorossi.

  • Consiglierei prudenza prima di esprimere giudizi sommari e liquidatori. La condizione penosa del manto erboso unito al vergognoso ostruzionismo della cavese avrebbero limitato il gioco di chiunque. Comunque calma e gesso. Nulla è perduto. Siamo una gran bella squadra, diretta dal migliore allenatore della serie C.

  • Auteri allena in C e non in A perché non è obiettivo fino in fondo (quando piace a lui)e questo non gli consente di inquadrare i problemi nella giusta prospettiva!
    Il campo, i falli, spezzettamento del ritmo etc etc.. La Cavese è costata un quarto del Catanzaro come budget e oggi onestamente tutta questa differenza in campo non si è vista; se se se, se il nonno aveva tre palle era un flipper…se Bettini in contropiede buttava la palla dentro stavamo parlando di tutto altro.

  • Ma siamo seri …a volte mi sembra di vedere il classico tifoso della domenica che si tifa a convenienza …vorrei solo ribadire che la squadra viene da 7 risultati utili consecutivi…e che non sempre su può vincere … giustanente Auteri ha voluto far riposare quelli che hanno sempre giocato …avere la squadra lunga a cosa serve? Poi ha rimesso le cose a posto…le critiche ben vengano e nel DNA del tifoso…però devono essere costruttive !!!

    • Un pareggio dopo 4 vittorie è fisiologico, ciò non toglie che è stata sbagliata la formazione, comunque il tecnico avrà avuto le sue ragioni, forse doveva far riposare qualcuno.
      FORZA AQUILE!!!

  • Un punto x smuovere la classifica …e avanti così pensiamo alla prossima…
    Secondo me l’unico punto dolente …di questa giornata e il pubblico troppo pochi …vedere il Ceravolo così vuoto e da piangere…oltretutto con una squadra che sta facendo bene…Paradossalmente in alcune partite dello scorso campionato c’era più gente …e la squadra era molto più scarsa.

Lascia un commento